Home Salute e Benessere 8 rimedi della nonna scientificamente dimostrati essere validi

8 rimedi della nonna scientificamente dimostrati essere validi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:31
CONDIVIDI

Rimedi della nonna: 8 tra i più comuni rimedi naturali sono stati validati scientificamente. Scopri quali sono.

nonna consigli e rimedi
Photo AdobeStock

Scoprirai in questo articolo la spiegazione scientifica della validità di alcuni noti rimedi della nonna. Ovviamente non siamo a sminuire le meraviglie della medicina moderna… Cosa faremmo senza un farmaco come la penicillina per curare le infezioni? Ma ciò non significa che i rimedi casalinghi non detengano dei poteri segreti molto validi. Ecco la spiegazione scientifica di 8 rimedi comuni della nonna.

SULLO STESSO ARGOMENTO: 10 rimedi naturali per rimuovere le smagliature

Rimedi naturali comuni validati dalla scienza

consigli nonna
Photo AdobeStock

1. Nastro adesivo per rimuovere le verruche

Nel 2002, un gruppo di medici ha condotto uno studio nel quale hanno confrotato l’efficacia del nastro adesivo con l’azoto liquido per rimuovere le verruche. Dopo aver messo del nastro adesivo ogni giorno per 2 mesi sulla verruca e aver usato una pietra pomice una volta alla settimana per esfoliare la pelle morta, l’85% delle verruche dei pazienti erano scomparse. Allo stesso tempo, il congelamento con azoto liquido ha funzionato solo per il 60% dei casi. “La questione principale è se c’è qualcosa nell’adesivo stesso o se il fatto che la pelle che non respira causi la distruzione della verruca” si chiede il dermatologo Blum che vive a New York, negli Stati Uniti. “L’altra idea è che il nastro causi irritazione, che stimola le cellule immunitarie del nostro corpo ad attaccare la verruca.”

2. Avena per lenire l’eczema

“L’avena macinata per curare l’eczema funziona davvero perché l’avena ha proprietà antinfiammatorie”, afferma il Dr. Blum. Indipendentemente dal fatto che sia usata come pasta o versata nell’acqua della vasca da bagno, la maggior parte degli esperti consiglia di scegliere l’avena macinata finemente e immergere la zona in cui è presente l’eczema per almeno 15 minuti. Oltre a ridurre l’infiammazione, si ritiene che l’avena abbia un effetto antistaminico, afferma il dott. Blum. Abbassando i livelli di istamina, che è il fattore scatenante dell’infiammazione, l’avena sopprime o riduce il rossore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Otto rimedi naturali per il mal di denti

3. Yogurt per l’alitosi

Mangiare yogurt aiuta a liberarsi dell’ l’alitosi. L’alitosi viene principalmente dalla bocca o dallo stomaco. Lo yogurt contiene probiotici che aiutano a trattare i problemi di stomaco. “Lo yogurt non ha alcun effetto sui batteri che vivono sulla lingua perché non rimane abbastanza a lungo in bocca”, afferma Robert Meltzer, un gastroenterologo di New York. Ma probabilmente ha un effetto sull’acido tra la bocca e lo stomaco, compresa la parte posteriore della gola e dell’esofago, spiega. “Penso che qualsiasi prodotto a base di latte o che contenga fermenti vivi avrebbe lo stesso effetto”. Lo yogurt aiuta a liberarsi dell’alitosi che deriva da problemi di stomaco, come il reflusso acido, ma non ha alcun effetto reale sull’alitosi legata a problemi di gengive, fegato o polmoni, afferma il dentista Mathieu Messina, che vive in Ohio negli Stati Uniti.

4. Un cucchiaio di zucchero per fermare il singhiozzo

Nel 1971, Edgar Engelman condusse uno studio per scoprire se un cucchiaio di zucchero fosse davvero un rimedio efficace per il singhiozzo. Ha riunito un gruppo di 20 pazienti con singhiozzo che durava da un giorno a 6 settimane. Quindi ad ogni paziente è stato dato un cucchiaino di zucchero bianco da deglutire. Per 19 dei 20 pazienti singhiozzanti, il recupero è stato immediato. André Dubois, un gastroenterologo nel Maryland negli Stati Uniti, ha quindi indicato nel Libro dei Medici che “lo zucchero probabilmente agisce in bocca modificando gli impulsi nervosi. Di conseguenza, i muscoli del diaframma smettono di contrarsi e gli spasmi del singhiozzo si arrestano “

5. Il VapoRub per curare le micosi dell’unghia

Lo sapevi che mettere il Vaporub sulle unghie 1 o 2 volte al giorno sarebbe efficace contro il fungo dell’unghia? Sul web sono moltissime le testimonianze personali che parlano di questo rimedio contro le infezioni fungine. “Ho sentito molti pazienti dire che VapoRub aiuta davvero, ma non sono sicuro del perché”, ammette il Dr. Blum. Mentre alcuni sostengono che sia il mentolo contenuto nel balsamo ad uccidere le infezioni fungine, altri pensano che sia l’effetto soffocante del gel stesso a farlo. In ogni caso, usando regolarmente VapoRub, è stato dimostrato che non solo può eliminare l’infezione da lievito sulle unghie, ma anche curare un’unghia infetta, che diventa nera e alla fine cade. Quando la nuova unghia ricrescerà, le infezioni saranno scomparse.

6. Mordere una matita per curare il mal di testa

Stringere i denti è un effetto collaterale dello stress. Secondo Fred Sheftell, direttore del Migraine Center di Stamford, negli Stati Uniti, quando mordiamo qualcosa, forziamo e stanchiamo il muscolo che collega la mascella alle tempie. Questo ha l’effetto di innescare mal di testa. Mettendo una matita tra i denti, senza schiacciarla, rilassiamo i muscoli della mascella, che elimina la tensione e riduce il dolore. Tieni presente che questo rimedio funziona solo per il mal di testa dovuto allo stress. Non ha alcun effetto su emicrania o mal di testa causati da altro.

7. Olive per la cinetosi

Prendere le olive per la cinetosi Secondo la National Library of Medicine negli Stati Uniti, uno dei sintomi della cinetosi è l’aumento della saliva in bocca. La salivazione è un modo per proteggere i denti in caso di reflusso gastrico. Il vomito è davvero molto acido. L’aspetto negativo è che questa maggiore salivazione aumenta la cinetosi. La soluzione: olive che contengono tannino. Quando rilasciato in bocca, questo tannino aiuta a ridurre la saliva in eccesso. Risultato, il sintomo della cinetosi scompare. Nota: questo rimedio è efficace solo nelle prime fasi della nausea, quando la salivazione inizia ad aumentare.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: I rimedi della nonna per risolvere tutti i problemi sessuali

8. Acqua salata per curate il mal di gola

Quando eri un bambino e avevi mal di gola, tua nonna potrebbe averti consigliato di fare dei gargarismi con acqua calda salata. Secondo il dott. Hoffman, autore del sito Web di The Medical Consumer’s Advocate, il mal di gola è una reazione infiammatoria. Il sale che aiuta a ridurre l’infiammazione e il dolore. Si consiglia di mettere 1 cucchiaio di sale in un bicchiere di acqua, meglio metterne troppo che non abbastanza. Tieni presente che stai trattando i sintomi del mal di gola e non la malattia. Come osserva il Dr. Hoffman sul suo sito: “Gli effetti del sale sono molto reali, ma hanno vita breve perché i gargarismi non eliminano la causa del mal di gola, solo uno dei sintomi”.

consigli della nonna
Photo Adobe Stock

Scopri tutti i nostri Rimedi Naturali e tutorial nella sezione Salute e Benessere appositamente dedicata, troverai tantissimi articoli dedicati al miglioramento del tuo benessere psico-fisico tramandati da generazione in generazione.