Latte scaduto | gli usi alternativi per evitare sprechi

0
1
Latte scaduti usi alternativi
Latte scaduto Fonte:Adobe Stock

Il latte scaduto o prossimo alla scadenza, si può riutilizzare in diversi modi, anche per lucidare l’argento. Scopri gli usi alternativi.

Latte scaduti usi alternativi
Latte scaduto Fonte:Adobe Stock

Lo spreco alimentare è una problematica che riguarda tutto il mondo, cerchiamo di recuperare quanto è più possibile dagli alimenti. Anche le bucce di frutta e verdura si possono riutilizzare.

Capita spesso di comprare cassette di latte a lunga conservazione, perchè è in offerta, ma ci si rende conto, che passa del tempo ed è ancora li? Cosa fare se il latte è in scadenza? Come si può rimediare?

Noi di CheDonna.it, dopo aver dedicato diversi articoli, su come riutilizzare le uova, il burro scaduti, oggi vi proponiamo gli usi alternativi del latte andato a male.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Buccia d’arancia e suoi benefici | come utilizzarla al meglio

Riutilizzare il latte scaduto

Latte andato a male Fonte:Istock Photo

Il latte scaduto si può riutilizzare per le pulizie della casa e per la cura della persona, un modo alternativo per evitare di buttarlo. In questo modo si evitano sprechi alimentari.

Anche il latte che è prossimo alla scadenza e non preferite berlo, soprattutto se è destinato ai più piccoli, potete riutilizzarlo al meglio.

Esaminiamo in dettaglio, come utilizzare la meglio il latte scaduto.

1- Per la casa

Fertilizzante naturale: sia latte che si trova sul fondo del tetrapak o delle bottiglie in plastica che quello andato a male è un ottimo fertilizzante. Mescolate un pò di acqua e latte, grazie alle vitamine ed ai sali minerali sarà un buon concime naturale.

– Pulire gli oggetti in pelle: quante volte ci sono macchie sulle borse, scarpe o divani in pelle e non sapete come sbarazzarvene? Il latte scaduto è il rimedio naturale che fa a caso vostro, a differenza dell’acqua che non è efficace. Prendete un panno morbido, versate un pò di latte e pulite sulla macchia, lasciate asciugare all’aria. Passate dopo un panno morbido asciutto

– Smacchia i capi di abbigliamento: le macchie ostinate e difficili da rimuovere si possono eliminare con il latte. Riempite una bacinella con acqua e latte, lasciate in ammollo i capi macchiati per 10 ore o per tutta la notte. In caso di macchie di vino, però riscaldate il latte e poi versate sulla zona interessata. Procedete dopo un pò al lavaggio normale.

Se sono presenti le macchie da penne biro, il latte andato a male è perfetto in combinazione dell’aceto.

-Sbiancare capi d’abbigliamento: perfetto per donare lucentezza e colore agli abiti ingialliti. Soprattutto per i tessuti in seta, provate a riempire una bacinella con latte scaduto, immergeteli e lasciateli per mezz’ora, poi lavateli come di consueto e lasciateli asciugare coperti dal sole.

-Lucidare l’argenteria: perfetto per prevenire il fenomeno di ossidazione dell’argento. Un processo naturale che si crea a contatto con l’aria. Preparate una miscela di latte scaduto e succo di limone, lasciate bollire in un pentolino. Lasciatelo raffreddare, applicate su un panno per pulire l’argento e poi strofinate energicamente con un panno di lana.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Burro scaduto | Ecco i 10 usi alternativi per riutilizzarlo

2- Per la cura della persona

– Attenua il gonfiore agli occhi: un rimedio delle nonne, il latte scaduto è un alleato in caso di occhi gonfi. Versate un pò di latte su due dischetti di cotone, applicate sugli occhi e lasciate per 20 minuti. In presenza di borse e occhiaie, potete preparare un impacco a base di latte e patate. Mettete in un contenitore a chiusura ermetica il latte freddo e le patate tagliate a fettine, lasciate in frigo con coperchio per un paio di ore. Poi applicate sugli occhi.

Maschera viso: un trattamento molto economico, in una terrina miscelate il limone e il latte, grazie all’azione astringente del limone e idratante del latte, sarà una maschera perfetta. Per preparare la maschera basta riscaldare un pò il latte, mettete un pò di succo di limone, su un dischetto struccante, poi applicate sul viso. Lasciate agire per cinque minuti, poi risciacquate con acqua tiepida e poi fredda così si riattiva la circolazione.

– Pulizia del viso: prima di andare a dormire, provate questo rimedio, mescolate 4 cucchiai di latte scaduto con 10 gocce di succo di aloe. Mescolate bene e applicate sul viso con un dischetto di cotone, lasciate agire per 10 minuti. Trascorso il tempo, rimuovete con un dischetto pulito, poi passate il tonico non aggressivo e la crema idratante.

-Impacco per capelli secchi e sfibrati: il latte andato a male è perfetto per idratare i capelli, ma non da solo. In una ciotola, mescolate il latte, lo yogurt bianco, miele, olio di oliva e un uovo. Dopo aver ottenuto un composto omogeneo, applicate su tutta la chioma e lasciate agire per 15 minuti. Procedete al risciacquo e poi lavate come di consueto.

-Rinforza le punte dei capelli: occorre circa mezzo litro di latte e tre cucchiai di panna liquida, mescolate bene e applicate sulle punte e lasciate agire per un’ora. Dopo procedete al lavaggio come di solito.

-Struccante: la combinazione di latte e farina d’avena, si può utilizzare come struccante viso, per rimuovere ogni traccia di trucco.

Arricchisce il bagnoschiuma:  quando fate un bel bagno caldo, potete aggiungere un pò nella vasca insieme al bagnoschiuma. La pelle sarà sicuramente più morbida come velluto, basta ricordare che nell’antico Egitto farsi il bagno con il latte era considerato un vero e proprio elisir di bellezza.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Zanzare addio: il vero rimedio è il caffè, ecco perché

make up
Struccare viso Foto:Adobe Stock

Alleviare il prurito: il latte possiede proprietà lenitive. Si può utilizzare per attenuare il prurito da scottature solari che dalle punture di insetti. Versate qualche goccia di latte scaduto su un batuffolo di cotone e applicate sulle zone interessate.

Avete scoperto come riutilizzare il latte scaduto, in particolar modo per la cura e la bellezza della persona, sono consigli, non sempre efficaci su tutte.

Chiedete sempre consiglio al medico specialista, se volete applicare il latte sul corpo, magari se la pelle è più sensibile potrebbe risentirne.