Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Peso forma donna, calcoliamolo | consigli utili e formule matematiche

Peso forma donna, calcoliamolo | consigli utili e formule matematiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:52
CONDIVIDI

Esistono alcune regole ma anche formule matematiche per calcolare il peso forma ideale di ogni donna. Vediamole insieme

adobe stock

Il peso forma della donna non è soltanto legato alle diete, ma è anche frutto di una formula matematica. Perché non è solo un problema di giro vita, ma anche la somma di altri fattori come la muscolatura, la conformazione delle ossa, lo stile di vita. In più incide tutto il passato, come  le eventuali gravidanze.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Come arrivare al peso forma con la dieta Lemme

Per renderla semplice senza entrare in termini troppo specifici, il peso forma in una donna è quello che permette uno stile di vita senza eccessiva fatica. Ancora di più, quello che permette di avere risultati ideali senza dover estremizzare gli sforzi.

In realtà comunque inferiore al peso ideale massimo. In particolare nella popolazione femminile il peso forma si ottiene sommando il 18% di massa grassa mentre nel peso ideale massimo è pari al 20%.

Paeso forma donne: il peso ideale nelle formule

pixabay

Ma quante calorie quotidiane servono? Questa è la domanda più importante per chi non vuole ingrassare. In questo caso bisogna considerare il peso ideale massimo. Se siete oltre dovrete calcolare il fabbisogno calorico per capire la strada corretta al dimagrimento. Invece se avete un peso inferiore, servirà per mettere su quegli etti o chili necessari alla perfetta salute.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Dieta peso forma da 1700 calorie

In tutte le donne un fattore essenziale per il peso forma è legato alla gravidanza, specialmente quando si tratta della prima. L’aumento durante quei nove mesi è variabile, ma mediamente si può calcolare in 10-12 kg Dobbiamo considerare non solo il peso del feto, ma anche la placenta con il liquido amniotico e l’utero. In più ci sono anche la ritenzione di liquidi e la deposizione di grassi nei tessuti.

Inoltre non sempre l’aumento è graduale, ma può essere maggiore in certi periodi. Se nei primi mesi il soggetto è in preda alla nausea sicuramente perderà peso. Successivamente si potranno prendere anche 3 o 4 chili al mese sino a raggiungere il peso ideale. Invece nella gravidanza gemellare l’aumento di peso ideale è tra i 16 e i 20 kg.

Nelle donne il peso forma è in genere determinato da formule matematiche precise. La Formula di Berthean prevede 0,8 x (altezza in cm – 100) + età/2, la Formula di Perrault invece altezza in cm – 100 + età/10 x 0,9. La Formula di Broca che è uguale ad altezza in cm – 104 mentre la Formula di Wan der Vael è uguale ad altezza in cm – 150 x 0,6 + 50. 

E ancora, la Formula di Keys (altezza in m)² x 20,6 e quella di Travia (1,012 x altezza in cm) – 107,5 Infine la formula di Livi (2,37 x altezza in metri) al cubo e la Formula di Buffon, Roher e Bardeen (135 x altezza in decimetri3)/100.