Home Salute e Benessere Psiche Le brutte abitudini che ci impediscono di progredire

Le brutte abitudini che ci impediscono di progredire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:21
CONDIVIDI

Scopri quali sono le abitudini che rischiano di frenarti nella vita e che ti impediscono di progredire.

Donna annoiata a lavoro
Donna annoiata a lavoro – Fonte: Adobe Stock

Ognuno di noi ha sogni o progetti che spera di poter realizzare nel corso della propria vita. A volte si tratta di progetti che rientrano nelle effettive possibilità, altri di veri e propri sogni che si affiancano alla vita di tutti i giorni e che in qualche modo aiutano a sognare. Non sempre però si riesce ad ottenere ciò che si vuole e, il più delle volte, a differenza di quanto si pensi, la mancanza di successo non è dovuta tanto ad una questione di sfortuna quanto a dei modi errati di pensare e agire.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Se fa queste cose è una persona negativa

Nello specifico ci sono alcuni modi di fare decisamente errati che molti di noi mettono in campo e che a lungo andare finiscono con il togliere energia. Abitudini che se cambiate possono portare ad un modo più costruttivo di agire e tale da portare a raggiungere o a trasformare in positivi i propri sogni. Scopriamo quindi quali sono le abitudini sbagliate che tutti noi dovremmo cancellare al fine di ottenere più successo e progredire con le nostre vite.

Le abitudini sbagliate che rischiano di frenarci ogni giorno

Donna triste
Donna annoiata – Fonte: iStock photo

Avere delle abitudini sbagliate è un problema comune che porta più persone di quante si pensa a porre un freno alla propria vita. Un freno che impedisce di progredire come si vorrebbe.
Spesso, infatti, si tende a non riconoscere di avere una determinata abitudine perché troppo presi da se stessi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Scopri chi hai davanti da come ti stringe la mano

Basta però cambiare prospettiva perché il mondo appaia in modo del tutto diverso offrendo una visione più ampia e positiva abbastanza da poter cambiare in meglio le cose.
Scopriamo quindi quali sono le abitudini più comuni ed errate che chiunque dovrebbe eliminare il prima possibile.

Attendere passivamente dei risultati. Una delle abitudini più errate che ci siano quando ci sono di mezzo progetti o desideri da realizzare è quella di restare fermi in attesa che le cose cambino da soli. Ci si aspetta che un miracolo o qualcuno di esterno giunga a portare un cambiamento quando l’unica persona che può farlo davvero è quella che incrociamo ogni mattina allo specchio. Attendere i miracoli non porta a nessun risultato se non a quello di perdere del tempo prezioso. Bisogna quindi imparare a mettere da parte questa abitudine ed acquisirne una più valida: agire.

Estraniarsi dai problemi. Anche prendere le distanze dai problemi è un’abitudine sbagliata e che non porta a niente di buono. Far finta che qualcosa non ci tocchi o che il problema non esista è infatti solo una grande perdita di tempo che, oltre a metterci di pessimo umore ci porta a bloccarci senza motivo. Davanti agli ostacoli bisogna capire cosa si ha davanti ed agire di conseguenza. Questo è l’unico modo di agire in grado di produrre dei risultati positivi. Perché, al di là delle speranze, la verità è che i problemi non possono risolversi da soli. Motivo per cui è meglio agire per tempo e aprirsi la strada il prima possibile.

Donna depressa – Fonte Istock photo

Atteggiarsi a vittime. Un’altra abitudine sbagliatissima è quella di porsi dalla parte della vittima. Al di là dei motivi che possono portare a non ottenere ciò che si vuole, piangersi addosso non cambierà le cose ma produrrà un ambiente negativo nel quale sarà ancor più difficile muoversi. Superata la rabbia o la tristezza è bene rimboccarsi sempre le maniche e fare pensieri positivi, consapevoli che se qualcosa non va la si può sempre cambiare e che gli ostacoli possono essere aggirati. L’abitudine di fare o sentirsi una vittima va quindi sostituita con pensieri positivi e con la consapevolezza che si può sempre fare qualcosa per migliorare le cose. Un modo di pensare che di sicuro porterà a risultati migliori e che aiuterà a sentirsi persino più forti e motivati.

Rifiutare il cambiamento. La stasi, come già visto, è nemica di ogni obiettivo da raggiungere. E tra i motivi di stasi c’è anche il rifiuto verso il cambiamento. La vita è in continuo divenire e per far si che le cose procedano a volte è bene seguire la corrente e capire fin dove può condurci. Chiudersi delle strade a priori è un modo come un altro per impedirsi di crescere e per porre un freno ai propri sogni. Per questo motivo, non si dovrebbe mai limitare la propria capacità di visione né tanto meno l’apertura di vedute, indispensabile per andare avanti nel modo corretto e con la capacità di cogliere ogni possibile opportunità.

Paragonarsi agli altri. Anche fare inutili paragoni con gli altri spesso rappresenta una perdita di tempo perché porta a concentrarsi su qualcosa che non ci riguarda facendo perdere di vista ciò che davvero conta. È importante ricordarsi sempre che ognuno di noi ha un suo percorso da vivere e che questo non può e non deve essere paragonato a quello degli altri. Cosa che spesso porta a invidie o ad un inutile senso di disagio per ciò che non si è stati in grado di fare. Per andare avanti e raggiungere un obiettivo si deve infatti vivere la propria vita e non certo quella degli altri. È altresì importante ricordare che i successi altrui non tolgono nulla ai nostri a meno che non ci fermiamo per fare paragoni poco costruttivi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Persone egoiste – Come riconoscerle e difendersi da loro

Criticare tutto e tutti. Avere uno spirito critico è positivo ma trovare sempre dei difetti in ciò che fanno gli altri è un altro modo per spostare l’attenzione su cose sulle quali non abbiamo il controllo. Ciò fa solo perdere di vista i progetti da perseguire, creando uno stato di malessere che tende a rendere poco produttivi. Chi troppo critica, infatti, presto o tardi finirà con l’avere una brutta opinione anche di se stesso. Cosa che non può che far male. Molto meglio concentrarsi sul proprio lavoro e osservare gli altri solo per trarne spunti utili e positivi.

donna alla finestra
Donna triste alla finestra – Fonte: Adobe Stock

Queste sei abitudini possono bloccare in modo importante il percorso personale di ognuno di noi. Per questo motivo è importante riuscire ad eliminarle il prima possibile al fine di proseguire su una strada il più possibile positiva e costruttiva abbastanza da offrire sempre nuove opportunità, tutte in grado di condurre verso i propri sogni e ciò che si desidera realizzare davvero.