Home Test Il test di matematica che sta facendo impazzire il web

Il test di matematica che sta facendo impazzire il web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

Questa equazione di matematica sta facendo impazzire il web per un motivo molto inaspettato. Sei in grado di risolverla?

Probabilmente dopo questa chiusura inaspettata della scuola a causa del Coronavirus ci siamo disabituati agli esercizi di matematica. Sarà per questo che quasi nessuno riesce a trovare la soluzione di questa equazione? Qual’è il tuo livello di efficienza? mettiti alla prova con questo “semplice” test.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Test: chi è il più folle? la risposta rivela tratti della tua personalità

Prova a risolvre l’equazione che sta facendo impazzire il web

Test matematica
Photo Pixabay

Ecco un test di matematica che sembra facile, ma che ha causato un bel pò di polemiche sul web per un motivo sorprendente. Puoi provare a risolverlo e, in tal caso, da che parte della controversia ti trovi?

Molte persone hanno imparato a risolvere problemi come questo accademicamente, tuttavia possiamo commettere l’errore di credere che non ci siano altri modi per trovare una soluzione. Ad esempio, non seguiamo tutti la stessa logica per  “l’ordine delle operazioni”. Tuttavia, se analizziamo più attentamente questo problema, possiamo forse dedurre la soluzione più praticabile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Test: dimmi chi è la vera mamma del bimbo e ti dirò chi sei

Analizza il problema di matematica di seguito, trova la tua risposta, quindi continua a leggere per capire dove cosa ha scatenato il dibattito.

6²: 2 (3) + 4 =?

Molti di noi hanno probabilmente rispolverato le regole dell ‘”ordine delle operazioni”: prima le operazioni fra parentesi, poi potenze, poi moltiplicazione e divisione poi addizione e sottrazione. come ricorda l’acronimo inglese “PEMDAS”( P arentheses, E xponents, M moltiplication, D ivision, A ddition and S ubtraction).

Sicuramente molti di noi risolverebbero l’equazione in questo modo:

1: Non ci sono parentesi a parte quelle che circondano il 3. Dato che non ci sono operazioni tra quelle parentesi, iniziamo invece con l’operazione esponenziale, 6². 6², o 6×6, è uguale a 36. L’espressione ora è 36 ÷ 2 (3) +4.

2: anche se la moltiplicazione viene prima della divisione in PEMDAS, il loro ordine è intercambiabile. Se entrambi sono nell’espressione senza interferenze tra parentesi o esponenti, le operazioni dovrebbero essere fatte da sinistra a destra (N.B. la relazione tra addizione e sottrazione è simile a quella di moltiplicazione e divisione. Se non ci sono parentesi per cambiare l’ordine delle operazioni, allora le operazioni vengono semplicemente eseguite da sinistra dell’equazione a destra. ) Pertanto, il passo successivo è dividere 36 per 2, pari a 18. L’espressione ora è 18 (3) + 4.

3: La moltiplicazione viene prima dell’addizione. Quando un numero tra parentesi è accanto a un altro senza parentesi, vengono moltiplicati insieme. Quindi 18 (3) = 54, e l’espressione ora è 54 + 4.

4: non resta che aggiungere da 4 a 54

6²: 2 × 3 + 4 = 58

Usando questa tecnica, la risposta finale è 58.

Usando una calcolatrice, otteniamo la stessa risposta.

Ma ecco un metodo diverso con una risposta diversa:

Alcune persone hanno risolto il problema a partire dall’espressione “2 (3)” supponendo che in qualche modo abbia avuto la precedenza sul resto dell’equazione. Quindi risolvendolo da sinistra a destra, hanno ottenuto:

6²: 6 + 4 = 10

E questo ci dà una risposta finale di 10.

Quindi qual è la risposta corretta?

La prima risposta, 58, è corretta. Ecco perché :

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Test psicologico: osserva l’immagine, cosa faresti per primo?

Secondo la spiegazione di Dave Burton via Quora, “La notazione usata nel problema è non convenzionale e l’espressione è ambigua”. Ciò che intende è che l’espressione “2 (3)” non viene generalmente utilizzata in questo modo, e quindi viene confusa, ma ciò non gli conferisce alcun trattamento speciale per quanto riguarda l’ordine delle operazioni. È fuorviante, ma non dà priorità.

“L’uso delle parentesi […] viene normalmente utilizzato solo per un’espressione multiparte”, spiega Dave Burton.

Per chiarire questo punto, l’autore e animatore di YouTube Presh Talwakar ha confrontato questa ambiguità in matematica con quella del linguaggio, il che dimostra che il problema risiede nella formulazione, non nelle regole dell’ordine delle operazioni. Per farlo fornisce il seguente esempio:

“Ho visto l’uomo con il binocolo. “

Ciò potrebbe significare che (a) hai usato il binocolo per vedere quest’uomo, o che (b) hai visto l’uomo che aveva il binocolo, come mostrato di seguito:

Per concludere, questo dibattito non ha nulla a che fare con una controversia inerente le regole o con il fatto che il problema matematico sia difficile; è solo una questione di “cattiva scrittura”.

test,donna che pensa
Photo Adobe Stock

Scopri tutti i nostri test nella sezione Test impara a conoscere meglio te stesso e rendi migliore le tue relazioni con gli altri.