Regina Elisabetta | Tutti i dettagli sull’incoronazione di 67 anni fa

L’incoronazione della Regina Elisabetta II fu un evento cardine dell’epoca contemporanea: ecco cosa sappiamo di quel giorno che fece la storia.

Incoronazione regina elisabetta
La Regina Elisabetta II nel giorno della sua incoronazione (Fonte: Instagram)

La Regina Elisabetta II venne incoronata il 2 Giugno 1953 nell’Abbazia di Westminster, dov’erano stati incoronati ben 38 sovrani britannici prima di lei, a partire dal 1066.

Per una mera coincidenza, il regno più lungo della storia cominciò esattamente otto anni dopo la proclamazione della Repubblica Italiana, che quindi è di pochissimo più “anziana” del regno di Elisabetta II.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Festa della Repubblica italiana: cosa festeggiamo oggi

La cerimonia dell’incoronazione dei sovrani britannici è rimasta praticamente identica negli ultimi 1000 anni e contiene una fitta rete di simbolismi. Oltre all’antichissima eredità delle cerimonie che l’hanno preceduta, però, l’incoronazione della Regina Elisabetta fu anche profondamente moderna, dal momento che fu la prima incoronazione della storia dell’Inghilterra (e anche l’ultima e l’unica finora) a essere trasmessa in televisione.

Nel giorno del 67° anniversario dell’incoronazione, il profilo Instagram della Famiglia Reale ha voluto celebrare la Regina con una serie di foto e di curiosità in merito all’investitura e alla sua lunghissima preparazione.

L’Incoronazione della Regina Elisabetta: un giorno che fece la storia

Regina Elisabetta in Nuova Zelanda
Regina Elisabetta in Nuova Zelanda (Fonte: Instagram)

Nel giorno dell’Incoronazione, Elisabetta indossò un abito e un mantello realizzati apposta per lei. L’abito venne disegnato dallo stilista britannico Norman Hartnell e venne realizzato in satin bianco. 

L’abito era decorato con simboli floreali del Regno Unito e di tutti gli altri Paesi del Commonwealth realizzati in filo d’oro e d’argento. Si trattò di una scelta molto importante dal punto di vista politico, dal momento che attraverso l’Incoronazione, Elisabetta II divenne Regina del Regno Unito e anche dei Paesi del Commonwealth tra cui Canada, Australia e Nuova Zelanda. Tra l’altro, in ognuno dei Paesi del Commonwealth la Regina è riconosciuta come sovrana, detiene un titolo specifico e una sua propria bandiera.

Per il Regno Unito vennero ricamati sull’abito di Elisabetta la rosa dei Tudor d’Inghilterra, il cardo di Scozia e il porro del Galles e il trifoglio irlandese, a cui si aggiungono la foglia d’acero del Canada, due fiori di loto per l’India e il Ceylon (cioè dello Sri Lanka) e diversi altri fiori per gli altri paesi.

In corrispondenza del punto dove Elisabetta avrebbe poggiato la mano sinistra durante l’incoronazione venne ricamato un quadrifoglio che portasse fortuna alla nuova sovrana.

Oltre allo splendido abito bianco, che costò ai sarti un totale di 3.000 ore di lavoro per essere realizzato, la Regina Elisabetta indossò il Manto di Stato, cioè il mantello di velluto rosso bordato di ermellino che la sovrana usa ogni anno in occasione del suo discorso di apertura del parlamento britannico. L’abito dell’incoronazione invece fu indossato solo sei volte in totale nel corso del regno di Elisabetta e attualmente si trova esposto a Buckingham Palace.

incoronazione elisabetta
La Regina Elisabetta II e il Duca di Edimburgo nel giorno nel giorno della loro incoronazione (Fonte: Wikipedia)

La corona di Sant’Eduardo, costruita all’epoca della Regina Vittoria e con cui la Regina Elisabetta venne incoronata, è talmente pesante e difficile da indossare che per diversi giorni prima dell’incoronazione la Regina si esercitò a portarla nei suoi appartamenti privati.

La corona pesa 910 grammi e attualmente è più bassa della versione indossata dal padre della Regina, Giorgio VI: venne modificata per renderla più femminile e adatta alla corporatura della Regina.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Royal Family: le 10 tradizioni natalizie più curiose della Regina

Durante l’incoronazione la Regina fu unta con l’olio sacro che venne utilizzato anche per consacrare il Re suo padre: questo momento della cerimonia venne ritenuto troppo intimo per essere ripreso dalle telecamere, quindi un baldacchino venne opportunamente sistemato per coprire la Regina e l’Arcivescovo di Canterbury che stava officiando il rito.

Appena dopo l’incoronazione di Elisabetta, il marito Filippo rese omaggio alla sua sovrana ma non venne incoronato Principe Consorte in quell’occasione. Pare che Filippo non abbia amato l’idea di doversi inginocchiare davanti a sua moglie ma che la Regina fu inamovibile su questo aspetto della cerimonia. Il Principe Filippo venne incoronato successivamente, con una cerimonia molto simile a quella dedicata alla Regina ma più semplice.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Royal Family | Morto il Principe Filippo? È una bufala ma lui è pronto

A seguire la trasmissione dell’incoronazione furono ben 27 milioni di persone nel solo Regno Unito. La processione di notabili che aprì la cerimonia  era composta da oltre 250 persone, tra cui i Primi Ministri dei Paesi del Commonwealth. Gli ospiti invitati ad assistere ufficialmente alla cerimonia furono 8.251 e centinaia di migliaia di sudditi si sistemarono (addirittura si accamparono la notte prima) lungo la strada che la Regina avrebbe percorso per raggiungere l’Abbazia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Regina Elisabetta | La prima foto dal lockdown non è affatto regale

La Regina e il Principe Filippo arrivarono all’incoronazione sulla carrozza d’oro di stato, trainata da 8 cavalli grigi, uno dei quali si chiamava Eisenhower (come l’allora Presidente degli USA) e un altro Biancaneve. La Regina Elisabetta e il Principe confessarono successivamente che la carrozza di Stato fosse uno dei mezzi di trasporto più scomodi al mondo e che fosse anche terribilmente freddo.

 

Il Principe Carlo fu il primo bambino ad assistere all’incoronazione di sua madre e un invito speciale venne realizzato apposta per lui con lo stile di un’illustrazione per bambini.