Addio a Christo | L’uomo che sognava l’impossibile

Christo, conosciuto come l’uomo che sognava l’impossibile, si è spento Domenica.

Christo
Christo Vladimirov Javacheff – Fonte: Facebook Christo and Jeanne-Claude Official

Il suo nome era Christo Vladimirov Javacheff, ma per tutti era semplicemente Chritsto, l’artista nonché sognatore famoso in tutto il mondo per le sue opere realizzate su grande scala.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Hana Kimura: Rivelati alcuni particolari sulla sua morte

Christo si è spento all’eta di 84 anni, per cause naturali e mentre era nella sua casa a New York.

Addio a Christo, il sognatore ed artista che sognava e realizzava ciò che è impossibile

Christo Vladimir e Jeanne-Claude
Christo Vladimir e Jeanne-Claude da giovani – Fonte: Instagram @artifyernet

Considerato uno dei rappresentanti della Land Art, Christo è noto per avere realizzato diverse opere su grande scala. Di nazionalità americana, era nato in Bulgaria e nel tempo era riuscito a farsi conoscere in tutto il mondo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Ectopia cordis: La bambina nata con il cuore fuori dal torace

Nella vita ha avuto un grande amore, Jeanne Claude, nata nel suo stesso giorno e con la quale condivideva la passione per l’arte. La moglie era morta nel 2009 e lui, come da accori, in questi anni ha portato avanti il progetto comune legato alla land art, forma d’arte che si basa su interventi fatti sul territorio naturale e che entrambi hanno sempre considerato come qualcosa in divenire, da poter proseguire anche dopo la loro morte.

In Italia, è molto noto quello realizzato sul lago di Iseo dove è stata creata un’enorme passerella galleggiante sulla quale camminare per ammirare il lago.
Lui e la moglie avevano dato vita diversi progetti ed il loro sogno era che questi potessero proseguire anche dopo la loro morte. Un lascito importante, quindi, attraverso il quale entrambi potranno continuare a vivere.

Il suo ufficio, che ha dato la notizia della scomparsa di Christo lo ha voluto salutare con un messaggio importante che ne riassume in qualche modo l’essenza:

“Christo ha vissuto la sua vita nel modo più pieno, non solo sognando ciò che sembrava impossibile ma realizzandolo”.

Parole che lasciano intuire il genio dell’artista che da vivo ripeteva sempre che nella vita non mirava tanto al successo quanto all’essere felice visto che per lui, ciò che contava di più era la gioia.

Al momento, tra le sue opere c’è ancora in programma L’Arc te Triomphe, Wrapped a Parigi, previsto per il periodo che va dal 18 Settembre al 3 Ottobre 2021. I lavori, infatti hanno subito dei ritardi prima dall’autunno alla primavera e successivamente per lo stop causato dal Coronavirus.