Home Ricette Secondi Piatti Capesante gratinate con le mandorle | antipasto top sulla nostra tavola

Capesante gratinate con le mandorle | antipasto top sulla nostra tavola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:55
CONDIVIDI

Se le capesante sono uno dei molluschi pià golosi, ma le  capesante gratinate con le mandorle sono un antipasto top

Pixabay

C’è chi le cucina soltanto durante le feste, ma in realtà le capesante sono buone tutte l’anno. Un frutto di mare molto versatile, perché adatto per moltissime ricette, dagli antipasti ai secondi piatti. Oggi cuciniamo le capesante gratinate con le mandorle al forno, una variante ancora più golosa e croccante rispetto alla ricetta classica.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Capesante gratinate ai pistacchi: il classico con un tocco in più

Ad una prima vista può sembrare una preparazione complicata. Invece bastano pochi passaggi per portare in tavola un piatto eccellente, che costa relativamente poco e che nutre a sufficienza. In più queste capesante gratinate con le mandorle hanno il vantaggio che possono essere preparate molto in anticipo rispetto alla loro cottura. In questo caso, dovranno essere conservate in frigorifero fino a quando non le inforniamo.

Capesante gratinate con le mandorle, ricetta facile

Pixabay

 

L’impanatura per queste capesante gratinate con le mandorle è davvero semplice, ma vi diamo un suggerimento. Con lo stesso preparato potete insaporire anche le vongole, le cozze, i tartifi di mare e altri molluschi. Il principio, come la cottura, sono gli stessi

Ingredienti (per 4 persone)

12 capesante
90 g pane raffermo
30 g mandorle
20 g formaggio grattugiato
1 cipolla bianca
sedano
prezzemolo
1 bicchierino di cognac
olio extravergine d’oliva
mandorle a lamelle
sale fino
pepe nero

SULLO STESSO ARGOMENTO: Risotto allo zafferano, gamberetti e capesante

Preparazione:

Se non comprate delle capesante surgelate, quindi già pulite, toccherà farlo a voi ma è operazione semplice. Dovete lavare l’esterno con una spazzolina, quindi con un coltellino ben affilato apritele e staccate le parti carnose dalla conchiglia. Poi usando le dita separate il muscolo (cioè la parte bianca) e il corallo dalla pelle che deve essere eliminata. Sciacquate bene i molluschi sotto l’acqua corrente e asciugateli con della carta assorbente da cucina. Poi lavate e tenete da parte anche la valva superiore delle conchiglie che vi servirà come base per servire.

Adesso passate all’impanatura. In un mixer frullate il pane raffermo a dadini con 3-4 pezzetti di sedano, qualche fogliolina di prezzemolo, il formaggio grattugiato e un pizzico di sale. Quando è tutto amalgamato, aggiungete anche le mandorle e continuate a tritare fino a chi diventerà una bella polvere.

Poi passate muscoli e coralli nell’impanatura. Rosolateli per un 2-3 minuti in una padella antiaderente con la cipolla a fettine e un paio di cucchiai di olio. Quindi sfumate con il bicchierino di Cognac. Lasciate evaporare, regolate di sale e pepe. Infine e distribuite i molluschi nelle conchiglie e in superficie mettere due o tre lamelle di mandorle.

Mettete le capesante su una placca e infornate con il grill acceso per 7-8 minuti a 200°. Deve formarsi una crosticina bella dorata. A quel punto sfornate e servite ancora calde.