Camminata veloce | Come eseguirla correttamente

0
77

Camminare fa bene alla salute, purché lo si faccia nel modo corretto. Scopriamo le regole per una camminata efficace.

donna che fa la camminata veloce
Donna che fa la camminata veloce – Fonte: Adobe Stock

Ora che le restrizioni più grandi dovute alla quarantena sono finite e che si può tornare ad uscire senza bisogno di auto certificazioni, andare a correre o fare delle lunghe camminate è sempre più fattibile, specie se si scelgono luoghi tranquilli dove è possibile muoversi senza scontrarsi di continuo con altre persone.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Ecco quanto bisogna camminare per dimagrire

Fare attività fisica è importante per la salute e aiuta sicuramente a smaltire i chili in più presi durante la stagione invernale. Così, sempre più persone ancora incerte se andare in palestra o stanche di fare il work out in casa, stanno approfittando delle belle giornate per muoversi un po’.
In questi casi, la camminata è sicuramente una delle attività più semplici da fare. Consente infatti di muoversi senza aver bisogno di pratica e di smaltire al contempo il grasso in eccesso. Oltre a ciò fa bene alla salute psico fisica e promuove il buon umore.

Quello che non tutti sanno, però, è che per raggiungere questi obiettivi, non basta semplicemente camminare ma seguire determinate regole che riguardano la postura, l’andamento e la respirazione. Scopriamo insieme di cosa si tratta per poter praticare la camminata in modo efficace.

Camminata: come effettuarla nel modo giusto

Donna che cammina nella natura – Fonte:Thinkstock

Camminare fa bene alla salute e questo è ormai un dato certo e confermato persino dalla scienza. Andare in giro come quando si fa la spesa o si passeggia con le amiche, però, non è il modo giusto di effettuare la camminata. Per renderla una vera e propria attività fisica bisogna infatti seguire alcune regole importanti che sono:

SULLO STESSO ARGOMENTO: Camminare in casa? Ecco come fare

Vestirsi in modo adeguato. Prima di tutto è necessario scegliere l’abbigliamento giusto. Questo deve essere traspirante, non troppo pesante e ovviamente comodo. Inevitabili le scarpe da ginnastica che dovranno essere ben ammortizzate.

Avere una buona postura. Come per ogni attività fisica, anche la camminata richiede una buona postura. Bisogna quindi stare in posizione eretta ma senza contrarsi, cercando quindi di mantenere spalle e collo ben rilassati. La testa deve essere dritta e le braccia andrebbero mantenute a circa 90° in modo da rendere più dinamico il passo.

Mantenere una buona andatura. La camminata, per essere efficace, deve essere svolta ad una certa andatura. Non importa che i passi siano molto distanti tra loro (sebbene sia giusto seguire l’andatura del corpo e non farli troppo corti) purché l’andatura sia veloce. Ovviamente si può iniziare più lentamente per poi accelerare. Ciò che conta è mantenere sempre una buna andatura. Veloce abbastanza da avvertire la fatica ma in grado di consentire di poter parlare senza un eccessivo fiatone.

fitwalking disciplina
Persona che cammina in salita – Fonte: IStock photo

Camminare per il giusto tempo. Ancora una volta ci si deve scostare dall’idea che per camminare basta fare il giro dell’isolato. Come ogni attività fisica occorre impegnarsi per la giusta quantità di tempo che può andare dai 20 minuti (specie i primi tempi) fino alla mezz’ora fissa per poi arrivare anche ad un’ora. L’organismo, infatti, inizia a bruciare i grassi dopo circa 30/40 minuti di attività fisica. Per questo motivo, se si desidera dimagrire, camminare ogni giorno per 5 minuti non aiuterà a raggiungere lo scopo.

Fare lo stretching. Se con la camminata basta iniziare con un’andatura più lieve per riscaldarsi, non è lo stesso per lo stretching finale che va eseguito come dopo qualsiasi altro tipo di allenamento. In questo modo i muscoli si riprenderanno ed elimineranno eventuali tensioni che possono essere nocive per le sessioni successive.

Essere costanti. Camminare una volta ogni tanto, è sicuramente meglio che non farlo affatto ma non può considerarsi un’attività fisica. Per praticare bene la camminata è importante effettuarla almeno 3 volte a settimana, seguendo tutte le regole del caso. In questo modo, già dopo un mese si inizieranno a vedere i primi risultati.

Idratarsi. Ovviamente come per ogni attività fisica anche la camminata, specie se ben eseguita, porta a disidratarsi. È bene quindi aver sempre con se dell’acqua da bere. Meglio se naturale e a temperatura ambiente.

Mangiare bene. Infine, anche se questo è un consiglio propedeutico a qualsiasi tipo di allenamento, è bene ricordare che, specie se ci si vuole mantenere in salute e se si punta a perdere peso, è importante non trascurare l’alimentazione. Questa dovrà essere il più possibile bilanciata e il più possibile a base di alimenti sani.

Camminata veloce: i benefici

Dimagrire camminando ecco quanto bisogna camminare
Persone che camminano – Fonte foto: Istock

Ora che abbiamo visto come svolgere correttamente la camminata, andiamo a scoprirne i tantissimi benefici. Camminare infatti aiuta a ridurre lo stress, fa bene al cervello, porta il buon umore. Inoltre aiuta a dimagrire e a mantenersi tonici. Ma vediamo più da vicino i benefici più importanti dati dalla camminata.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Camminata estiva – Ecco i tanti benefici

Per prima cosa, è bene sapere che già dopo 3 minuti di camminata si inizino ad avere dei benefici. La camminata, infatti ha benefici calcolabili minuto per minuto che sono:

  • Regolazione della pressione dopo 3 minuti
  • Rilascio di sostanze positive nel cervello già dopo 5 minuti
  • Capacità di pensare in modo creativo dopo 10 minuti
  • Abbassamento della glicemia dopo 15 minuti
  • Possibilità di entrare in uno stato meditativo dopo 20 minuti
  • Inizio del dimagrimento dopo i 30 minuti
  • Benefici per il cuore e di altro tipo dai 30 minuti in poi

Ma andiamo ai benefici che si hanno in generale quando si pratica la camminata regolarmente. I più importanti sono:

  • Sistema immunitario più forte
  • Perdita di peso
  • Rilassamento
  • Cuore più resistente
  • Respirazione migliore
  • Pensiero positivo
  • Abbassamento della glicemia
  • Minor rischio di contrarre il diabete di tipo 2
  • Minor rischio di contrarre alcuni tipi tumori
  • Cervello che si mantiene più giovane
  • Tiroide più sana
  • Minor rischio di andare incontro a malattie senali
  • Vita più lunga

Com’è intuibile, la camminata è un vero toccasana alla portata di tutti. Senza contare che aiuta indiscutibilmente a sentirsi meglio, ad essere più positivi e a vedere le cose da un altro punto di vista. Non per niente molta gente è solita camminare quando ha bisogno di schiarirsi le idee su qualcosa. Ebbene, camminando in modo efficace questo effetto sarà ancora più evidente.

Ciò che conta, è rendere la camminata un momento piacevole da dedicare a se stessi e non qualcosa da fare come un obbligo. A volte basta scegliere il posto giusto dove camminare e ascoltare i propri brani preferiti per trasformare questo momento in un appuntamento piacevole e che, tra le altre cose, fa anche bene.

persone che camminano
Persone che camminano – Fonte: iStock photo

Attenzione: Come già detto la camminata è da intendersi come una vera e propria attività fisica. Per questo motivo, se si soffre di patologie, si assumono farmaci o non ci si è mai allenati, prima di iniziare a praticarla è bene chiedere un parere al proprio medico curante.

Scritto da Danila Franzone