Home Attualità Ragazza scomparsa nel 2014 trovata nella camera di un albergo

Ragazza scomparsa nel 2014 trovata nella camera di un albergo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:56
CONDIVIDI

Di Penelope Iks non si avevano più notizie da quando aveva solo 11 anni. È stata trovata in uno stato cadaverico in una stanza d’albergo.

Tra i fatti di cronaca ai quali assistiamo quotidianamente emergono storie assolutamente tragiche che testimoniano gli aspetti più oscuri dell’umanità. Fortunatamente, alcune di questi avvenimenti hanno un lieto fine. Questo è il caso di Penelope Iks, una ragazza scomparsa nel 2014 e ritrovata sei anni dopo la sua scomparsa. Penelope Inks è riuscita a riabbracciare la sua famiglia, seppur devastata dal suo destino crudele e da un terribile trauma che difficilmente supererà. Il sito britannico Metro ha trasmesso la sua commovente storia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Stamattina era scomparsa da casa, in serata la macabra scoperta

Un lieto fine per Penelope Inks

penelope Inks
Photo by National Center for Missing and Exploited Children

Penelope Inks è stata trovata viva sei anni dopo l’ultima volta in cui era stata avvistata, grazie ad un’immagine potenziata dal computer del National Center for Missing and Exploited Children, atta a fornire un’idea di quelle che sarebbero potute essere le sembianze attuali della ragazza.

Fortunatamente un lieto evento per questa storia che scosse gli Stati Uniti e una famiglia che smarrì una bambina sei anni fa. Penelope Inks ora è cresciuta e ha 17 anni. Mantiene lo stigma fisico di questo evento crudele, chiaramente indebolita, tanto che la definiscono l’adolescente cadavere. I suoi familiari sono felicissimi di averla riabbracciata e condividono questo momento commovente del ritrovamento dopo il terrore per il rapimento della bambina.

Penelope Inks: un adolescente cadavere

Penelope InksSarebbe fantastico se  il notiziario comunicasse il ritrovamento di Denis Pepitone o Angela Celentano che hanno segnato l’Italia dopo la loro scomparsa. Immaginiamo quindi che anche gli Stati Uniti, in apprensione da 6 anni per Penelope, stiano ora tirando un bel sospiro di sollievo.

Quando venne rapita, Penelope aveva solo 11 anni. Sei anni dopo è stata ritrovata in uno stato lugubre in un hotel a Madisonville, in Texas. Grazie alle indagini di Philip Klein, un investigatore assunto dal papà di Penelope. L’uomo ha raccontato di aver ritrovato una ragazza sofferente:  “Era denutrita, le ho portato qualcosa da mangiare ma lo ha rifiutato, si nutriva di bibite e caramelle, pesava solo 34 kg e aveva 16 anni. Non sa di chi fidarsi, di chi non fidarsi”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coppia | E’ giusto restare insieme per i figli?

Una figlia rapita dalla propria madre

Penelope venne rapita da sua madre. Dopo questo terribile evento, la ragazza che oggi ha 17 anni è stata affidata ai servizi di protezione dei minori. Potrà tornare dalla sua famiglia non appena che i medici avranno valutato la sua salute fisica e mentale.

Penelope scomparve con sua madre, Heather, dopo che suo padre ottenne la custodia esclusiva della bambina. Secondo quanto riferito dalle autorità, fù proprio sua madre a rapire la figlia per poi condurre una vita da fuggitiva per sfuggire alle autorità. La donna ha usato molti pseudonimi per impedire che sua figlia venisse trovata.

Ironia della sorte Penelope è stata ritrovata proprio grazie a sua madre, la quale ha commesso due errori che si sono rivelati decisivi: la donna ha usato  lo pseudonimo di una donna già nota alle autorità e ha chiamato la polizia da un’albergo, che la polizia è riuscito a rintracciare, per denunciare che suo marito stava cercando di avvelenarla.

Heather Inks è stata arrestata con l’accusa di rapimento senza cauzione. Una decisione che rende giustizia al padre di Penelope, che non ha mai smesso di cercare sua figlia con l’aiuto di Philip Klein. L’ispettore racconta oggi questa felice scoperta: “Il padre era sollevato e anche Penelope. È felice di non dover più correre in tutti gli Stati Uniti con una madre che nella migliore delle ipotesi è una criminale e nella peggiore dei casi un animale. “ .

Se Penelope è stata trovata, è principalmente grazie all’efficace intervento della polizia. Philip Klein si congratula: “Non posso che elogiare l’FBI. Non posso che elogiare il dipartimento di polizia di Madisonville, il dipartimento dello sceriffo della contea di Madison.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 5 consigli per affrontare il divorzio in modo amichevole

Divorzio: le conseguenze per il bambino

Se nel caso di Penelope, le conseguenze del divorzio dei suoi genitori sono state terribili, alcune separazioni possono essere devastanti peril bambino. La guerra tra i genitori può portare a un ricatto emotivo destabilizzante. Questo evento deve essere gestito con maturità ed equità tra le due persone che desiderano legittimamente intraprendere una strada diversa e ricordare che un matrimonio tossico fa male a un figlio più che un divorzio.