Dieta della memoria | carboidrati, olii vegetali e glucosio aiutano

0
1

La dieta è uno dei rimedi più efficaci per difendere la memoria, a tutte le età, è mangiare cibi ricchi di vitamine, proteine, glucosio e minerali

pixabay

La dieta della memoria non è soltanto un buon esercizio a tavola, ma serve soprattutto a prevenire. Con il passare dell’età infatti il cervello funziona meno bene e rischia di andare incontro a malattie degenerative. Ecco perché oltre all’esercizio fisico e mentale, per tenere allenato il cervello è utilissimo una regime regolare e sano, comprendente tutti quegli alimenti utili per rafforzare la memoria

SULLO STESSO ARGOMENTO:Problemi di memoria? Forse è perché non mangi questo cereale

La ricerca ha dimostrato da tempo che abitudini alimentari equilibrate sono in grado di migliorare le capacità di memorizzazione. Il  nostro cervello in particolari situazioni di stress ed utilizzo intenso ha bisogno di una dieta appropriata. Ma se questa diventa una buona abitudine quotidiana, dovrà accompagnarci per tutta la vita. Perché in fondo si tratta semplicemente di scegliere cibi naturali e ricchi di quelle vitamine e proteine necessarie.

Dieta della memoria, i consigli a tavola

pixabay

Anzitutto si parte con una colazione che, salvo controindicazioni mediche per particolari problemi di salute, deve essere ricca di carboidrati e proteine. Quindi dobbiamo puntare da una parte su cereali, pane, marmellata, biscotti  e dall’altra su latte o yogurt.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Memoria a breve termine, ecco come funziona

In questo senso risulta molto utile il glucosio, considerato fonte primaria di energia per il cervello. I cibi che lo contengono  in grande quantità sono riso, pasta, pane, frutta, verdura, miele, dolci e zucchero. E alcuni di questi possono essere tranquillamente distribuiti lungo tutta la giornata e non solo a pranzo o a cena.

Allo stesso modo il nostro corpo necessita dei grassi contenuti negli olii vegetali che si trovano nel germe di grano, nella frutta secca oleosa, nell’olio di soia e noci. Sono tutti facilmente assimilabili dall’organismo, così come i grassi ‘Omega 3’ che troviamo in tonno, acciughe, salmone e sgombro e sono anche ottimi antidepressivi.

Non possiamo poi trascurare i minerali e le vitamine che hanno un alto valore per l’attività cerebrale e il ferro che si può assumere mangiando carne, pesce, legumi e spinaci.

dieta memoria
pixabay

Tra le vitamine sono migliori le B6 (cereali, frutta, verdura), B12 (alimenti di origine animale). Ma anche l’acido folico  contenuto in fagioli, pomodori, arance e spinaci. Senza ovviamente dimenticare la vitamina C ed E che protegge l’organismo, in questo caso il cervello, dai danni provocati dai radicali liberi.