Home Curiosità 5 momenti in cui il nostro cervello ci tradisce

5 momenti in cui il nostro cervello ci tradisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:22
CONDIVIDI

Ogni giorno il nostro cervello ci gioca brutti scherzi: pensiamo di controllare tutto, ma la realtà è ben differente. Scopri le 5 maggiori distorsioni cognitive.

cervello
Photo Pixabay

Hai mai sentito parlare delle distorsioni cognitive? Queste sono forme di pensiero che ci discostano dalla logica e ci “ingannano”. Ci ritroviamo quindi a pensare in modo totalmente illogico. Ecco le 5 forme di distorsioni cognitive più diffuse che ti sarà senz’altro capitato di sperimentare almeno una volta nella vita.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Cervello sano ed efficiente | i 6 cibi migliori per averlo in forma

Distorsioni cognitive, cosa sono e cosa producono

dubbio
Photo Adobe stock

Le distorsioni cognitive sono degli “errori” che la mente fa e dei quali solitamente non ci si accorge.

Il sito psicologo-parma-reggioemilia.com fornisce una definizione molto chiara di distorsione cognitiva quale:

Le distorsioni cognitive sono sia una causa, sia un effetto della rigidità mentale. Contribuiscono a una rappresentazione della realtà che si alimenta delle sue stesse certezze e sono frutto del bisogno di mantenere in ordine quest’ultime”.

A qualunque accadimento della tua vita effettvamente tu dai una spiegazione soggettiva che dipende dalla tua cognizione delle cose. Se sei un ottimista tenderai ad avere una visione positiva ma se sei una persona negativa, al contrario, sarà in quest’ottica che percepirai gli eventi. In entrambi i casi il tuo io interiore ti renderà coerente. Eppure certamente può capitare che qualcosa contrasti questa coerenza. Questo accade quando un’informazione che ci arriva contrasta una radicata certezza. Questo crea una dissonanza cognitiva, che si risolve in due modi: o si cambia idea o si ignora quell’informazione contraddittoria restando fermamente ancorato alle proprie idee.

Ecco alcune distorsioni cognitive comuni:

1/Distorsione retrospettiva

Cercheremo di spiegare questi concetti con esempi pratici in modo da renderli più comprensibili. Primo esempio: pensiamo ad una parola da diversi minuti quando improvvisamente qualcuno la pronuncia e non possiamo fare a meno di dire che ce l’avevamo sulla punta della lingua. Secondo caso: non prendiamo i nostri occhiali da sole e una volta sulla terrazza ci arrabbiamo per non averli presi perché ci avrebbero fatto  proprio comodo. In realtà non avevamo la parola sulla punta della lingua, altrimenti l’avremmo detta e non sapevamo che gli occhiali ci sarebbero serviti, altrimenti non avremmo lasciato gli occhiali a casa. Una volta che succede qualcosa, hai una fastidiosa tendenza a sopravvalutare quanto ti aspettavi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Chi sei veramente | Scoprilo in 10 mosse

2/Cecità distratta

Prestando attenzione a qualcosa in particolare, ci manca completamente qualcos’altro. L’esempio più lampante di quando il nostro cervello si lasci andare è il test dei gorilla. In questo video del 1999 ci sono delle persone vestite di bianco ed altre vestite di nero  che giocano a basket, agli spettatori viene chiesto di concentrarsi sulle persone in bianco e contare i loro passaggi. Nel mezzo del video, passa una persona travestita da gorilla e la maggior parte degli spettatori non lo vede assolutamente.

3/Trascurare le probabilità

Quanti di noi hanno paura di salire su un’aereo per paura di avere un incidente eppure sono al volante ogni giorno? Tuttavia la probabilità di avere un incidente mortale in un’auto è molto più alta di quella di morire in un aereo. Logicamente, dovremmo avere paura più dell’auto. Sì, ma … il cervello a volte non ha nulla a che fare con la logica e tende a sopravvalutare i rischi di una situazione quando non gli è familiare,  sebbene non sia molto pericolosa, mentre sottostimerà quelli indotti da una situazione familiare seppur pericolosa.

4/L’effetto Barnum

Chiamato anche effetto Forer, questo pregiudizio porta a riconoscersi in una descrizione sufficientemente vaga della personalità per essere applicabile a un gran numero di persone, una forma di manipolazione. L’esempio più eclatante è quello degli oroscopi: leggendo ciò che viene descritto per il nostro segno, ricordiamo solo ciò che corrisponde alla nostra personalità e ci diciamo che è tutto vero. Idem per i test di personalità in cui, anche se certe cose non sono vere, ricordiamo solo ciò che si addice a noi e troviamo stepitoso quanto un test sia in grado di descrivere la nostra personalità …

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 10 modi per aumentare i livelli di dopamina nel cervello

5/Profezia che si autoavvera

” Te l’avevo detto”. Quante volte ti è sembrato di aver anticipato un evento imminente? In realtà, si scopre che nella maggior parte dei casi, dopo aver annunciato qualcosa o aver espresso un giudizio su qualcosa o qualcuno,  c’è sempre chi influenza la nostra percezione delle cose. Peggio ancora, rischiamo di modificare inconsciamente il nostro comportamento affinché ciò accada. Quindi, per esempio quando supponiamo che una persona sia fredda e distante, rischiamo di allontanarci noi da lui e ci sono buone probabilità che per via del nostro comportamento lui finisca per essere freddo …

coppia dubbi
Photo Adobe Stock

Scopri tutti i nostri articoli nella sezione Psiche e Personalità e conosci meglio te stesso e rendi migliore le tue relazioni con gli altri.