Chiara Ferragni | La sua nuova battaglia è contro la violenza sessuale

0
1
Chiara Ferragni contro la violenza sulle donne
Chiara Ferragni (Fonte: Instagram)

Nelle scorse settimane Chiara Ferragni ha mobilitato tutte le sue risorse per sostenere gli ospedali italiani con un’enorme raccolta fondi. Oggi l’influencer ha deciso di diventare voce delle donne inascoltate.

Chiara Ferragni contro la violenza sulle donne
Chiara Ferragni (Fonte: Instagram)

Moltissimi personaggi pubblici, nel difficilissimo periodo del lockdown, si sono spesi per sostenere il morale pubblico e la sanità italiana. Nessuno però, più di Chiara Ferragni (e di suo marito Fedez) ha dimostrato di saper crescere a livello personale durante la quarantena.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Fine Quarantena | Paura di ricominciare la vita di sempre? È normale ma bisogna superarla

Chiara Ferragni ha deciso di indirizzare tutta la propria influenza e le propria energia mediatica su tematiche di assoluta urgenza. Se prima si è trattato della necessità di rimanere attivi e ottimisti, poi di combattere il Coronavirus (anche) con la beneficenza, negli ultimi giorni Chiara ha deciso di manifestare la propria solidarietà a tutte le donne che sono state in passato, e che sono ancora oggi, vittime di abusi e di violenza sessuale.

Il suo lunghissimo messaggio su Instagram è una dichiarazione d’intenti e parla del desiderio di educare alla gentilezza e di dar voce alle donne ferite attraverso quello che Chiara sa fare meglio: comunicare via social.

Chiara Ferragni: “I racconti del Denim Day mi hanno scioccato”

chiara-ferragni-compleanno
Chiara Ferragni – Foto Instagram da https://www.instagram.com/chiaraferragni/

È successo tutto per caso: Chiara ha deciso di guardare i video che sono comparsi negli ultimi giorni su Tik Tok e che sono stati taggati con l’hashtag #DenimDay.

In questi video moltissime ragazze e ragazzi hanno raccontato (spesso per la prima volta) le loro esperienze con la violenza sessuale.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Chiarimenti su violenza sessuale non aggravata | Cassazione

L’hashtag nasce da una sentenza italiana emessa negli anni Novanta e che divenne tristemente famosa per l’assurdità della decisione del giudice. In quella sentenza si affermò che una ragazza che indossi un paio di jeans aderenti non può essere stuprata perché i pantaloni sono troppo difficili da “strappare di dosso” e, per quel motivo, evidentemente il rapporto dev’essere consumato in maniera consensuale.

Chiara è rimasta letteralmente shockata non soltanto dalle storie che i ragazzi hanno raccontato ma anche dal numero di casi sommersi che spesso si consumano senza che l’aggressore venga punito.

“Sono rimasta a bocca aperta e con le fitte allo stomaco per quanto questi video fossero forti per me” ha spiegato Chiara. “Ma poi ho anche sorriso. Il mondo di internet e dei social media sta in parte cambiando le cose: sta dando voce e un pubblico globale con cui confrontarsi”.

Consapevole quindi dell’importanza dei social media e della comunicazione via internet per le persone vittime di abuso, Chiara si è detta molto orgogliosa della nuove generazioni. I giovani stanno imparando a utilizzare i social come un “incubatore di grandi messaggi sociali”, dando alle vittime la possibilità di raccontarsi in prima persona.

Chiara ha poi invitato le vittime di violenza a non nascondere le proprie esperienze e a confidarsi con gli amici e con la famiglia senza paura, in maniera che le autorità possano essere allertate.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Violenza sulle Donne | “Mascherina 1255” è il nuovo codice salvavita

Come c’era da aspettarsi dalla Ferragni, Chiara ha anche affermato di non voler rimanere con le mani in mano e che, forte del suo pubblico formato da oltre 20 milioni di follower, cercherà di educare e sensibilizzare il più possibile l’opinione pubblica in merito al tema della violenza sulle donne.

Convinta che i social possano essere utilizzati per creare dei veri e propri cambiamenti epocali, Chiara ha concluso invitando tutti coloro che si sentono di farlo a condividere messaggi a sostegno delle vittime di violenza, per far sentire loro che non sono sole e che “valgono molto di più” rispetto a come sono state trattate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni) in data:

Che Chiara abbia deciso davvero di cambiare il mondo? Probabilmente sì, un crop top alla volta.