Parrucchieri e estetiste | linee guida Iss e Inail per la riapertura

0
10

I parrucchieri ed i centri estetici riapriranno da lunedì 18 maggio in tutta Italia. Prestazioni solo su appuntamento, sanificazioni dei locali, uso delle mascherine e tutte le linee guida Iss e Inail per la riapertura. 

Parrucchieri e estetiste linee guida Inail Iss per riapertura
Foto: AdobeStock

I parrucchieri e i centri estetici potranno riaprire da lunedì 18 maggio in tutta Italia. Tantissime infatti le proteste degli operatori del settore e delle associazioni di categoria quando nell’ambito delle proposte delle riaperture delle attività commerciali il governo aveva indicato il primo di Giugno per tutte le attività legate al mondo dell’estetica.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Linee guida di Inail e Iss | Al ristorante distanza di 4 metri

I saloni di bellezza potranno riaprire, ma vincolati a regole e linne guida per la protezione del cliente e dell’operatore stilate dall’Iss e dall’Inail, regole che dovranno essere seguite alla perfezione e il cui rispetto sarà garantito da controlli. Ma scopriamo tutte le linee guida per la riapertura degli esercizi commerciali di parrucchieri ed estetiste.

Linee guida Iss e Inail per la riapertura di Parrucchieri e Estetiste

Linee guida Iss e Inail per riapertura parrucchieri e centri estetici
Foto: AdobeStock

I parrucchieri e le estetiste potranno tornare a lavorare ma lo dovranno fare sottostando a ferree regole di igiene e comportamento per la salvaguardia della salute dei clienti e degli operatori del settore. Si tratta di circa 140 mila imprese sparse su tutto il territorio nazionale.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Come si starà in spiaggia e al mare? INAIL e ISS dettano le linee guida

Si è discusso molto sulla possibilità di prorogare l’apertura di questo tipo di attività che prevede la stretta prossimità con il cliente, ma l’urgenza economica che si sta creando ha previsto la riapertura per il prossimo 18 maggio sotto precise indicazioni di sicurezza e igiene dell’Inail e dell’Istituto superiore di Sanità che vi riportiamo a carattere generale ma che possono essere visionate nel documento originale consultabile e scaricabile sul sito ufficiale dell’Inail .

Gli orari di apertura e chiusura

GLi orari di apertura e chiusura delle attività potranno essere flessibili per permettere di erogare prestazioni a più clienti, visto che non sarà possibile eseguire più trattamenti in contemporanea.

All’interno del locale si potranno riorganizzare gli spazi interni per creare aree di attesa che potranno essere previste all’esterno del locale. Le porte del locale dovranno restare aperte vista l’eliminazione di tutti gli impianti di ricircolo dell’aria.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Guanti e mascherine | L’effetto boomerang della prevenzione

Prenotazione obbligatoria e distanze di sicurezza 

L’Inail indica, per quanto riguarda le misure organizzative generali, la prenotazione obbligatoria della prestazione, in cui il cliente dovrà indicare il tipo di trattamento richiesto, la divisione delle postazioni di lavoro con una distanza minima di due metri, l’eliminazione di ogni oggetto di utilizzo promiscuo nel locale come ad esempio le riviste.

Le persone che accedono al locale dovranno mettere in una busta fornita dall’esercente tutti gli effetti personali e verranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea. 

Lo shampoo sarà obbligatorio per qualsiasi prestazione e per quanto riguarda il pagamento saranno privilegiati bamcomat e sistemi contactless. 

Clienti e operatori dovranno indossare la mascherina e i lavoratori dovranno indossare anche schermi facciali e guanti in nitrile. Asciugamani e grembiuli monouso sostituiranno quelli in stoffa riutilizzabili. I locali, le postazioni lavoro andranno sanificati ogni giorno e dovranno essere predisposti dei dispenser con soluzioni igienizzanti. 

La conversazione tra operatore e cliente sarà privilegiata attraverso lo specchio e il professionista dovrà svolgere le procedure restando alle spalle del cliente.

Centri estetici 

Per quanto riguarda i centri estetici, dovranno essere aboliti tutte le saune, bagno turco e vasche idromassaggio, così come i trattamenti che prevedono l’utilizzo del vapore.

Ad ogni cambio cliente, vanno disinfettate tutte le superfici della cabina estetica e per gli operatori è previsto l’uso delle mascherine Ffp2 e ffp3 oltre alle visiere e schermi facciali. 

Tutte le strumentazioni di lavoro sia per i parrucchieri che per le estetiste, andranno igienizzati con soluzioni idroacoliche o a base di cloro. 

pandemia Covid 19
Foto da Pixabay

Si riparte, ma con nuove condizioni e regole a cui ci abitueremo, come ci siamo abituati a vivere l’isolamento in casa e a rivedere le regole di comportamento sociale che forse saranno nostre per molto tempo, anche dopo la fine della pandemia.

(Fonte: Inail.it – Gov.it)