Home Gossip Bianca Guaccero | Detto Fatto cambia forma: “Il mio ritorno felice”

Bianca Guaccero | Detto Fatto cambia forma: “Il mio ritorno felice”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:52
CONDIVIDI

Bianca Guaccero è tornata a Detto Fatto: la felicità, l’adrenalina e una piccola rivoluzione per stare al passo coi tempi.

BIanca Guaccero Detto Fatto ritorno
BIanca Guaccero (Fonte: Instagram)

In questo periodo si sono spese moltissime parole in merito alla funzione della televisione durante l’emergenza Coronavirus. 

Mentre moltissimi programmi hanno virato verso una televisione di informazione, altri sono stati semplicemente sospesi per lasciare più spazio nel palinsesto televisivo ad aggiornamenti continui sull’epidemia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Situazione Coronavirus in Italia 

Detto Fatto è stato tra i programmi sospesi per l’intera durata del lockdown Bianca Guaccero ha dovuto “ripiegare” sulle dirette Instagram per rimanere in contatto con i suoi telespettatori.

Tra l’altro la Guaccero si era anche trovata costretta a smentire le voci che la volevano ammalata di Coronavirus, affermando che non è mai stata positiva.

A partire da ieri però le cose sono cambiate Detto Fatto è ripreso. La Guaccero ha raccontato cosa le è mancato di più e, soprattutto, come il programma sarà diverso per fare televisione utile in un periodo di transizione.

Bianca Guaccero: “Avevo nostalgia di Detto Fatto”

bianca guaccero
Bianca Guaccero – Foto Instagram da https://www.instagram.com/p/CACrcnPHKzG/

Aveva nostalgia delle telecamera e dell’adrenalina dell’andare in onda. Lo ha confessato Bianca a TV Sorrisi e Canzoni poco dopo la prima giornata di trasmissione.

In queste settimane si è avvicinata alle dirette Instagram con le quali non aveva grande dimestichezza prima, ma di certo la webcam di un telefono non è paragonabile all’eccitazione di uno studio televisivo.

C’è da dire però che, anche se Detto Fatto è ripreso, le cose sono profondamente diverse da prima. Le nuove regole di sicurezza per i lavoratori dello spettacolo impongono di mantenere le distanze di sicurezza e, naturalmente, non è ancora possibile avvalersi del lavoro di parrucchieri e make up artist.

Proprio per questo motivo, Bianca ha spiegato di prepararsi a casa e di arrivare negli studi per la diretta, ma non moltissimo tempo prima di cominciare la trasmissione, proprio per minimizzare il rischio di contagio limitando il tempo trascorso insieme ai colleghi.

Si tratta di misure di sicurezza che sono state applicate anche negli studi Mediaset: non troppo tempo fa Gerry Scotti aveva raccontato com’è registrare le puntate di Striscia ai tempi del lockdown.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Gerry Scotti: “Oggi condurre Striscia è terribile”

Oltre alle profonde trasformazioni tecniche, che comunque ha affrontato con entusiasmo e con tantissima voglia di rimettersi in gioco, Bianca Guaccero ha dovuto anche fronteggiare dei cambiamenti strutturali del programma.

“Ci siamo adeguati ai tempi” ha spiegato la conduttrice, che ha sottolineato come il programma abbia deciso di concentrarsi su problemi pratici e sulla loro soluzione con i mezzi che si hanno a disposizione durante la quarantena. I tutorial di questi giorni, per esempio, si focalizzeranno sulla cura dei capelli in quarantena, con tagli e tinture da provare in casa, ma anche su ricette rapide che si potranno preparare con ingredienti che tutti abbiamo in casa.

Anche il cambio di look, affidato a Carla Gozzi, si adeguerà alle nuove forme di comunicazione imposte dal Coronavirus: nel corso delle varie puntate la Gozzi chiamerà i telespettatori per rinnovare il loro look a distanza, un po’ come succedeva nelle spumeggianti dirette Instagram dei giorni scorsi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bianca Guaccero (@biancaguacceroreal) in data:

Infine, ampio spazio sarà dedicato ai bambini con particolare attenzione alle attività da fare in casa e al loro benessere psicofisico. Questa rubrica prima non faceva parte della struttura del programma, ma gli autori hanno ritenuto assolutamente fondamentale fornire un servizio su misura per i più piccoli.