Maturità 2020 | esame orale, crediti, tesina e valutazione

0
2

Maturità 2020: esame orale, quanti crediti vale, come funzionerà la tesina e i criteri per la valutazione. Tutto quello che c’è nella bozza ministeriale

getty

Maturità 2020: la bozza del MIUR specifica nei dettagli tutto quello che la ministra Lucia Azzolina aveva già anticipato nei giorni scorsi. Non è ancora il resto definitivo, perché attende l’approvazione del Consiglio superiore della pubblica istruzione, ma ormai ci siamo. E così da oggi sono più chiari a tutti tempi, modalità e svolgimento dell’esame che sarà soltanto orale.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Maturità 2020, firmata l’ordinanza | la ministra Azzolina cambia tutto

Partiamo intanto da un punto: tutti ammessi all’esame, come ha deciso in ministero, non significa automaticamente tutti promossi. Ci saranno criteri di valutazione precisi e sufficientemente severi per attribuire meriti e demeriti agli studenti. A decidere sarà anche l’esame orale, al via dalle .30 del 17 giugno e che durerà circa 60 minuti per ogni candidato.

Ad esaminarlo, una commissione presieduta da un commissario esterno ma con tutti membri interno scelti tra i professori che hanno seguito quelle classi. Tutti gli studenti partiranno da un massimo di 60 punti così suddivisi: 18 per il terzo anno di studi, 20 per il quarto anno e 22 per l’ultimo anno, quello in corso.

Discorso diverso per gli studenti esterni. La loro ammissione sarà conseguente al superamento degli esami preliminari, previsti a luglio e con l’obbligo della presenza. Toccherà al dirigente scolastico valutare eventuali richieste di esami in videoconferenza (ad esempio per studenti degenti in ospedale o detenuti).

Maturità 2020,  un esame orale in cinque punti

Getty

Ma quale sarà l’argomento dell’esame orale alla Maturità 2020? In pratica sarà la discussione di ua tesina basata sulle discipline di indirizzo della seconda prova scritta- Quindi  matematica e fisica per gli indirizzi scientifici, latino e greco per i classici). L’argomento sarà assegnato a ciascun candidato, su indicazione dei docenti specifici, entro il 1° giugno. E i maturandi dovranno far pervenire copia della tesina ai docenti della sottocommissione via posta elettronica entro il 13 giugno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Esame di maturità 2020 | Chiarimenti del Ministro dell’Istruzione Azzolina

Il colloquio finale, che vale i rimanenti 40 punti per arrivare a 100 (ma è prevista come sempre anche la lode) non sarà solo tesina. Previste anche la discussione di un breve testo di lingua e letteratura italiana, già studiato nell’ultimo anno. E poi “l’accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate nell’ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione”. Ma anche l’analisi di  materiale scelto dalla commissione e l’esposizione dell’esperienza di Pcto, cioè l’ alternanza scuola-lavoro.

Con 60 punti, lo studente è promosso, ma è già chiaro che non sarà una maturità come quelle degli ultimi anni.