Home Attualità Allerta alimentare | Spezia ritirata dal mercato

Allerta alimentare | Spezia ritirata dal mercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:15
CONDIVIDI

Presenza di alcaloidi riscontrate in cumino proveniente dalla Turchia.

Cumino
Cumino – Fonte: Adobe Stock

Le allerte alimentari sono un sistema nato al fine di proteggere in consumatori da cibi che, per problemi di vario genere, possono risultare nocivi per la salute. Si tratta di alimenti che vengono bloccati alle frontiere o che una volta diffusi nel mercato subiscono dei richiami per la sospetta o comprovata presenza di sostanze nocive.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Allerta alimentare: Ritirati spinaci surgelati

Un problema che negli ultimi tempi, a causa del Coronavirus, sembra essere in calo ma comunque presente. In questi giorni, ad esempio, il RASFF, ovvero il sistema di Allerta Rapido Europeo che svolte la funzione di controllare la sicurezza di alimenti e mangimi, ha effettuato delle segnalazioni riguardanti i ritiri di alcuni alimenti. Per quanto riguarda l’Italia, l’alimento bloccato è stato una spezia, ovvero il cumino.

Bloccato cumino macinato biologico in arrivo dalla Turchia

cumino
Cumino – Fonte: Adobe Stock

Il cumino è una spezia molto usata, specie per la preparazione di piatti esotici. Non è raro quindi, acquistarlo anche sfuso e proveniente da altri paesi.
Si tratta infatti di una spezia largamente usata in Italia come nel resto del mondo e presente in molte ricette, specie di tipo esotico. Generalmente si può trovare sia sotto forma di semi che macinato. Ricco di antiossidanti è considerato una delle spezie ricche di benefici per l’organismo.

In questi giorni, Il RASFF ha segnalato il blocco di alcuni lotti di cumino. Si tratta di:

  • Cumino macinato biologico in arrivo dalla Turchia attraverso la Francia. Il motivo del ritiro è la presenza di alcaloidi pirrolizidinici.

L’allerta è grave e l’Italia rientra tra i paesi interessati.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Allerta alimentare: Passata di pomodoro ritirata

Altre allerte rese note in questi giorni

  • Un’altra allerta, seppur meno grave ma comunque segnalata riguarda invece alcuni tranci di pesce marlin dove è stata riscontrata la presenza di mercurio.
  • Per quanto riguarda i prodotti ritirati dalle frontiere, sempre attraverso il RASFF è stato reso noto il ritiro di patatine di mais aromatizzate al formaggio e in arrivo dalle Filippine. Ritiro avvenuto a causa della presenza di colorante E110 Giallo tramonto FCF.

Come sempre, quando si parla di allerte alimentari, il consiglio è quello di prestare attenzione ai prodotti che si hanno in casa e qualora si ritenesse di averne uno di quelli indicati dagli organi competenti si può contattare il proprio negozio di fiducia per effettuare il reso o per poter avere il cambio con un altro prodotto.