Home Coppia Intimità Fallimento di una relazione | 4 segnali premonitori individuati dalla scienza

Fallimento di una relazione | 4 segnali premonitori individuati dalla scienza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:13
CONDIVIDI

Una ricerca dell’Università di Washington ha individuato i quattro indicatori del fallimento di una relazione, atteggiamenti che fanno naufragare quasi al 100% una coppia.

crisi coppia
Foto da unsplash.com

A volte semplicemente non ce ne accorgiamo. Arriviamo al capolinea e ci chiediamo come sia potuto accadere: come ha fatto quell’amore ad esaurirsi così? Come è potuto accadere che una relazione che doveva essere per sempre sia arrivata alla sua fine?

La persona che amavamo nel migliore dei casi è oramai un’estranea, nel peggiore l’oggetto del nostro risentimento. Come siamo arrivati a tutto ciò? E pensare che secondo la scienza il modo per intuire l’inevitabile epilogo c’era e, anzi, era proprio lì davanti i nostri occhi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Confessioni di un’ex moglie | 4 errori imperdonabili commessi da sposata

Quattro segnali, tanti ne hanno individuati gli studiosi analizzando più di un milione di persone. Si è partiti dalla qualità dei loro rapporti professionali paragonati con la loro performance lavorativa e dal mondo del lavoro si è poi traslato il tutto nel mondo delle relazioni in generale, incluse quelle sentimentali.

Così si sono individuati i “quattro cavalieri“. Quelli dell’apocalisse? Quasi,

Coppia, il fallimento annunciato da 4 segnali secondo la scienza

coppia fuoco
Foto da unsplash.com

Il dottor John Gottman e i suoi colleghi dell’Università di Washington hanno individuato quattro indicatori del fallimento di una relazione.

A quanto pare riscontrare la presenza di questi quattro particolari atteggiamenti corrisponde nel 93% dei casi (eh si avete letto bene) al sicuro “inizio della fine” per una coppia.

Ma di che atteggiamenti si tratta? Essenzialmente sono quattro comportamenti nati dal dilagare delle emozioni, dall’andare fuori controllo e scadere in atteggiamenti controproducenti. Se infatti il conflitto in una relazioni è da mettere in conto è il modo in cui si reagisce ad esso a fare la differenza e questi quattro atteggiamenti sono il segnale che la reazione in questione non è né costruttiva né produttiva.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Crisi di coppia | Come riconoscerla

La critica – Nelle relazioni sane si migliora insieme, il partner aiuta a mettere a fuoco i piccoli difetti, i comportamenti sbagliati e collabora nel correggere là dove si può. Ciò non deve però mai scadere nel classico “processo”, in quell’agguerrita critica senza quartiere che suona come un’aggressione. Far sentire l’altro sbagliato è, a tutti gli effetti, un vero e proprio colpo al cuore, soprattutto perché, il più delle volte, colpisce là dove l’altro è impotente, in quegli aspetti della personalità che semplicemente non possono esser cambiati poiché, nel bene o nel male, descrivono la persona stessa così come è.

Il disprezzo – Parliamo di una vera e propria mancanza di rispetto, di quell’atteggiamento che mira a sottomettere l’altro, a farlo sentire inadeguato, spesso schernendolo e arrivando a veri e propri insulti impliciti. Si tratta di tutte quelle frasi del genere “abbassa la cresta” che sortiscono il solo effetto di umiliare il partner ed esaltare invece chi le pronuncia.

Mettersi sulla difensiva – Spesso è un vero e proprio scudo che si attiva senza neanche farci caso ma imparare a ascoltare la voce altrui senza frapporre barriera, dando l’opportunità all’altro di esprimere la propria visione e esaminandola anche se divergente dalla propria, è l’inizio del famigerato dialogo e confronto costruttivo che molte coppie vanno cercando.

L’ostruzionismo – Eccolo proprio lui, il silenzio che uccide. E’ quel fenomeno che si verifica quando in una discussione l’altro semplicemente si rifiuta di rispondere, taglia via ogni comunicazione, anche se astiosa, e si trincera in un silenzio che equivale a un vero e proprio pugno nello stomaco per il partner. Mai frase fu più devastante di “mi rifiuto di rispondere”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Crisi di coppia, 4 passi per salvare la tua relazione

Ma questi quattro segnali possono in qualche modo esser annullati, possiamo distruggerli prima che si concretizzano? A quanto pare sì ma occorre allenate la propria intelligenza emotiva.

La capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni è infatti parte integrante della crescita personale ma anche della crescita di una relazione: come andare avanti infatti se non si sanno gestire le emozioni?

gatto coppia
Foto da unsplash.com

Ora che conosciamo i segnali premonitori del fallimento saremo comunque senza dubbio agevolati nel riconoscerli per tempo e affrontarli.

Non facciamoci spaventare dunque da questi 4 segnali premonitori e cerchiamo piuttosto di rinascerli e combatterli a tempo debito. Così si salvano le relazioni a cui teniamo.

Fonte: HuffPost