La vita in quarantena ti ha reso insonne? non sei il solo

0
4

Scopri come la quarantena ha influito sul nostro sonno, nonché le alternative e le soluzioni per tornare a cadere tra le braccia di Morfeo.

insonnia
Donna che soffre di insonnia – Fonte Adobe Stock

Il nostro ritmo di vita è stato capovolto nell’era del coronavirus, dove molti paesi in tutto il mondo hanno adottato e stanno adottando misure di contenimento per combattere l’epidemia. Questo cambiamento nel ritmo e nelle aitudini quotidiane potrebbe essere la causa di molti disturbi, incluso quelli del sonno. Scopri come rimediare in modo efficacie.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Insonnia | Facciamo bene ad assumere melatonina?

Quarantena e disturbi del sonno, qual’è il nesso?

insonnia
Adobe Stock Photo

La quarantena è un momento difficile per molti di noi poiché molte paure si mescolano e si aggiungono alla noia della monotonia delle nostre giornate o alla separazione prolungata da coloro che amiamo.

Patrick Rateau, professore di psicologia sociale  e coautore di “Le paure collettive”, dichiara che il primo effetto dell’isolamento sarebbe la stigmatizzazione specificando che l’interessato potrebbe avere “un’impressione di rifiuto del suo gruppo, sentirsi in colpa per non aver preso le misure necessarie ”. Un senso di colpa che consuma la salute mentale.

Lo sconvolgimento dei ritmi biologici

Secondo le osservazioni della dott.ssa Sylvie Royant-Parola, specialista del sonno e presidente della rete Morphée, esisterebbe “una ripercussione legata sia all’ansia ambientale che al confinamento stesso”. L’esperta spiega anche lo sconvolgimento nella vita delle persone che non possono più andare avanti con le loro abitudini e questo “in un sistema senza molte relazioni con gli altri”. Questo desiderio di uscire per vedere il mondo, scambiarsi argomenti più banali, non è soddisfatto e la pazienza è più che mai necessaria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Ecco la famosa tecnica del 4-7-8 per addormentarsi velocemente

I disturbi osservati dalla specialista testimoniano questo spossamento. La rete Morphée ha ricevuto numerose chiamate da parte di persone che dichiarano di aver sofferto di disturbi del sonno sin dall’inizio delle misure di contenimento.

“Vogliono sapere se è normale avere problemi a dormire, svegliarsi durante la notte, dormire meno”, afferma l’esperta dichiarando subito dopo che i disturbi del sonno hanno origine da uno sconvolgimento del ritmo biologico.

La specialista spiega che il nostro orologio biologico qualora non funzioni correttamente non potrà funzionare normalmente. Se vai a letto ad orari irregolari o trascorri più tempo a letto, il sonno risulta disturbato. Ha anche aggiunto che la situazione sarebbe ancora più angosciante se questi problemi si manifestano in persone già affette da disturbi del sonno o ansia. Tuttavia, specifica che durante questo periodo, tutti stanno attraversando lo stesso sconvolgimento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Disturbi del sonno, cosa mangiare per dormire meglio

Soluzioni per combattere l’insonnia

uomo disturbi del sonno
Adobe Stock Photo

Esistono due semplici azioni che favorirebbero il normale ripristino dello stato veglia sonno, ecco le raccomandazioni dell’esperta:

  • Dare priorità alla regolarità

Essere regolari significa adottare una struttura mentale e un ritmo strutturati al fine di creare una linea guida per il nostro tempo dalla mattina alla sera. Pertanto, secondo un calendario che avremo fatto precedentemente, dobbiamo dedicare un “momento in cui ci esponiamo alla luce, un altro in cui facciamo sport e uno in cui abbiamo un’attività sociale, telefonando ai parenti se in questo periodo non ci sentiamo pronti ad uscire, ecc. ”

  • Approfittare dei vantaggi della luce

La specialista ricorda il ruolo vitale di due poli che regolano la qualità del nostro sonno, ovvero l’organizzazione del nostro orologio biologico da un lato e l’affaticamento accumulato durante il giorno dall’altro.

D’abitudine molte persone sembrano andare controcorrente rispetto a ciò che chiede loro il proprio corpo e il proprio orologio biologico. Molti in isolamento, trascorrono la maggior parte del loro tempo inchiodati sugli schermi, rinchiusi in piccoli appartamenti, a volte non sufficientemente illuminati. “In questo modo danneggieranno completamente il loro orologio biologico, che non saprà più se è giorno o notte, e contribuiranno a spostare gli orari”.

insonnia
Disegno di donna con problemi di insonnia – Fonte: Adobe Stock

Inoltre, per quanto possibile, dovremmo dotarci dei mezzi per esporci alla luce mentre ci godiamo il nostro balcone o mentre facciamo la fila al supermercato per fare la spesa.