Fine Quarantena | Sapremo ancora avere relazioni sociali “reali”?

0
4

La fine della quarantena sancirà il ritorno delle relazioni sociali normali? È il sogno di molti, ma la verità sarà molto diversa perché negli ultimi mesi ci siamo abituati alle relazioni digitali. Come ci sentiremo in mezzo alla gente?

fine quarantena amici
(Fonte: Pixabay)

La fine della quarantena o almeno della Fase 1 del periodo di quarantena, ha in qualche modo riunito le famiglie e ha permesso ad amici e fidanzati (oltre ai famosi congiunti) di tornare a vedersi. Le distanze saranno rispettate? Con ogni probabilità no, perché la voglia di riabbracciare i nostri affetti più cari è altissima.

Si potrebbe scoprire però che, dopo aver passato tantissimo tempo da soli o con poche persone, ci sentiamo a disagio fuori di casa oppure nell’avere a che fare con più persone tutte insieme.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Solitudine | Perché fa bene a tutti (soprattutto in quarantena)

Entrambe queste reazioni sono assolutamente normali e soprattutto saranno probabilmente molto diffuse.

Quando ritroveremo la nostra capacità di stare a nostro agio in mezzo agli altri e, soprattutto, come?

Relazioni sociali dopo la fine della quarantena: cosa cambierà?

Relazioni sociali fine quarantena
(Fonte: Pixabay)

Abbiamo passato settimane e mesi a immaginare il momento in cui saremmo usciti di casa e avremmo ritrovato le nostre abitudini, quelle che una volta sembravano avere poca importanza e che oggi, scopriamo, hanno un’importanza fondamentale per il nostro benessere psicologico.

Quando potremo riprendere determinate attività però potrebbe essere sconvolgente rendersi conto di non sentirsi più a proprio agio in mezzo alle persone, oppure da soli ma fuori dalle rassicuranti mura della propria casa.

Questo senso di disagio potrebbe presentarsi sia a persone introverse sia a persone estroverse. Probabilmente le prime riusciranno a gestire molto meglio la situazione, dal momento che sono abituate da sempre ad avvertire un leggero senso di pressione quando si trovano a svolgere attività sociali. Le persone estroverse, che al contrario sono sempre state molto bene in mezzo alle persone, potrebbero invece non sapere come gestire questo “allarme”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Timidezza: come affrontarla e superarla

Innanzitutto è bene ricordare che, negli ultimi decenni la società italiana non ha mai affrontato una situazione simile a quella di una pandemia, con tutte le conseguenze sociali e psicologiche che questa situazione comporta.

Per questo motivo non si può stabilire quali reazioni siano “normali” e quali no. Ogni persona dovrebbe sentirsi libera di parlare liberamente dei propri stati d’animo perché analizzarli insieme agli altri è essenziale per individuare le loro cause e per superare una situazione di “blocco”.

Cosa cambierà quindi nelle relazioni sociali dopo la fine della quarantena?

Innanzitutto non saranno “normali” fin da subito. Come è stato ripetuto in continuazione ci sarà bisogno di convivere con il virus e soprattutto bisognerà abituarsi alle protezioni individuali come guanti e mascherine che, bisogna ammetterlo, non favoriscono la socializzazione.

Superato il problema della mascherina, però, ci si potrebbe rendere conto però che stare insieme agli amici è difficile, che non abbiamo più molto da dire e che vorremmo tornare a casa.

Ci sono varie motivazioni a una situazione del genere: innanzitutto negli ultimi due mesi non è successo niente, o meglio, l’unico argomento costantemente degno di nota è stata la pandemia.

Della pandemia e di tutto quello che riguarda il virus in generale si è parlato fino alla nausea sui social network e sui canali di comunicazione di massa: probabilmente non avremo voglia di parlarne ancora.

Parlare delle nostre attività in quarantena potrebbe essere un po’ ridondante, dal momento che con ogni probabilità le abbiamo condivise con puntualità attraverso i social.

Parlare di quello che vogliamo fare dopo il cessato allarme potrebbe essere frustrante perché c’è ancora molta incertezza su quando sarà permesso organizzare grandi eventi come concerti e altre manifestazioni. Inoltre le difficoltà economiche che molti stanno affrontando potrebbero impedire la realizzazione di molti progetti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cinema | Il Drive in è il futuro dopo il Coronavirus? Pro e contro

Per questo motivo, ritrovarsi con gli amici potrebbe essere più difficile del previsto e si potrebbe avere l’impressione di non avere molto da condividere oppure che coltivare relazioni sociali reali dopo la fine della quarantena sia uno sforzo inutile, dal momento che le relazioni digitali sono più gestibili, meno impegnative più soddisfacenti sotto certi aspetti.

Si tratta di impressioni sbagliate date dall’abitudine o dalla routine che abbiamo acquisito negli ultimi due mesi. Prima di cominciare la quarantena ci sembrava assolutamente assurdo intrattenere soltanto relazioni digitali ma, con lo scorrere del tempo anche le nonne hanno imparato come videochiamare i propri nipoti, a dimostrazione che le cose cambiano.

L’importante, nel momento in cui torneremo a instaurare relazioni sociali dopo la fine della quarantena, è non pretendere che tutto torni subito ed esattamente come prima.

Fine quarantena relazioni sociali
(Fonte: Pixabay)

Molte persone potrebbero aver bisogno di rimanere sole ancora per un po’ o di rimanere sole un po’ di tempo ogni giorno. Sarà perfettamente normale, basterà darsi il tempo necessario e alla fine troveremo un nuovo equilibrio.