Smart working, dimagrire con il grabby food | controlliamo il peso

0
2

Smart working, per non rischiare di farci tentare dal cibo calorico puntiamo sul grabby food: ricette leggere per snack dietetici

grabby food
(Pixabay)

Smart working, per dimagrire l’unico segreto è il grabby food. Se non ne avete mai sentito parlare, nessun problema. É semplicemente un regime alimentare a base di alimenti vegetali, essenziale in questi giorni di quarantena e di sosta forzata.

Ma poi, se sentite che vi fa bene potete continuare ad utilizzare questo metodo anche in futuro senza problemi. Il principio è uno solo: visto che ogni stanza della casa, dalla cucina alla camera da letto, diventa anche un ufficio portatile il rischio è quello di strafare. Non ci sono limiti, anche nel mangiare, e rischiamo di lasciarci trascinare senza fare attenzione alle calorie.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bevande per disintossicarsi | 6 consigli per un fisico sempre pronto

E allora arriva in nostro soccorso il grabby food. Grab in inglese significa prendere, afferrare, ed è riferito a quello che possiamo ‘pescare in una coppetta o in una ciotola. In pratica dovete  preparare ricette dietetiche e consumarle nelle pause dallo smart working. Aiuterà  a mantenere un equilibrio  fisico, energetico e psicologico senza fatica Tutto il contrario insomma del cibo spazzatura, dal quale potremmo facilmente lasciarci tentare nelle lunghe giornate casalinghe.

Il segreto del grabby food è preparare tutto, o quasi, la sera prima per il giorno dopo. Poi lo conservate in apposito contenitori ermetici e lo tirate fuori quando ce n’è bisogno. Quindi invece di afferrare uno snack pieno di calorie e conservanti, mangiamo qualcosa di sano, soprattutto preparato da noi.

Grabby food, tutto gli alimenti consigliati

Banane
Pixabay

Come spesso succede nell’alimentazione sana e corretta, alla base del grabby food ci sono verdura e frutta, non solo di stagione. Ma quali sono i principali componenti di un menù ideale per stare bene senza farci invadere dai sensi di colpa?

Anzitutto il cacao che libera la serotonina, cioè l’ormone del buonumore limitando gli gli eccessi di adrenalina causati dallo stress forzato. Ma anche la banana che contiene anche molto magnesio e al tempo stesso stimola la produzione di serotonina.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Frullati detox, ecco come prepararli

E ancora le carote che hanno un basso contenuto calorico e in compenso un elevato contenuto di vitamine e betacarotene. Quest’ultimo, in particolare, aiuta chi deve stare tutti il giorno davanti ad un pc perché attenua la fatica degli occhi. Ottimo anche il pistacchio, che apporta energia in tempo zero e non appesantisce. Infine, anche se nessuno di noi lo avrebbe pensato, i fagioli cannellini: sono legumi che danno moltissima energia e mantengono sotto controllo il livello di glicemia.

Proprio ai fagioli è legata una delle ricette più cliccate del momento, i brownies ai cannellini.

Serve un vasetto di cannellini , già scolati e sciacquati, 2 cucchiaini di farina di cocco, 40 gr di burro di cocco (oppure olio di girasole), 75 grammi di sciroppo d’acero. Poi 6 cucchiai di latte di avena o riso, un pizzico di sale integrale 2 cucchiaini di estratto liquido di vaniglia. Infine mezzo cucchiaio di lievito madre secco, cacao in polvere e gocce di cioccolato.

Brownies
(Pixabay)

In una ciotola mettete prima tutti gli ingredienti solidi, a cominciare dai cannellini, e poi quelli liquidi. Frullare in un mixer e poi mescolate con una frusta. Il composto dovrà risultare dovrà essere densa ma cremosa. Infornate a 180ç per 25-30 minuti e poi tagliate i vostri brownies.