Coronavirus Fase 2 | Sileri e gli affetti stabili “Anche un amico lo è”

Coronavirus Fase 2, il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri cerca di fare chiarezza sugli spostamenti e l’autocertificazione che verrà

Coronavirus Fase 2, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ha cercato di precisare il concetto di affetto stabile. Rimane uno dei punti oscuri in vista del prossimo decreto e della nuova autocertificazione per gli spostamenti. Ma lui ha un’idea: “Per me anche un amicizia è un affetto stabile – ha detto a ‘Un giorno da pecora’ su Radio Rai – e a volte è migliore di un familiare”. Anzi, se incontrasse ora, o il 4 maggio, un amico lo abbraccerebbe piangendo pure.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Coronavirus | Bambini dimenticati dal governo Conte

Queste parole sembrano aprire ad un concetto più ampio rispetto a quello immaginato dopo il discorso di Giuseppe Conte. Ma ci sono ancora dubbi: “Non sappiamo se il sesso è a rischio, ma di sicuro lo è la vicinanza”. In ogni caso sempre meglio la distanza di 1 metro, anche più. Perché va bene l’affetto tra fidanzati, ma poi magari uno dei due ha in casa un nonno anziano. E il rischio di contagio c’è sempre.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti