Fave come conservarle | segui i consigli e le ricette

Le fave si possono acquistare sia secche che fresche, quest’ultime si possono conservare a lungo e poter preparare diverse ricette anche fuori stagione.

fave proprietà
Fave foto:Adobe Stock

Le fave sono legumi amati e consumati da tanti, grazie alle numerose proprietà nutrizionali, apportando benefici al nostro organismo. E’ un frutto ricco di proteine e fibre vegetali, ma hanno pochissimi grassi, molto utili per chi segue una dieta.

Non li ritroviamo tutto l’anno le fave, la raccolta avviene in primavera, ma si possono gustare anche in altri periodi dell’anno, ma non fresche.

Noi di CheDonna.it vi diamo alcuni consigli su come conservare a lungo le fave e come utilizzarle in cucina.

Fave fresche: come conservarle

fave
Fave (istock Photos)

Le fave fresche si possono acquistare nella stagione primaverile, ma si trovano anche secche al supermercato, quindi si possono utilizzare per la preparazione di diverse ricette, tutto l’anno.

Le varietà sono diverse, ma quella più consumata è la Baggiana che ha il baccello corto e largo con semi grossi e schiacciati, si presentano di colore verde. Poi ci sono anche fave con i semi viola, ma poco utilizzati.

Le fave si possono conservare a lungo dopo l’acquisto, ma solo seguendo dei buoni consigli facendo attenzione già al momento dell’acquisto. Ecco come conservarle al meglio.

  • Verificare la freschezza: se le fave non lo saranno, non si garantirà un prodotto finale buono.
  • Il baccello deve essere sodo e integro: le fave devono avere un colore verde brillante, senza macchie e devono avere un odore fresco.

In alternativa si possono acquistare le fave secche, che però prima di essere consumate, necessitano di essere messe in ammollo per almeno 14 ore, se hanno la buccia. Quelle invece decorticate basta lasciarle in ammollo per 8 ore, poi si possono cuocere e preparare diverse ricette.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Pane di farro e grano saraceno: la ricetta e il procedimento

Dopo avere acquistato le fave fresche, si devono pulire se non le consumate così, ecco come.

  • Sgranate una ad una.
  • Dividete il baccello a metà: dovete aprire completamente ed estrarre i semi, basta far scorrere il pollice lungo il baccello.
  • Eliminate l’escrescenza che ricopre le fave: fate una pressione con le dita, se la fava sarà di colore chiaro, vorrà dire che è fresca. In caso contrario se è scura significa che sono di qualche giorno, si consiglia in questo di eliminare la pellicola esterna che riveste il seme. Facendo così saranno più tenere.
  • Trasferire le fave in una ciotola e potete preparare quello che volete.

Le fave si possono conservare in frigo per 3 giorni, ma solo ricoperte dalla pellicola trasparente, in alternativa le potete congelare. Basta sbollentarle per almeno 5 minuti in una pentola con acqua abbondante non salata. Scolate per bene e lasciatele raffreddare, poi le sistemate su un vassoio, ben distanziate tra loro e le lasciate in freezer per tutta la notte.

Riprendetele e le trasferite nelle buste per alimenti per freezer, in modo da scongelare solo le porzioni che si occorrono. Nel freezer si possono conservare per un massimo di 6 mesi, cucinatele senza scongelarle.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Zucchine | 10 semplici e sfiziose ricette da preparare

Ricette da preparare con le fave

Le fave si prestano alla preparazione di diverse ricette, dalla zuppa di fave, alla pasta e fave, fino ad arrivare alle fave fresche con pomodori secchi. Scopriamo alcune ricette, da poter fare a casa, in particolar modo se si acquistano tante fave e non si riescono a mangiare.

1- Vellutate di fave e piselli 

La vellutata di fave e piselli è un piatto leggero, invitante e se gustoso, si prepara facilmente. Si prepara facilmente, potete accompagnare con dei crostini o del pane tostato, in questa ricetta si aggiunge anche un pò di latte o panna fresca.

Scoprite come realizzarla.

Ingredienti per 4 persone:

300 g di piselli surgelati

300 g di fave surgelate

metà cipolla

1 litro di acqua

200 ml di latte

70 g di burro

200 ml di latte

2 cucchiai di farina

50 g di parmigiano grattugiato

olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Per preparare questa vellutata di fave e piselli in una pentola con abbondante acqua e un pò di sale, portate ad ebollizione, aggiungete i piselli ancora surgelati e le fave surgelate. Tagliate a fettine sottili la cipolla, aggiungetela in pentola e coprite con il coperchio, non appena bollirà, fate cuocere per ulteriori 10 minuti. In un pentolino, fate  riscaldare il latte in un pentolino, non appena le fave e piselli saranno cotti, scolateli ma conseravet l’acqua di cottura.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Alimentazione: Le fave un valido aiuto per perdere peso

Versate nel pentolino del latte i piselli e le fave, con un mixer ad immersione, frullate bene e aggiungete un mestolo dell’acqua di cottura che tenete da parte.

Non appena otterrete una crema liscia e vellutata, trasferitela in una ciotola, poi in una pentola, fate sciogliere il burro a fiamma bassa, aggiungetevi la farina, mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi. Lasciate cuocere a fiamma bassa per 4-5 minuti, poi aggiungete due mestoli dell’acqua di cottura e continuate a  mescolare bene in modo da amalgamarla alla farina.

Aggiungete un pò alla volta la crema di fave e piselli, girate sempre, si dovrà formare una crema omogenea. Poi portate a ebollizione mescolando sempre se è necessari aggiungete acqua di cottura, in base a come preferite se più o meno densa. Spegnete e aggiungete il parmigiano grattugiato, condite con un filo d’olio extra vergine a crudo, accompagnando con crostini di pane o pane raffermo. Potete aggiungere se volete qualche cucchiaio di panna prima di servire.

2-Spaghetti con fave, pancetta e pecorino

spaghetti con fave e pecorino, la ricetta
Spaghetti fave, pancetta e pecorino Fonte: Istock Photos

Gli spaghetti con fave, pancetta e pecorino, è un primo piatto che piacerà a tutti, davvero insolito, ma davvero squisito, con un profumo forte del pecorino (cliccate qui per la ricetta)

3- Insalata di fave e pomodori secchi

ricette
Fave e pomodori secchi Foto:Adobe Stock

Ingredienti per 2 persone

200 g di fave pulite

4 cucchiai di pomodori secchi sott’olio

sale fino q.b.

insalata q.b.

un pò di origano

olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Per preparare questa insalata di fave con pomodori, iniziate a lavare e asciugare bene l’insalata e tenetela da parte.

In una ciotola mettete le fave fresche pulite ed eliminate la pellicina, aggiungete i pomodori secchi ben sgocciolati, l’insalata, l’olio extra vergine di oliva, il sale fino un pò di origano. Mescolate delicatamente e  servite subito, se volete potete arricchire con  i semi di sesamo o semi di chia.

Buon appetito!

Cosa cucino oggi? Il menu completo per pranzo e cena con le fave
Fave fresche Fonte: Pixabay

Ecco adesso potete scegliere voi quale ricetta preparare, così da utilizzare al meglio le fave fresche.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti