Nikuman | La ricetta dei panini al vapore giapponesi

0
64

Scopriamo insieme come preparare i nikuman, i panini al vapore giapponesi ripieni di carne.

nikuman ripieni
nikuman ripieni – Fonte: Adobe Stock

Una delle cose belle della cucina è che esistono infinite ricette dalle quali lasciarsi ispirare e che con un po’ di attenzione e la scelta degli ingredienti giusti possono dar vita ad alternative golose e ricche di gusto, perfette per sperimentare qualcosa di nuovo o per sorprendere parenti ed amici.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Formaggio: come prepararlo a casa con acqua e aceto

Tra le tante possibilità c’è quella di spaziare tra le ricette di tutto il mondo, viaggiando con la fantasia e con la gola e dando vita a piatti che altrimenti si rischierebbe di non provare mai. Perché, ad esempio, non scoprire come preparare i panini al vapore giapponesi?

La ricetta dei Nikuman, i morbidi panini al vapore

Nikuman all'uovo
Nikuman all’uovo – Fonte: adobe

Più noti come nikuman, si tratta di uno degli spuntini più consumati dai giapponesi e presenti in tantissimi anime (come ad esempio Sailor Moon). Ripieni di carne, di uova, ma anche di curry, verdure e addirittura creme dolci, sono dei morbidissimi panini bianchi, soffici come delle nuvole che ricordano i baozi cinesi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Pane: la ricetta base con varianti sfiziose

Un piatto ottimo sia per un pranzo veloce che come variante per una cena diversa dal solito.
Sempre più presenti anche nei ristoranti giapponesi, i nikuman colpiscono al primo assaggio, svelando uno scrigno di sapori unici.

Il lato positivo è che al di là della preparazione un po’ lunga, sono anche molto semplici da realizzare. Scopriamo quindi come prepararli a casa, ricordando che in assenza di alcuni ingredienti si può utilizzare ciò che si ha, trasformandoli anche in una ricetta perfetta come svuota frigo. Essendo dei panini al vapore, infatti, possono essere farciti di tutto ciò che piace.

Ingredienti per l’impasto dei panini

  • 110 grammi farina
  • 40 grammi di fecola di patate o maizena
  • 20 grammi di zucchero
  • 10 grammi di lievito di birra
  • 20 ml di latte
  • 55 ml di acqua tiepida
  • 7 gr di olio d’oliva
  • Sale (circa due grammi)

Ingredienti per il ripieno

  • 70 grammi di carne di maiale o di pollo tritata
  • 15 gr di porro di tritato (o cipolla)
  • 1 cucchiaino di zenzero tritato
  • 15 grammi cavolo cappuccio tritato
  • salsa di soia 2 cucchiaini
  • ½ cucchiaino di zucchero
  • mezzo cucchiaio di farina bianca
  • ½ spicchio di aglio tritato
  • 1 cucchiaio di sake
  • poco sale
  • curry e paprika
Nikuman
Nikuman – Fonte: Adobe Stock

Preparazione
Iniziamo con l’impasto.
Mescolare la farina con la fecola di patate e il sale.
A parte mescolare il latte, con acqua, zucchero, olio e lievito.
Aggiungerli alla farina e mescolare con una forchetta andando avanti fin quando non si ottiene una pasta morbida e liscia.

A questo punto, creare una palla e metterla a lievitare per circa un’ora nel forno spento, coprendola con della pellicola trasparente.
Nell’attesa, mescolare insieme tutti gli ingredienti del ripieno, in modo da farli amalgamare. Fatto ciò lasciarli riposare per circa mezz’ora.

Trascorsa l’ora, prendere l’impasto e dividerlo in quattro parti uguali lavorandole per dargli la forma di quattro palline.
Da ogni pallina, con l’aiuto di un mattarello, si dovrà ottenere un dischetto spesso circa mezzo cm.
Posizionare sul palmo della mano e aggiungere al centro un cucchiaio di impasto.
Fatto ciò si dovrà chiudere il tutto dandogli di nuovo la forma di una palla, drappeggiando i bordi verso l’alto.

In alternativa si può mettere il disco su della pellicola di plastica trasparente infarinata e chiuderla a palla unendo i lembi della pellicola fin quando non si sarà ottenuta la forma di una palla.
Quando i panini sono pronti, metterli su un pezzo di carta forno e cuocerli nella vaporiera.
Lasciarli riposare per 20 minuti e passato il tempo, cuocerli al vapore per 30 minuti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Toast arrotolato al forno: la ricetta per chi ha solo 10 minuti

Se non si ha la vaporiera classica si possono usare quelle di legno che si trovano ormai in quasi tutti i supermercati e che sono proprio le classiche vaporiere giapponesi adatte ai nikuman. Il loro costo è davvero ridotto e si prestano alla cottura di diversi alimenti.

I consigli dello chef: Come già detto prima, i nikuman si possono realizzare con diversi ripieni. Per esempio, si possono riempire con dello stufato avanzato, purché questo sia tritato fine e abbastanza denso da non colare. Volendo, si possono preparare senza alcun ripieno ed usarli al posto del pane.

Le opzioni sono davvero tantissime e come sempre, l’unico limite, sarà la vostra fantasia.
Itadakimasu (Buon appetito, in giapponese)

Fonte: Thebreakfastmaker.it