Cameretta montessoriana | Le regole per arredarla al meglio

0
7

Ispirata ai principi chiave di Maria Montessori di libertà e movimento, la cameretta montessoriana è un ambiente a misura di bambino. Vediamo quali sono le regole per arredarla al meglio.

cameretta montessoriana letto
Foto Adobe Stock

Il metodo montessori è una disciplina educativa ideata da Maria Montessori, educatrice, pedagogista, filosofa, medico, neuropsichiatra infantile e scienziata italiana. I pilastri su cui si basa il suo metodo sono la libertà e il movimento del bambino.

La cameretta montessoriana quindi non fa altro che ispirarsi a questa metodologia che pone al centro la libertà del bambino. All’interno di questo ambiente il piccolo sarà libero di potersi muovere come meglio crede in modo da esplorare e apprendere il mondo che lo circonda.

La cameretta montessoriana è un’ambiente creato a misura di bambino dove può stare anche da solo senza farsi male o andare incontro ad un pericolo. I mobili sono infatti proporzionati alla sua grandezza per favorire la sua indipendenza e la libertà di muoversi al suo interno in totale sicurezza.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Lettino Montessori, la nanna a misura di bambino

Linee semplici e stile naturale sono le caratteristiche principali della cameretta montessoriana che prediligerà materiali come il legno per i suoi elementi di arredo.

Elementi di arredo della cameretta montessoriana

cameretta montessoriana
Foto Adobe Stock

Per arredare la nostra cameretta montessoriana iniziamo dal letto. Un elemento fondamentale della nostra stanza, importante per il sonno del bambino e dei suoi riposini. Il lettino montessoriano, sarà quindi basso così da permettere al piccolo di salire e scendere da solo. Un lettino ideale non dovrebbe essere più alto di 20-25 cm da terra.

Al bando quindi quei letti con le sbarre che farebbero sentire il bambino dentro a una prigione privandolo della sua autonomia. Nel caso di bimbi più piccoli si potranno posizionare tappeti e cuscini intorno così da attutire il colpo in caso di caduta.

Passiamo ora all’armadio che anch’esso dovrà essere a misura di bambino per far sì che possa prendere da solo i vestiti e indossarli da solo. Ideale sarebbe un armadio basso o un’asta appendiabiti aperta con un ripiano sotto per appoggiare eventuali scarpe, altri accessori o indumenti piegati. Indubbiamente la soluzione aperta prevede che si debba tenere tutto piuttosto ordinato.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cestino dei tesori montessoriano, cosa è e come realizzarlo

Altro importante elemento della cameretta montessoriana è la libreria. Quella ispirata a Maria Montessori è frontale quindi permette di sistemare i libri con la copertina in vista. Così, anche i bambini che non sanno leggere potranno riconoscere il volume.

Per svolgere al meglio le proprie attività il bambino avrà bisogno anche di un tavolo e una sedia a sua misura da cui poter scendere e salire da solo. Questi elementi dovranno essere fatti per far stare comodo il bambino mentre disegna o gioca.

Capitolo giochi. Favorire la scelta di quelli che stimolano la creatività e la crescita. Spazio quindi a tutti quegli oggetti di uso quotidiano riprodotti. Ad esempio una piccola cucina in legno con stoviglie e alimenti che simulano quelli veri.

Insieme ai giochi sarà importante selezionare gli scaffali per contenerli. L’ideale sono mobili bassi e capienti che contengono molti oggetti. Il bambino potrà così scegliere da solo quelli con cui vuole giocare. Molto utili sono anche le ceste di vimini o tessuto per contenere quei giochi che hanno piccole parti come ad esempio le costruzioni.

cameretta montessoriana
Foto Adobe Stock

Naturalmente sarà opportuno avere un tappeto perché i bambini amano giocare per terra con la raccomandazione di tenerlo sempre pulito per il benessere e la salute dei nostri piccoli.

E poi ci si potrà sbizzarrire con altri piccoli ma utili oggetti, come uno specchio infrangibile per far sì che il bambino si possa guardare. Ma anche dei piccoli quadretti posizionati alla sua altezza così da scatenare la sua immaginazione e creatività nell’osservarli.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Asilo Montessoriano, la casa dei bambini

Infine, l’unica raccomandazione è quella di eliminare dalla cameretta tutti quegli elementi pericolosi che non lascerebbero il bambino libero di potersi muovere in autonomia.

di Cristina Biondi