Maturità 2020, firmata l’ordinanza | la ministra Azzolina cambia tutto

Maturità 2020, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha messo la firma all’ordinanza. Presidente di commissione esterno, ma anche 6 membri tra gli insegnanti interni

pixabay

Maturità 2020, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina nelle ultime ore ha firmato l’ordinanza che  definisce quanto stabilito dal decreto legge del 6 aprile scorso. Così professori e studenti adesso sanno a osa andranno incontro, per un esame finale che a causa del Covid-19 torna all’antico.

L’interruzione forzata delle lezioni a scuola e l’impossibilità per tutti di essere messi nelle stesse condizioni, con le lezioni online, ha prodotto un cambio in corsa. La maturità 2020 per tutti gli studenti liceali ci sarà, ma cambia la formula rispetto al previsto. A cominciare dalla commissione che dovrà valutare i ragazzi, composta da un presidente esterno e da sei commissari interni.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Esami di Maturità | Verso un nuovo format: via gli scritti, solo colloqui orali a distanza

Come ha spiegato la ministra con un post su Facebook, la preparazione degli studenti sarà soppesata da chi già li conosce bene. Chi meglio dei loro professori può giudicare a che punto erano arrivati anche prima dello stop e cosa hanno dimostrato nel loro percorso scolastico?

Come succedeva fino agli anni ’90 quindi i presidenti saranno nominati dagli Uffici scolastici regionali, mentre i commissari dai consigli di classe. Un modo per garantire da una parte la regolarità dell’esame e della conclusione regolare del ciclo di studi. Dall’altra però anche per valutare con cura cosa ha comportato l’interruzione delle lezioni regolari.

Maturità 2020, sarà decisiva la prova orale

getty

Maturità 2020, nel determinare la composizione della commissione dovrà essere valutato l’equilibrio fra le varie discipline di ciascun indirizzo. Quindi ci sarà sempre la presenza di un commissario di Italiano. Ma anche di uno o più commissari che hanno insegnato le discipline di indirizzo.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Coronavirus | Brusaferro: “Siamo al plateau, ora cominciare la discesa”

A cambiare, oltre alla commissione, è però l’intero sistema dell’esame. Impossibile pensare adesso di far rientrare migliaia di studenti a scuola per tutte le prove scritte più l’esame orale. Quindi il ministero ha deciso di tenere in piedi esclusivamente la prova orale che sarà l’unica. Un colloquio ampio, nel quale possono essere previsti esercizi e traduzioni. In più il maturando potrà anche illustrare la sua esperienza nell’Alternanza scuola-lavoro svolta negli ultimi tre anni.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Sì alle uscite con i figli ma le regole non cambiano – VIDEO

Un esame comunque serio, come ha voluto sottolineare nel suo messaggio la ministra Azzolina. Resta ancora da capire però se effettivamente i maturandi potranno essere presenti insieme alla commissione nelle aule scolastiche. In caso contrario, se l’emergenza Coronavirus perdurasse, il colloquio orale sarà svolto per via telematica.

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti