Anacardi | Proprietà, benefici, controindicazioni e utilizzo

Gli anacardi sono un alimento molto conosciuto e consumato, apporta diversi benefici al nostro organismo, scopriamo qualcosa in più a riguardo.

Frutta secca
Anacardi proprietà Foto:Adobe Stock

Gli anacardi o noci di anacardio, sono semi oleosi commestibili, molto conosciuti e consumati in tutto il mondo. Nonostante hanno un elevato apporto di grassi, sono molto apprezzati perchè sono acidi grassi insaturi, amici dell’organismo.

Si consumano sia crudi che tostati, c’è chi li preferisce a colazione con una tazza di latte o yogurt, oppure come spuntino spezza fame.

Scopriamo quali sono le proprietà benefiche, le possibili controindicazioni e come consumarli.

 

Anacardi: proprietà benefiche e valori nutrizionali

Fonte:Pixabay

La pianta degli anacardi è originaria dell’Amazzonia, è un albero sempreverde che cresce nelle zone tropicali con un range di temperatura tra i 5° e i 45° C. Resiste al caldo torrido, ma quando le temperature si abbassano notevolmente muore e la fioritura è tra settembre e ottobre.

E’ un frutto davvero importante dal punto di vista nutrizionale, perchè apporta grassi insaturi, benefici per il nostro organismo, esaminiamo in dettaglio i valori nutrizionali.

Valori nutrizionali e calorie per 100 g di prodotto

100 g di anacardi, contengono 598 kcal e :

  • Acqua 3 g
  • Carboidrati 33 g
  • Proteine 15 g
  • Grassi 46 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 3 g
  • Sodio 16 mg
  • Potassio 565 mg
  • Ferro 6 mg
  • Calcio 45 mg
  • Fosforo 490 mg
  • Magnesio 260 mg
  • Zinco 6mg
  • Rame 2mg
  • Selenio 12µg
  • Vitamine: B1, B2, B3, A, E ce C

Se esaminiamo la quantità di grassi è elevata, ma sono prevalentemente costituiti da acidi grassi monoinsaturi, tra cui l’acido oleico e poi acido linoleico. Entrambi sono sostanze che apportano benefici al nostro organismo. Scopriamo tutte le proprietà di questo piccolo frutto.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Pera | un frutto con tanti benefici perfetto per preparare tante ricette

Proprietà benefiche

E’ un piccolo frutto, ma con importanti proprietà nutrizionali e benefiche per il nostro organismo, grazie alla presenza di sali minerali, vitamine e acidi grassi insaturi.

1- Proteggono il sistema cardiovascolare: se si consumano con regolarità, gli anacardi riducono notevolmente le malattie cardiovascolari. Infatti il livello alto di acidi grassi buoni, evita che il grasso cattivo si depositi nelle arterie. L’apporto della vitamina E, anche se è presente in discreta quantità, svolge un’azione vasodilatatrice, in quanto  va a bilanciare i livelli di colesterolo, svolgendo un’azione antitrombotica e prevenendo le malattie cardiovascolari.

2- Antiossidanti e antimicrobici: grazie alla presenza di polifenoli e vitamina E formano uno scudo protettivo contro l’ossidazione, che causa la degenerazione cellulare. Infatti diminuiscono i danni al sistema cardiovascolare e diminuiscono l’incidenza di alcune tipologie di degenerazioni cancerogene.

3- Proteggono gli occhi: la zeaxantina è un antiossidante che svolge un ruolo importantissimo per la salute degli occhi, in quanto protegge la retina così da resistere ai danni causati dalla luce.

4- Utile in caso di infiammazioni allo stomaco: gli estratti di anacardio vengono impiegati per disturbi al tratto gastro-intestinale come: diarrea, nausea e dissenteria.

5- Apportano il buon umore: grazie ai grassi contenuti nel frutto, gli anacardi sono benefici per evitare fenomeni di depressione e stati d’ansia. Infatti mangiare in modo regolare gli anacardi, mette il buonumore, regolando il ciclo sonno/veglia e non solo anche la motilità intestinale e il desiderio sessuale.

6- Aumenta il senso di sazietà: gli anacardi contengono  fibra alimentare, che inducono sazietà, riducendo notevolmente la voglia di assumere cibo.

7- Fortificano le ossa: la presenza di sali minerali come il fosforo e il magnesio, aiutano il buono stato di salute delle ossa, prevenendone la demineralizzazione.

 

Controindicazioni

problemi di stomaco
Fonte: iStock photo

Assumere anacardi non causano particolari effetti indesiderati, ma per la quantità di vitamina K potrebbe risultare un problema per i soggetti che seguono terapie con anticoagulanti del sangue. E’ importante chiedere il parere medico, in casi e patologie specifiche.

Invece la presenza di fosforo potrebbe rappresentare una problema per le persone affette da problemi renali. Le persone allergiche al nichel devono prestare attenzione, sopratutto per il guscio. Inoltre come tutta la frutta secca, gli anacardi, possono essere potenzialmente allergizzanti causando degli shock anafilattici. Quindi chi è allergico, deve porre attenzione.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Platano | Proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Quando si acquistano gli anacardi, è importante leggere sempre l’etichetta, perchè potrebbe contenere glutine, che potrebbe esporre a rischio serio le perone celiache.

Come utilizzarli in cucina

Anacardi a colazione Fonte:Istock Photo

Gli anacardi non vengono solo consumati come spuntino di metà mattinata, ma come aperitivo sfizioso accompagnato da altra frutta secca.

Il seme del frutto che consumiamo non è mai crudo, infatti dopo l’estrazione, gli anacardi vengono vaporizzati ad alta temperatura elevata oppure vengono bolliti nell’olio per poi sgusciarli.

Si possono consumare tostati, oppure aggiunti allo yogurt o insieme ad una tazza di latte, la quantità consigliata è di circa 40 g circa per fare il pieno di salute. Si possono conservare in un luogo fresco e asciutto, senza contatto diretto e prolungato con l’aria. Il contenitore ermetico è il posto più consigliato, per preservarne la freschezza.

Dai prodotti di scarto derivanti dall’estrazione del succo di anacardio si possono preparare diversi prodotti:

  • caramelle
  • marmellate
  • aromatizzanti sia per la preparazioni di dolci che di bevande
  • mangimi per bestiame

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coriandolo | Proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Inoltre con gli anacardi si possono preparare:

1- Olio dei semi di anacardi: per condire insalate e tantissimi piatti estivi, ma si presta benissimo anche per la cottura.

2- Per arricchire piatti dolci e salati: si prestano per la preparazione di macedonie, biscotti o praline al cioccolato. Gli anacardi sono una variante ai pinoli che potete utilizzare per la preparazione di primi piatti o polpettine di carne. Inoltre potete aggiungerla a piatti estivi di insalata con pomodori, olive, mais,  oppure per le pietanze a base di carne bianca  o anche risotti.

3- Pan grattato con anacardi: se li tritate finemente, potete aggiungerli all’impanatura per pesce oppure preparare il pollo in crosta con anacardi.

4-  Burro di anacardi: sono semi molto versatili infatti l’industria alimentare utilizza questo frutto per la preparazione del burro. Si può preparare a casa facilmente, ecco gli ingredienti:

  • 200 g di Anacardi
  • 1 cucchiaino di Miele
  • 1 cucchiaio di Olio di semi di lino 
  • Sale q.b.

Preparazione

Per preparare questa ricetta, iniziate a tostare gli anacardi in forno a 160° per circa 10 minuti, sfornate e lasciate raffreddare. In un tritatutto, versate gli anacardi e azionate, poi aggiungete il miele e continuate a tritate, fino a quando non otterrete una crema densa.L’olio  di semi potete aggiungerlo, ma solo se il composto dovesse risultare troppo denso, poi aggiungete il sale e mescolate bene.

Frutta secca
Anacardi Fonte:Pixabay

Potete conservarlo in un barattolo in frigo se non lo consumate tutto. Con questo burro, potete spalmarlo sulle fettine di pane oppure per deliziare qualche piatto.

 

 

 

 

Da leggere