Coriandolo | Proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Il coriandolo è una spezia molto usata in oriente e nota anche da noi per il suo sapore piccante. Scopriamone insieme le proprietà, le eventuali controindicazioni e le curiosità che la riguardano.

Coriandolo
Coriandolo fresco, in semi e in polvere – Fonte: Adobe Stock

Il coriandolo, noto anche come prezzemolo cinese, è una spezia dal sapore piccante. Sebbene non sia tra le spezie più usate in occidente, è ricco di minerali e di vitamine nonché di proprietà benefiche per l’organismo. Il coriandolo stimola infatti la digestione e tra le altre cose è anche un ottimo antiossidante. Come ogni alimento, anche questa spezia può avere delle controindicazioni.

Scopriamo quindi tutto quel che c’è da sapere a riguardo, iniziando dai valori nutrizionali, continuando con i benefici e con i modi di usarla in cucina.

Tutto sul coriandolo: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

Coriandolo
Coriandolo fresco e in semi – Fonte: Adobe Stock

Il coriandolo (detto anche prezzemolo cinese) è una pianta erbacea ed appartiene alla famiglia delle Ombrellifere. In genere vengono usate sia le sue foglie che i frutti ormai maturi che sono poi quelli che diventano i famosi semi di coriandolo, usati come spezia in cucina.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Noto anche per le sue proprietà benefiche, il coriandolo è utile per stimolare la digestione, per fungere da tonico contro la stanchezza e per combattere l’inappetenza.
In genere non c’è una dose giornaliera consigliata. Come per ogni altro alimento è bene però inserirlo all’interno di un’alimentazione varia e bilanciata, usandolo sempre con moderazione.

Calorie e valori nutrizionali
Il coriandolo ha circa 25 calorie per 100 grammi di prodotto. Del tutto privo di colesterolo, è ricco di fibre e contiene potassio e vitamina K. Vanta inoltre una discreta quantità di beta carotene, noto precursore della vitamina A.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Cardamomo: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Proprietà e benefici

Coriandolo
Coriandolo fresco e semi – Fonte: Adobe Stock

Il coriandolo apporta svariate proprietà benefiche. Tra queste le più note sono:

  • Ha proprietà antiossidanti
  • Stimola la digestione
  • È un antispasmodico
  • Aiuta ad alleviare l’apatia
  • Stimola il sistema nervoso
  • Contrasta il colesterolo cattivo
  • Aiuta a ridurre la glicemia
  • È un antibatterico
  • Aiuta a riassorbire i gas intestinali
  • Funge da antibiotico naturale
  • Aiuta a combattere l’inappetenza
  • Combatte la stanchezza
  • Aiuta a chelare i metalli pesanti

Controindicazioni
L’uso del coriandolo è solitamente controindicato a chi fa uso di farmaci per lo stomaco o per l’intestino e a chi assume rimedi contro ansia e depressione. Per maggior sicurezza, in caso di patologie o qualora si assumessero farmaci anche di tipo diverso, il consiglio è quello di sentire il proprio medico.

La sua assunzione, salvo parere diverso del medico curante, è sconsigliato anche in caso di gravidanza e/o allattamento.
Infine, in alte dosi, il coriandolo potrebbe causare problemi nervosi o renali.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Peperoncino: Proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Come assumere il coriandolo e curiosità

Coriandolo
Coriandolo fresco – Fonte: Adobe Stock

Il coriandolo è una spezia comunemente usata in oriente ma meno nota dalle nostre parti. Eppure, è in grado di regalare alle pietanze un sapore particolare. Essendo una spezia aromatica che non copre i sapori, si può usare in svariati modi, per dare maggior corpo a zuppe e minestre e per insaporire secondi piatti o contorni.

Il suo aroma esotico ne fa il protagonista indiscusso di piatti orientali e un ottima spezia da mixare con altre per insaporire arrosti, insalate o altre pietanze.

Andando alle curiosità

  • Il nome del coriandolo deriva dalla parola Coriandrum sativum, dove coriandrum significa “somigliante alla cimice” un’assonanza data dalle foglie che hanno un odore non sempre piacevole e che ricorda appunto quello delle cimici.
  • In genere il coriandolo è noto anche con i nomi di erba cimicina (per i motivi di cui sopra) e di prezzemolo cinese)
  • Il coriandolo è una delle spezie che compongono il curry, il mix di spezie famoso in tutto il mondo per il suo sapore particolare ed in grado di rendere preziosi diversi piatti
  • Del coriandolo si possono mangiare sia le foglie che i semi
  • Sotto forma di tisana o di decotto, il coriandolo è ottimo contro problemi di cattiva digestione e per alleviare emicranie o sensazioni diffuse di malessere

SULLO STESSO ARGOMENTO: Curcuma: Proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina

coriandolo pianta carnevale
Coriandolo fresco e in semi – Fonte: Istock photo

Il coriandolo è quindi una spezia molto utile e che assunta con moderazione e all’interno di una dieta sana e bilanciata può portare svariati benefici all’organismo. Un ingrediente in più che in cucina porta gusto e colore, dando un tocco più etnico ai piatti.

Da leggere