Home Attualità Marco Vannini | Auguri da mamma Marina: “oggi avresti compiuto 25 anni”

Marco Vannini | Auguri da mamma Marina: “oggi avresti compiuto 25 anni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:43
CONDIVIDI

Oggi Marco Vannini avrebbe compiuto 25 anni e la madre Marina Conte lo ricorda con amore e con un pensiero commovente.

famiglia vannini
Foto da Instagram @elenagollini_artblogger

L’8 aprile è il compleanno di Marco Vannini. Sarebbero state 25 le candeline da spegnere quest’anno ma Marco si è fermato a 20. La sua vita si è fermata quando in quella terribile notte a Ladispoli qualcuno l’ha precocemente stroncata.

Nella notte tra il 17 e il 18 maggio del 2015, a casa della fidanzata a Ladispoli, sul litorale capitolino, Marco Vannini andò incontro alla morte in seguito a un colpo di pistola sparato, per sua stessa ammissione, da Antonio Ciontoli. Una serie di omissioni, ritardi e non ancora ben chiarite dinamiche condussero così alla prematura fine della vita di Marco Vannini.

Oggi, mentre si attende il processo d’Appello che è da rifare per tutti i componenti della famiglia Ciontoli, mamma Marina Conte ricorda in modo speciale il figlio nel giorno del suo compleanno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Ladispoli, Marco e le parole prima della morte

Marco Vannini avrebbe compiuto 25 anni

“Marco, figlio mio, auguri di buon compleanno. Oggi avresti compiuto 25 anni se non ti avessero ucciso. Sei sempre qui con me, ti porto sempre nel mio cuore. Per te preparerò una torta di mele che era la tua preferita. Sopra ci metterò una candela e sarà come mangiarla insieme!”.

Il compleanno di Marco Vannini è un giorno speciale per sua madre e suo padre: la famiglia viene inondata da messaggi e quest’anno mamma Marina ha trovato la forza di fare qualcosa di molto speciale, come racconta a Le Iene.

“Mi scrivono al mio numero e a quello di Marco. Rispondo a tutti perché è giusto ringraziare chi ha pensato a mio figlio. La gente non dimentica. […] Per la prima volta da quando non c’è più Marco ho fatto la sua torta preferita […] Ho voluto ritagliare un momento nostro con Valerio e la nonna. Alle 13, l’ora esatta in cui è nato Marco, abbiamo messo le candeline su questa torta”

Marco Vannini aspettava quel dolce ogni anno e ogni anno era una festa. Così oggi anche i suoi genitori vogliono rivivere quei momenti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: “Dovete dire la verità è la cosa migliore” il gelo sul giallo di Marco Vannini

Del resto di questi tempi la lontananza da Marco si sente ancora di più:

“Non posso neanche andarlo a salutare sulla sua tomba perché i cimiteri sono chiusi per il coronavirus. […] Da un mese non possiamo più andare al cimitero a salutarlo. Non possiamo portargli neppure dei fiori. Gli ultimi che ha ricevuto sono stati da parte del sindaco che li ha recuperati da un vivaio […] Ora è il momento di rispettare le regole e stare a casa. Prima finirà tutto questo, prima torneremo a combattere tutti insieme per lui”

Ma persino l’epidemia è per mamma Marina un modo per ricordare suo figlio e ciò che sarebbe potuto essere:

“Avrebbe intrapreso la carriera militare o comunque si sarebbe laureato. Era appassionato delle frecce tricolori, con tanti sacrifici sono certa che sarebbe arrivato a guidarle per riempire il cielo con i colori della nostra bandiera per darci speranza”, immagina la mamma. “Anche in questa emergenza sarebbe stato in prima linea per aiutare la sua famiglia e la sua Italia”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Marco Vannini, i due nuovi dettagli inediti sul giallo di Ladispoli

vannini omicidio

Vanno avanti dunque nel ricordo di Marco Marina Conte e suo marito, celebrando oggi così come, del resto, ogni giorno la sua memoria e attendendo che il Coronavirus passi e possa farli tornare a lottare di fronte la legge.