Home Curiosita La fine del mondo è molto vicina secondo l’orologio dell’apocalisse

La fine del mondo è molto vicina secondo l’orologio dell’apocalisse

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20
CONDIVIDI

Per quanto tempo possiamo ancora goderci il nostro tempo sulla Terra? I ricercatori del Bulletin of the Atomic Scientists hanno sollevato il velo sulla durata della nostra vita e sul collasso del nostro pianeta.

Apocalisse 2020
Photo Adobe Stock

Come immagini la fine del mondo? L’inizio di questo nuovo decennio ha portato alla luce un nemico invincibile che minaccia tutta l’umanità. Ogni persona mostra apparentemente la sua preoccupazione per un futuro incerto. Anche se proviamo a sbarazzarci di questa paura crescente, i social network continuano a ricordarci che l’Universo sta cambiando nel tumulto più completo. In effetti, l’orologio dell’apocalisse sembra avvicinarsi sempre di più al mondo, afferma il Bulletin of the Atomic Scientists.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Nostradamus | le 3 inquietanti profezie per il 2020

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Cosa indica l’orologio dell’Apocalisse?

apocalisse 2020
Photo Adobe Stock

Secondo Futura Sciences sembrerebbe che siamo a soli 100 secondi dalla fine del mondo.

L’orologio dell’Apocalisse ovvero il famoso Doomsday Clock simboleggia il cataclisma del mondo. Creato nel 1947 all’inizio della guerra fredda dal Bollettino degli scienziati atomici, la lancetta di questo orologio avanza ogni anno per determinare l’ora della possibile fine dell’umanità.

La posizione della lancetta dell’orologio cambia ogni anno nel mese di gennaio. Più l’ago si avvicina a mezzanotte, più ci avviciniamo alla fine del mondo. Nel 2020 la lancetta si è posizionata a 100 secondi alla mezzanotte, contro i due minuti del 2019.

Questo orologio, che potrebbe lasciare molte persone perplesse, è tuttavia il risultato di un lavoro scientifico molto preciso, indica BFM TV. In realtà, l’orologio dell’Apocalisse studia lo stato del pianeta Terra e la sua potenziale longevità. Pertanto, questa misura è strettamente legata alle attività umane e al suo impatto sull’ambiente.

Quali sono i criteri del Doomsday Clock?

Ogni anno, i ricercatori affiliati a diverse università americane svolgono lavori a lungo termine al fine di portare risultati precisi sulle condizioni del pianeta. Secondo i media La Croix, i criteri presi in considerazione includono:

  • la proliferazione di armi nucleari
  • innovazioni tecnologiche
  • attacchi informatici
  • lo sviluppo dell’intelligenza artificiale
  • il riscaldamento globale e le sue conseguenze.

Quindi, è su questi criteri che dovremo agire per proteggere il mondo dalla sua potenziale distruzione, e abbiamo poco tempo per farlo perchè la lancetta scandisce chiaramente che siamo a 100 secondi dalla fine del mondo!

Il 2020 segna una svolta nella storia dell’umanità. Il coronavirus è apparso a dicembre 2019 in un mercato del pesce a Wuhan. Molto rapidamente, questo virus ha ucciso migliaia di abitanti del suo paese di origine, prima di diffondersi nel resto del pianeta. Inoltre, dalla morte del generale Soleimani, si sonoinasprite le tensioni tra Stati Uniti e l’Iran, che stanno vivendo una grande guerra diplomatica.

Cos’altro? tra dicembre 2019 e 2020 l’Australia è stata devastata da incontrollabili incendi boschivi che sono seguiti agli incendi che hanno devastato il polmone verde del pianeta, l’Amazzonia.

Tutti questi eventi suggeriscono che questo nuovo decennio potrebbe avere conseguenze inevitabili.

Lungi dal rassicurarci, il Bulletin of the Atomic Scientists afferma che secondo l’orologio l’Apocalisse sarebbe molto  più imminente di quel che pensiamo. Nel 1947, quando fu fissato l’orologio dell’Apocalisse, l’unica minaccia che aleggiava era quella di una guerra nucleare. Oggi esiste un rischio aggiuntivo: quello del surriscaldamento globale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coronavirus | le parole di Sylvia Browne la sensitiva che la predisse

Non è troppo tardi per cambiare le cose

2020
Adobe Stock Photo

Sebbene queste cifre siano spaventose, bisognerebbe considerare la loro connotazione allarmista. I ricercatori del Bulletin of the Atomic Scientists non sono  intenzionati a generare il panico ma a lavorare insieme per impedire il collasso del pianeta:L’ora è seria, ma la fine del mondo non è ancora arrivata. Abbiamo la capacità di invertire la tendenza. Il nostro futuro è nelle nostre mani “, ha dichiarato Jerry Brown, ex governatore della California, in una conferenza stampa sul cambio dell’orologio dell’Apocalisse. Ora più che mai è necessario agire per preservare il pianeta Terra.