Home Salute e Benessere Stitichezza | Le regole d’oro per contrastarla

Stitichezza | Le regole d’oro per contrastarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00
CONDIVIDI

Scopri quali sono le regole d’oro per contrastare la stitichezza.

donna in bagno con stitichezza
Donna in bagno con stitichezza – Fonte: Adobe Stock

Soffrire di stitichezza è una situazione spiacevole che oltre a far sentire in disordine dal punto di vista psico-fisico, rappresenta un vero e proprio problema di salute.
Ormai è noto a tutti come l’intestino ed il suo benessere siano fondamentali per poter godere di buona salute e per poter vivere a pieno la propria vita.
Chi soffre di stitichezza tende a sentirsi spesso appesantito, gonfio, stanco e di pessimo umore. Tutti aspetti per nulla piacevoli ed in grado di compromettere la qualità della vita.

Per non parlare di quando la stitichezza diventa cronica, portando a conseguenze ben più gravi come, ad esempio, i blocchi intestinali. Comunque la si guardi, la stitichezza è un problema da risolvere il prima possibile e da non sottovalutare mai perché l’intestino è un bene prezioso da preservare sempre.
Per fortuna esistono delle regole che se seguite possono essere di grande aiuto nella maggioranza dei casi e che, in ogni caso, rappresentano una buona base per chiunque si trovi a soffrire di stitichezza. Ecco, quindi, quali sono queste regole e come comportarsi per assicurarsi di seguirle al meglio.

Le regole d’oro per contrastare la stitichezza

intestino
Intestino felice e intestino triste – Fonte: Adobe Stock

Quando ci si sente costipati, sia che si tratti di avvenimenti sporadici che più frequenti, è bene prestare attenzione a tanti fattori tra i quali spiccano l’alimentazione e, più in generale, lo stile di vita.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

A volte, infatti, basta agire su di essi per migliorare la propria condizione, riuscendo ad andare nuovamente di corpo in modo regolare. Quando ciò non avviene, è sempre bene chiedere aiuto al proprio medico curante, in modo da ricevere delle indicazioni mediche appropriate e effettuare degli esami per comprendere l’origine del problema. A volte la stitichezza può dipendere da una flora batterica alterata o da problemi di tipo meccanico che solo esami specifici possono portare alla luce.

Ma cosa fare se l’intestino sta bene e ciò nonostante si hanno dei problemi nell’andare di corpo?
Esistono delle regole base che, se ben applicate, possono fare la differenza. Scopriamo insieme le più importanti.

Bere in modo appropriato. Una delle prime regole da seguire per poter contrastare la stitichezza è quella di bere la giusta quantità d’acqua. Il giusto stato di idratazione, consente infatti la peristalsi, indispensabile per poter evacuare. L’acqua, inoltre, aiuta le feci a mantenersi morbide, aiutando così nell’andare di corpo. Quando si hanno problemi di stitichezza, iniziare con il bere la giusta quantità d’acqua è quindi un buon modo per evitare gli episodi di stitichezza.

Consumare tante fibre. Mangiare la giusta dose di fibre aiuta ad andare di corpo con maggior semplicità rendendo più morbide le feci e dandogli al contempo più corpo. Le fibre si trovano in frutta, verdure e fibre integrali che andrebbero assunte giornalmente e all’interno di un’alimentazione sana e bilanciata che dovrebbe comprendere giornalmente a presenza di circa 20-35 grammi di fibre.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Stitichezza: come dovresti sederti sul water per facilitare l’evacuazione

ricetta insalata chic
Donna che mangia in mood sano – Fonte: Istock Photos

Mangiare in modo corretto. Come già detto, il modo di alimentarsi è estremamente importante nell’alimentazione contro la stitichezza. Frutta e verdura dovrebbero essere sempre presenti e con esse anche alimenti ricchi di fibra come la crusca o prodotti a base di cereali integrali. A ciò vanno uniti anche i giusti alimenti come l’olio extra vergine d’oliva e lo yogurt, generalmente amici dell’intestino. Mangiando in modo sano e scegliendo cibi che fanno bene all’organismo, andare di corpo risulterà molto più semplice.

Fare attività fisica. Anche lo stile di vita può incidere in modo significativo sulla stitichezza. Una vita sedentaria, ad esempio, porta ad avere un intestino più pigro. Camminare o svolgere un’attività fisica, invece, è un modo perfetto per stimolare l’organismo e di conseguenza, l’intestino. Oltre a far bene a tutto il corpo e anche al cervello, muoversi aiuta a limitare gli episodi di stitichezza rendendo più semplice andare di corpo.

Non trattenere lo stimolo. Tante persone tendono a trattenere lo stimolo più volte al giorno. Ciò può portare ad episodi di stitichezza o a cronicizzare una condizione già presente. L’ideale sarebbe assecondare lo stimolo, cercando magari di trovare un momento della giornata in cui avere il così detto appuntamento con il bagno. Da evitare, invece, sono gli sforzi continui perché oltre a non portare a nulla di fatto possono causare problemi come, ad esempio, le emorroidi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Rimedi naturali: sette nemici naturali della stitichezza

Viste le cinque regole d’oro per contrastare la stitichezza è utile sapere che ci sono delle piccole strategie che possono dare una mano e che tendenzialmente possono funzionare in modo variabile.

Ecco alcune delle più note:

  • Bere il caffè al mattino. Il caffè, oltre ad essere un super food, è anche un alimento in grado di stimolare la peristalsi. Bevuto caldo e a digiuno prima di fare colazione può aiutare ad aumentare lo stimolo. Su alcune persone, funziona ancor meglio se associato ad un po’ di latte caldo.
  • Mangiare le mele cotte di sera. Un famoso rimedio della nonna è quello di mangiare le mele cotte prima di andare a dormire. Ad esse si possono alternare anche le prugne, note per essere nemiche della stitichezza.
  • Effettuarsi il massaggio addominale. Farsi dei massaggi serali alla pancia che seguano all’incirca il normale giro dell’intestino, può aiutare ad ammorbidire le feci e a stimolare l’evacuazione. Di solito il massaggio è consigliato nelle ore serali in modo da poter agire al mattino.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Stitichezza: i frullati favoriscono il transito intestinale

carta igienica
Carta igienica triste e sveglia – Fonte Adobe Stock

Ovviamente, questi consigli sono per episodi sporadici di stitichezza. Come già detto, infatti, se il problema è frequente si dovrebbe chiedere un parere al proprio medico curante e fare degli esami per capire se ci sono problemi fisici o patologie in atto e causa dei problemi di stipsi. Solo cercando l’esatta origine del problema si potrà infatti contare su un intestino sano e felice. E, di conseguenza, su un miglior stato di benessere personale.