Home Attualità Coronavirus | Sileri: “La normalità tornerà solo con il vaccino”

Coronavirus | Sileri: “La normalità tornerà solo con il vaccino”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:35
CONDIVIDI

Il Coronavirus sarà sconfitto solo dal vaccino: è il messaggio del Vice Ministro alla Sanità Pierpaolo Sileri, che invita la cittadinanza a mantenere alta la disciplina.

Pierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri (Fonte: Instagram)

La quarantena sta mettendo a dura prova la resistenza fisica e psicologica degli italiani: lo sa benissimo il governo e lo sa benissimo anche il Vice Ministro alla Sanità Pierpaolo Sileri.

Le sue recentissime dichiarazioni pubbliche hanno voluto mettere in chiaro quanto sia necessario non abbassare la guardia anche se i dati degli ultimi giorni in riferimento alla pandemia di Coronavirus stanno fornendo segnali incoraggianti.

Ci lasceremo alle spalle il Coronavirus solo con il vaccino: la previsione di Sileri

mascherine coronavirus
Il viceministro Sileri in visita a Catanzaro (Foto: Instagram)

Attualmente i segnali in merito al contenimento della pandemia sono positivi, ma questo non vuol dire che la cosiddetta “fase 2” della quarantena sia imminente.

Ai microfoni di Radio 2 Pierpaolo Sileri ha spiegato: “Tra qualche settimana sarà possibile cominciare a uscire con le mascherine, forse prima dell’inizio di Maggio”

Questo vuol dire che la quarantena non è finita ma potrebbe essere gradualmente allentata. Di tornare immediatamente alla normalità, quindi, non se ne parla: “Bisogna stare attenti agli eventuali focolai, poiché il virus rimane nella nostra società e, fino a che sarà tra di noi, qualcuno potrà essere contagiato”.

Proprio per evitare nuove ondate di contagi, quindi, sarà altamente necessario l’utilizzo delle mascherine in ogni momento trascorso fuori casa, soprattutto quando sarà impossibile mantenere le distanze di sicurezza.

Tornando sull’argomento durante un’intervista a Radio Capital Sileri ha ribadito il concetto in una forma ancora più diretta: “Torneremo alla vera normalità, cioè ad abbracciarci e baciarci, quando ci sarà il vaccino: su questo non c’è ombra di dubbio.”

All’intervistatore che gli chiedeva se gli italiani avrebbero dovuto convivere con le misure restrittive per il prossimo anno, cioè per il tempo necessario alla messa a punto del vaccino, il vice ministro è più morbido: “No, avremo accuratezza nei contatti e il senso di responsabilità dovrà guidare la ripresa”.

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO: Tutti i consigli per trascorrere bene la quarantena

Mentre i politici cercano di mettere a punto le misure per guidare gli italiani attraverso una graduale e sicura ripresa della normalità, medici e scienziati di tutto il mondo sono impegnati nell’affannosa ricerca di una cura per il Coronavirus, al fine di salvare quante più vite possibili. Recentemente è stato dato l’annuncio che il team britannico di scienziati che nel 1996 clonò la pecora Dolly avrebbe individuato un’altra strada percorribile per la messa a punto di una cura, diversa da quella farmacologica.

Vaccino coronavirus
(Fonte: Pixabay)

Anche in questo caso però i primi risultati si vedranno (forse) e saranno confermati (forse) solo tra diverso tempo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.