Home Salute e Benessere Psiche Musica | Le 5 Playlist da Youtube per ritrovare la concentrazione

Musica | Le 5 Playlist da Youtube per ritrovare la concentrazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13
CONDIVIDI

La musica per la concentrazione è un vero toccasana, a patto di trovare la musica giusta, quella che “funziona” con il nostro cervello e con il nostro stato d’animo: ecco qualche idea!

Musica concentrazione
(Fonte: Pixabay)

La quarantena ha obbligato milioni di persone ad alterare le proprie abitudini oppure a rinunciare completamente a molte di esse.

Questo comporta gravi conseguenze sia a livello psicologico sia a livello emotivo e, spesso, le persone non riescono a uscire da sole da un “momento no”.

In questi casi affidarsi alla musica, da ascoltare rigorosamente con le cuffie, può rivelarsi utilissimo.

Su YouTube, la più famosa piattaforma del mondo per lo streaming, esistono delle vere e proprie playlist realizzate per avere un potere calmante ed energizzante sulla mente.

Inoltre, il potere “isolante” della musica ascoltata in cuffia aiuta a ritagliarsi qualche momento per sé da dedicare al proprio benessere psicologico e alla propria armonia interiore. 

Si possono scegliere varie playlist da usare come “musica di sottofondo” per diverse attività della giornata: i risultati sono assicurati.

Musica per la concentrazione: come funziona?

Musica concentrazione
(Fonte: Pixabay)

La musica ha un potere enorme sulla nostra emotività. Pochissime note sono in grado di riportarci con la mente ai tempi spensierati della nostra gioventù oppure a momenti difficili, che abbiamo attraversato e superato ascoltando in loop canzoni che in quel momento sembravano parlare di noi o per noi.

Tutti abbiamo sperimentato almeno una volta il potere della musica di influire sul nostro stato d’animo, ma forse non molti di noi hanno pensato di usarlo come un’opportunità.

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO: Come gestire lo stress

1 – Playlist di musica per studiare

Studiare in quarantena, con il bioritmo alterato dal cambio di stagione, dallo stress e dalla mancanza di esercizio fisico, può risultare particolarmente difficile.

In questo caso vengono in nostro soccorso, direttamente da Youtube, una lunga serie di playlist di musica senza parole che favoriscono la concentrazione e danno al cervello il “giusto ritmo” per svolgere una prolungata attività intellettuale.

Questa playlist ha la durata esatta di un’ora. È perfetta per aiutare il cervello a concentrarsi senza affaticarsi per un periodo di tempo lungo ma non eccessivo.

Alla fine della playlist si potrà programmare una pausa caffè e poi riprendere per una seconda sessione di studio.

2 – Playlist di musica per dormire o per rilassarsi

Lo stress è una via praticamente sicura verso l’insonnia. Riuscire a dormire in un periodo di stress prolungato e di profonda agitazione emotiva può rivelarsi molto più complesso di quanto non sia normalmente.

Anche in questo caso la musica può rivelarsi un’alleata preziosa per conciliare il sonno. Alcune playlist comprendono musica estremamente rilassante, che ci aiuta a rallentare il battito cardiaco e ci induce a una respirazione lenta, fondamentale per aiutarci a cadere tra le braccia di Morfeo.

3 – Playlist di rumore bianco

Una buona alternativa alla musica vera e propria per dormire sono le playlist di rumore bianco. Il rumore bianco è quel tipo di rumore che si ripete sempre uguale a se stesso o, almeno, con pochissime variazioni nell’arco del tempo. Lo scorrere dell’acqua, il cadere della pioggia, le onde del mare o il rumore di un phon acceso sono tipici rumori bianchi, molto apprezzati da determinate persone per avviare la mente al sonno.

Molte mamme affermano che il rumore bianco risulta particolarmente efficace anche per far addormentare i bambini.

4 – Playlist rock per concentrarsi

Non tutti gli individui funzionano allo stesso modo: il mondo è bello perché è vario. Ne deriva che alcune persone potrebbero trovare assolutamente noiosa inefficace la musica classica per studiare o per concentrarsi su determinate attività che hanno bisogno di mantenere la mente sveglia e attiva.

Molti studenti o lavoratori, soprattutto coloro che ormai sono costretti allo smartworking da casa trovano grande utilità nell’ascoltare musica rock, progressive rock o stoner rock.

Non è un tipo di musica che piace a tutti ma è, di certo, una enorme sferzata di energia mentale.

5 – Musica per concentrarsi (che non è una playlist)

A volte ascoltare sempre la stessa musica può essere noioso. Inoltro, a lungo andare, il potere benefico di un certo tipo di musica diminuisce sempre di più perché il cervello si è “assuefatto” come accade con qualsiasi altra sostanza.

Un buon compromesso, se non si vuole passare il tempo a cercare playlist sempre nuove, potrebbe essere dettato dalle radio on line: si tratta di canali tematici da cui si trasmette un certo tipo di musica che però cambia in continuazione.

È addirittura possibile chattare con gli altri utenti che si trovano sullo stesso canale nello stesso momento, ma si tratta di un’opzione che è meglio lasciar perdere se si intende utilizzare la musica per concentrarsi su attività utili e non per ammazzare un po’ di tempo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.