Home Curiosita Le tue giornate volano? Ecco un trucco per rallentarle

Le tue giornate volano? Ecco un trucco per rallentarle

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:47
CONDIVIDI

Le giornate volano e sono inconcludenti. Non riesci a portatre a termine tutto ciò che avevi programmato? Ecco cosa cambiare.

tempo
Photo Pixabay

Una giornata inconcludente apporta stress e nervosismo, ci vorrebbe una giornata lunga molto più di 24 ore per avere la sensazione che il tempo non passi troppo velocemente. Scopri come puoi rallentare il tempo traendone vantaggi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Curiosità| Perchè si ha l’impressione che il tempo scorra velocemente?

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Impara a rallentare la tua esperienza di tempo

clessidra, tempo
Photo Pixabay

Il tempo è limitato, una volta passato non ritorna più e questo lo rende un bene prezioso. Questa concezione spinge molte persone a sentire la necessità di sfruttare al meglio il loro tempo e il fatto di non riuscirci genera molto stress. Rallentare la corsa del tempo e riuscire a trarne vantaggio è possibile?

Tecnicamente parlando, no non è possibile rallentare il tempo. Questo però non deve in alcun caso scoraggiarti perchè in compenso puoi imparare a rallentare la tua percezione del tempo. Questo ti permette di sfruttare appieno il tempo che hai.

C’è una cosa molto semplice che puoi fare per percepire che il tempo passa più lentamente, è un trucco molto semplice: devi focalizzare la tua attenzione liberandoti dalle tue abitudini.

Ciò che influisce in effetti non è il tempo che passa ma piuttosto ciò che facciamo durante questo tempo.

Più cose diverse faremo nello stesso giorno, più avremo la percezione di possedere più tempo e contemporaneamente che questo tempo scorre più lentamente.

Questo atteggiamento si traduce in una migliore percezione del tempo, e più questa percezione è positiva, meno ci stresseremo a causa della perdita di tempo che inevitabilmente si verificherà su base giornaliera.

Immagina come sarebbe se non ti sentissi stressata in tutti quei piccoli momenti in cui sei costretto a “perdere” tempo, mentre sei in fila alla cassa del supermercato, in sala d’attesa dal medico o alla fermata dell’autobus.

Tieni presente che più lo stress diminuisce più sarai in grado di sfruttare appieno il tuo tempo e godertelo. Oltre ad essere più produttivo, sentirai di avere più motivazione e creatività, il che significa che farai ancora più cose e alimenterai questo circolo di miglioramento della percezione del tempo.

Il meccanismo alla base di questo semplice trucco probabilmente è un pò difficile da comprendere, vi facciamo un esempio concreto per fornirvi un’idea chiara.

Pensa ad una vacanza. Hai due opzioni per trascorrere questa vacanza:

1/ ti crogioli al sole per tre settimane

2/ fai molte attività o gite diverse

Cosa cambia? Nel primo caso, avrai l’impressione che il tuo soggiorno sia stato lungo e che il tempo sia passato velocemente perché non hai impegnato questo tempo. Al tuo ritorno sarai rilassato ma anche frustrato.

Nella seconda ipotesi, se durante queste tre settimane ti sei dedicato a tante piccole attività diverse ogni giorno, escursioni, passeggiate, sport ecc. avrai l’impressione di aver fatto molto e di aver sfruttato appieno il tuo tempo. Al ritorno avrai la sensazione he il tempo sia trascorso più lentamente e sentirai una profonda soddisfazione.

Con questo esempio è chiaro come la sensazione che il tempo scorra lentamente dipende solo dalle attività e dalle cose che fai.

Ma esiste una spiegazione scentifica per tutto ciò?

Perchè più cose fai più il tempo rallenta?

Donna che fa fitness con orologio
Fonte: iStock photo

La neurologa Belle Beth Cooper spiega sul sito Life Hacker che diversi fattori possono accentuare questo effetto.

Innanzitutto dovremmo pensare che il tempo non è sentito ( attraverso uno dei 5 sensi) ma è percepito.

Per percepire il tempo, il cervello accumula informazioni diverse che provengono dai nostri 5 sensi e che le elabora prima di percepirle. Per essere elaborate queste informazioni richiedono solo un pò di tempo e anche il coinvolgimento di varie aree del cervello.

Inoltre, più tempo impiegano queste aree del cervello a completare il processo di percezione più avremmo la sensazione che sia passato molto tempo.

Questo processo impiega meno tempo quando il cervello svolge attività che gli sono familiari e lo fanno sentire a suo agio piuttosto che nel caso di nuove esperienze, che richiedono più concentrazione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: CERVELLO: Black out della percezione

Come rallentare la percezione del tempo che passa

leggere a letto
Foto da iStock

Se desideri far passare il tempo più lentamente ecco alcune azioni concrete che agiranno sulla tua percezione dello stesso:

1/Impara continuamente

Questo è il modo più semplice, devi solo lasciare che il tuo cervello assorba nuove informazioni. Per farlo puoi leggere, prendere lezioni di cucina, musica o altre nuove attività.

2/Visita posti nuovi

Quando presenti al tuo cervello un posto nuovo, questo inizia ad elaborare una serie di informazioni a lui nuove come odori o paesaggi, non serve visitare l’altro capo del mondo, basta girare l’angolo per scoprire interessanti novità. Aprondisci qui l’argomento: Viaggiare perchè è così importante farlo? Ecco i motivi

3/Incontra persone nuove

Anche quando incontriamo persone nuove il nostro cervello inizia ad elaborare nuove informazioni perchè le persone sono diverse nel modo di parlare e comportarsi. Quando incontri una nuova persona, devi familiarizzare con il loro modo di essere e quindi il cervello fa uno sforzo.

4/Sperimenta nuove attività

Posti nuovi, persone nuove ed esperienze nuove. Dalla pittura alla cucina fino alla musica, ogni occasione è buona per fare nuove esperienze e nutrire le nostre sensazioni.

emozioni (Istock)

5/Sii spontaneo

Tanto più il cervello svolge attività familiari, tanto più il tempo passa rapidamente. Quindi le sorprese e le novità vengono vissute esattamente come le nuove esperienze, aumentano l’intensità del lavoro del nostro cervello e dei nostri sensi e quindi rallentando la percezione del tempo.