Home Gossip Rudy Zerbi lontano dal figlio Edoardo | “È dura”

Rudy Zerbi lontano dal figlio Edoardo | “È dura”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00
CONDIVIDI

Rudy Zerbi, lontano dal figlio Edoardo nel giorno del suo compleanno a causa della quarantena per il coronavirus, si sfoga su Instagram.

rudy zerbi
Zerbi – Screenshot da video

Rudy Zerbi, lontano dal figlio Edoardo nel giorno del suo compleanno a causa dell’emergenza coronavirus, si lascia andare ad uno sfogo su Instagram. L’insegnante di Amici fa gli auguri al figlio, ma ammette che è davvero dura dover stare lontano dai propri figli.

Rudy Zerbi lontano dal figlio Edoardo nel giorno del compleanno: “è dura stare lontani e lo è ancora di più nel giorno che si aspetta per un anno”

Rudy Zerbi ad Amici 10
Zerbi (Screen)

Rudy Zerbi, papà di quattro figli nati da tre donne diverse, confessa di soffrire molto a causa della lontananza dai suoi figli. Per il coronavirus sul quale è stato avviato uno studio per capire quando il numero di contagi si ridurrà drasticamente, Zerbi non ha potuto raggiungere il figlio Edoardo per festeggiare con lui il suo compleanno.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Oggi – scrive su Instagram l’insegnante di Amici – è il compleanno di mio figlio Edoardo e lo abbiamo festeggiato in videochiamata. È dura stare lontani – ha poi aggiunto –, lo è ancora di più nel giorno che un ragazzo aspetta per tutto l’anno, ma sappiamo tutti che questo è il solo modo di garantirci ‘mille di questi giorni’.

Zerbi, con i figlil, ha un rapporto profondo e parlando dei suoi quattro amori, durante un’intervista rilasciata ai microfoni di Verissimo. Della nascita del figlio Leo, in particolare, ha parlato in un’intervista rilasciata a Verissimo.

“L’hanno fatto nascere in corridoio ma, una volta nato, aveva bisogno di cure speciali e solo pochi ospedali a Roma hanno le incubatrici per i prematuri gravi, e quel giorno eranotutte piene. Così ci hanno mandati al Casilino, un ospedale di periferia. Lì mi sono reso conto che, nell’emergenza, chi fa la differenza sono proprio gli infermieri, gente che fa fatica ad arrivare alla fine del mese, che lavora, condivide e piange con te. I bambini che salvano diventano i loro figli, ti chiamano quando torni a casa, ti chiedono di mandare le foto, organizzano una festa all’anno per incontrare di nuovo i bambini salvati. Lì vedi la verità” ha raccontato tempo fa Rudy a Vanity Fair.