Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Cosa succede al tuo corpo quando scegli il veganismo

Cosa succede al tuo corpo quando scegli il veganismo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:19
CONDIVIDI

Convertirsi al veganismo è abbastanza di tendenza attualmente, scopri cosa significa essere vegani e cosa cambia per il corpo

Dieta vegana vegan
Fonte: Istock

Essere vegani è uno stile di vita che include una dieta rigorosa, molto più ristrettiva rispetto alla dieta vegetariana. Essere vegani significa accettare di non mangiare cibo che derivi dagli animali (latte e derivati, carne e derivati, pesce, uova, miele) e si fonda su un grande rispetto per gli animali giudicati essere senzienti come spiega il sito specializzato animal-ethics.org. I vegani decidono di tutelare gli animali inoltre sono convinti che questo tipo di dieta sia molto salutare.

Scopri quali sono tutte le convinzioni sul veganismo e quali affermazioni sono vere e quali false e come il veganismo influenza la tua salute.

Sullo stesso argomento >>>> Dieta vegana | Scopri il menu per dimagrire in soli sette giorni

Veganismo cosa sapere e come influenza la salute

vegan
Photo AdobeStock

Di seguito riportiamo le affermazioni che sentiamo comunemente ripetere quando si tratta l’argomento del veganismo e se gli esperti confermano o meno la veridicità di tali affermazioni.

Partiamo dal presupposto che qualunque dieta sia in grado di offrire tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno può essere considerata una dieta salutare. La dieta vegana rientrerebbe a tutti gli effetti in questa categoria, giudizio espresso dal Ministero della Salute, in una sua pubblicazione del 2015 dal titolo “Nutrire il pianeta, nutrirlo in salute” in cui si legge: “È noto che una dieta vegetariana conferisca protezione dalle malattie cardiovascolari, da alcuni tipi di neoplasie (in particolare colon e tratto gastroenterico e vie respiratorie), e sia associata a una riduzione della mortalità per tutte le cause. Rispetto alle diete vegetariane la dieta vegana sembra offrire un’ulteriore protezione dall’insorgenza di obesità, ipertensione, diabete mellito di tipo 2 e mortalità cardiovascolare, soprattutto nel sesso maschile”.

Il sito dedicato all’alimentazione vegana animal-ethics.org aiuta a chiarire i dubbi che insorgono maggiormente quando si parla di veganismo:

1/Il veganismo non ti fornisce abbastanza proteine

NON VERO! Le proteine ​​vegetali sono meno nutrienti delle proteine ​​animali perché le proteine ​​animali sono costituite da 20 aminoacidi e le proteine ​​vegetali da solo 8-9 aminoacidi. Tuttavia l’organismo ha bisogno solo di 8-9 aminoacidi per funzionare correttamente. Se si è vegani si può scegliere di ottenere le proteine necessarie mangiando prodotti ricchi di proteine ​​bilanciate come legumi, soia, tofu, prodotti a base di cereali e noci.

2/I vegani soffrono spesso di carenza di calcio

NON VERO! Molti prodotti vegetali sono ricchi di calcio, come per esempio il tofu, latte di soia, mandorle, broccoli, cavoli o sesamo. Inoltre, mangiare questi prodotti aiuta a non acidificare troppo il corpo, a differenza di quando si assumono prodotti di origine animale. Coloro che consumano molta carne dovrebbero anche mangiare più prodotti che contengono calcio poiché il calcio regola l’equilibrio acido-alcalino nell’ organismo. Se la tua dieta vegana è adeguatamente bilanciata, non ci si dovrebbe preoccupare della carenza di calcio. Scopri anche perché non dovresti mai mangiare carne e patate insieme.

3/Il veganismo porta alla carenza di ferro

VERO! Alcuni prodotti vegetali sono ricchi di ferro ma il ferro di origine vegetale è di difficile assorbimento. Per facilitare l’assorbimento del ferro si consiglia di consumare alimenti che contengono vitamina C, ma non sarà mai completamente assorbito come nel caso della carne. Quindi, coloro che optano per un’alimentazione vegana, dovrebbero fare regolarmente un esame del sangue e prestare attenzione al livello di emoglobina. In caso di necessità si possono assumere integratori che contengono ferro .

Ti potrebbe interessare anche >>>> Questi 13 alimenti contengono più ferro della carne

4/ La dieta vegana ti priva di vitamina B12

VERO! La fonte naturale di vitamina B12 è nei prodotti di origine animale, quindi un’alimentazione vegana potrebbe mostrare una carenza di questa vitamina. Affinchè il corpo funzioni in modo adeguato e se sei riluttante a mangiare carne, uova e formaggio (fonti primarie di questa vitamina), chiedi il parere del medico che potrebbe consigliarti di assumere degli integratori alimentari che contengono vitamina B12 preziosa per il corretto funzionamento del sistema nervoso .

5/Il veganismo non è raccomandato a bambini, sportivi e donne in gravidanza

Vero e falso! In merito a questo orgomento le opinioni sembrano essere contrastanti. Secondo un’oposcolo intitolato “Alimentazione vegana nello sport” essere un vegano non ha alcun impatto negativo sul tuo corpo, anzi “Un’alimentazione 100% vegetale nello sportivo è non solo adeguata, ma vantaggiosa, sia per la salute che per la performance”. Una dimostrazione tangibile è la presenza di molti sportivi vegani alle Olimpiadi.

Tuttavia, alcuni nutrizionisti sostenitori di una dieta “tradizionale” consigliano in caso si decida di essere vegano di osservare il proprio corpo e prestare attenzione a qualsiasi segnale che ci manda, soprattutto in caso di bambini e gravidanza.

6/I vegani devono fare controlli regolari e prestare attenzione alla loro dieta

VERO! Questi controlli non riguardano solo i vegani ma un pò tutti. Anche chi mangia carne dovrebbe preoccuparsi di capire se la dieta scelta sia sana ed equilibrata tanto daapportarebenefici alla salute. Alcuni vegani mostrano carenze di ferro e vitamina B12, mentre altri no. In linea di massima come conferma il Ministero ddella Sanità, la dieta vegana rende meno inclini a soffrire di obesità, malattie cardiache e malattie cardiovascolari rispetto a coloro che consumano molti prodotti animali.

Cos’altro sapere sul veganismo?

veganismo
Vegan concept Adobe Stock Photo

Il veganismo può influire positivamente per ridurre il livello di “colesterolo cattivo” e a ridurre la pressione sanguigna, tuttavia i vegani hanno più problemi alle ossa e di osteoporosi per via della maggiore carenza di calcio.

Essere vegano contribuisce anche al mantenimento di un peso forma ottimale? La dieta vegana contiene meno grassi ma è anche ricca di prodotti ricchi di carboidrati che hanno molte calorie. Quindi anche in questo caso bisogna abbinare ad una alimentazione equilibrata l’esercizio fisico e bere molta acqua.

Ti potrebbe interessare anche >>>Menù settimanale vegano | Programma facile e completo

dieta vegana
Veganism Photo Adobe Stock

Inoltre animal-ethics.org ricorda che il veganismo può aiutare in caso di problemi di digestione e che pelle appare più liscia e sana.

Osservare la risposta del proprio corpo ad ogni cambiamento rimane la regola principale in caso di cambio di alimemtazione.