Coronavirus | In tutta Italia silenzio e bandiere a mezz’asta: le foto

0
34

Le bandiere italiane sono rimaste a mezz’asta in onore delle vittime del Coronavirus e tutti i sindaci e i ministri d’Italia hanno osservato un minuto di silenzio.

Coronavirus bandiere
(Fonte: Instagram)

Il nostro Paese sta attraversando quella che da più parti viene considerata la più grave crisi sanitaria, sociale ed economica degli ultimi cinquant’anni.

Proprio per questo motivo le iniziative simboliche a sostegno degli italiani e di tutti coloro che sono impegnati in prima linea per contenere il virus curare gli ammalati si sono moltiplicate fin dai primi giorni della pandemia.

Oggi, 31 Marzo 2020, il governo ha fissato la prima manifestazione ufficiale di lutto da parte delle autorità, con il posizionamento delle bandiere italiane a mezz’asta in tutte le sedi istituzionali italiane.

Calare a mezz’asta la bandiera è una tradizione militare che oggi viene adottata in segno di lutto nazionale. Idealmente si lascia che la “bandiera invisibile” della morte prenda il posto più alto sull’asta.

Bandiere a mezz’asta per le vittime del Coronavirus

Coronavirus bandiere
Altare della Patria(Fonte: Instagram)

L’iniziativa a ricordo delle vittime italiane della pandemia di Coronavirus è partita dall’ANCI, ovvero l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ed è stata accolta da molte altre istituzioni, tra cui il Quirinale e molti altre sedi di uffici pubblici come l’Altare della Patria o Vittoriano, a Roma.

Montecitorio, sede del Senato Italiano, i Senatori che ricoprono anche la carica di Sindaco della loro città hanno deciso di scendere in piazza davanti al Palazzo e rimanere in piedi per un minuto di silenzio indossando le fasce tricolori simbolo del loro incarico pubblico.

Sindaci montecitorio
Sindaci davanti a Montecitorio (Fonte: Twitter)

Al Quirinale, sede ufficiale della più alta carica dello Stato, cioè del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è andata giù anche la bandiera dell’Europa, calata dai corazzieri. L’unica a essere rimasta al suo posto, in cima alla sua asta, è stata quella personale del Presidente del Consiglio, che indica la sua effettiva presenza al Quirinale.

Quirinale
Quirinale (Fonte: quirinale.it)

Sempre a Roma, anche la sindaca Virginia Raggi ha osservato un minuto di silenzio scendendo in strada con la fascia tricolore sulle note dell’Inno Nazionale presenziando poi a una preghiera pubblica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE => Ultime notizie sul Coronavirus

Le iniziative internazionali

Questa iniziativa simbolica delle istituzioni italiane è soltanto l’ultima in ordine di tempo, ricevuta dalle vittime e dai lavoratori del settore sanitario del nostro Paese.

In moltissimi stati del mondo i principali monumenti naturali e architettonici sono stati illuminati con i colori della bandiera italiana per rappresentare la vicinanza del popolo e delle istituzioni ai cittadini d’Italia.

Tra gli esempi più iconici le Cascate del Niagara, uno dei punti naturali di interesse più famosi del mondo, situato al confine tra il Canada e gli Stati Uniti.

cascate del niagara
Cascate del Niagara (Fonte: Instagram)

La solidarietà internazionale arriva anche dal Burji Kalifa di Dubai, grattacielo famosissimo e uno dei simboli della città.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Burj Khalifa (@burjkhalifa) in data:

Tra le fotografie più iconiche di questo periodo quelle delle antiche mura di Gerusalemme, che oltre ad essersi illuminate con il tricolore, hanno lanciato anche un messaggio di solidarietà: “Italia, Gerusalemme è con te”

Gerusalemme
Gerusalemme (Foto: Instagram)

In questo momento la vicinanza internazionale, sia concreta sia simbolica, è un sostegno importantissimo per il nostro Paese, che è la prima democrazia occidentale ad affrontare l’emergenza pandemica del Coronavirus.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.