Home Coppia Come gestire i problemi di coppia in quarantena

Come gestire i problemi di coppia in quarantena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00
CONDIVIDI

Quarantena: come organizzarsi quando si hanno problemi di coppia.

coppia in crisi
Coppia in crisi – Fonte: Adobe Stock

Il periodo di quarantena è così complesso da rendere le cose difficili anche alle coppie più felici. Inutile dire, quindi, quanto possa rappresentare un momento davvero duro per quelle coppie che felici non lo sono affatto e che continuavano a stare insieme più per inerzia che per vera forza di volontà. Trovarsi a dover vivere a stretto contatto è sicuramente qualcosa a cui nessuno era preparato e se ciò può risultare difficile per chiunque, lo è ovviamente di più per chi fa fatica persino a sopportarsi.

Purtroppo, però, di questi tempi non ci sono scelte o piani B da seguire e questo significa che l’unica alternativa possibile è quella di far buon viso a cattivo gioco, trovando le misure all’interno del rapporto e provando a convivere senza troppi sbalzi d’umore. Una cosa sicuramente difficile ma che se ben ragionata può aiutare a rendere meno pesante il periodo di quarantena. E chissà che trovano il modo giusto per muoversi all’interno della coppia, non si trovi anche una nuova forma di dialogo.

Quarantena e problemi di coppia, come gestire al meglio le cose

Coppia: se avete superato queste 6 fasi critiche, durerete per sempre
Coppia in crisi –  Fonte: Istock photo

Di norma, quando una coppia vive dei problemi all’interno del rapporto, fa uso di diverse strategie. Tra queste ci sono quella di vedersi il meno possibile, uscire con gli amici, e dedicarsi ai propri hobby in autonomia.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Tra lavoro, palestra, uscite e serate libere, il tempo da passare insieme è quindi ridotto ai mini termini. Cosa che da modo ai due di funzionare in un modo spesso approssimativo ma sicuramente funzionale per entrambi.

È quindi abbastanza facile intuire perché l’arrivo della quarantena abbia portato diverse coppie a scoprirsi improvvisamente incompatibili o a passare da coppia con qualche problema interno ad una coppia in piena crisi. Il troppo tempo libero da passare insieme, unito al periodo di incertezza lavorativo ed economico sono infatti le basi per una tensione che in molti non riescono a gestire.

Un po’ come le coppie che finiscono con il separarsi dopo le vacanze estive o quelle di Natale, le coppie che stanno affrontando la quarantena si trovano all’interno di uno schema senza vie di fuga. Uno schema che li vede unici protagonisti di un rapporto che ha solo due vie: funzionare o andare a rotoli.

Come fare quindi a gestire un rapporto di coppia con diversi problemi? Il trucco sta nel cercare di far squadra per un bene comune che è quello della serenità personale. Così, consapevoli di dover condividere lo stesso spazio, i due dovranno imparare a gestirlo, accordandosi per tempo e cercando di organizzare ogni piccolo particolare nel miglior modo possibile.

Potrebbe interessarti anche -> Coronavirus: cinque consigli per vivere la quarantena in coppia

amore disfunzionale, cos'è e come riconoscerlo
Coppia in crisi – Fonte: Istock Photos

Dividersi gli spazi. A prescindere dalla grandezza dell’appartamento nel quale si vive, per star bene quando si hanno dei problemi è indispensabile imparare a gestire gli spazi. In questo modo si potrà vivere più serenamente alcuni momenti della giornata. Una volta alzati e dopo aver fatto colazione si può quindi scegliere una stanza nella quale stare. E, in caso di appartamenti piccoli, andranno presi in considerazione anche la camera da letto e la cucina.

A meno di non avere entrambi preferenze diverse in tal senso, è meglio dividersi la stanza preferita a giorni alterni, in modo da non scontentare nessuno. Ognuno nel proprio spazio si potrà quindi godere di un po’ di serenità, ascoltando musica, sentendo gli amici e facendo ciò che più si desidera senza correre il rischio di doversi scontrare di continuo.

Evitare i litigi. I litigi sono da sempre uno dei momenti più delicati per la coppia. Una sorta di guerra fredda nella quale entrambi mettono in campo le proprie arme, misurandosi, confrontandosi e a volte trovando persino un punto di incontro. Tutte cose che tendono a portare ad esiti negativi quando la coppia ha ormai superato il punto di incontro. Per questo motivo, durante la quarantena, sarebbe meglio evitare ogni forma di litigio, fermandosi già al primo accenno.

Nessuno dei due, infatti, può uscire a sfogare la rabbia o prendere la macchina e girare fin quando non sente di star meglio. L’unica scelta possibile è quella di restare in casa e continuare a litigare o, nella migliore delle ipotesi, chiudersi in camere diverse ed evitare di incrociarsi. Un opzione davvero difficile da attuare e che pertanto andrebbe evitata il più possibile. A meno di non aver consolidato nel tempo un modo corretto di litigare è quindi preferibile rimandare a dopo ogni possibile scontro, in modo da non appesantire l’aria probabilmente già turbata dai tanti pensieri negativi legati al periodo.

Fare la spesa in momenti diversi. Se le cose vanno davvero male, e si è entrambi in buona salute, si può optare per dividersi i compiti della spesa, andando una volta ciascuno. In questo modo si potrà godere di un momento tutto per se sia nel caso si vada a far compere che in quello in cui si resti a casa. È bene prendere ogni momento libero con serenità, cercando di scaricare la tensione come meglio si può ed evitando in ogni modo i pensieri deprimenti.

Potrebbe interessarti anche -> Coronavirus: come cambia la via di coppia durante l’isolamento

coppia in lite
Coppia in crisi di spalle – Fonte: Istock Photos

Evitare di parlare di denaro. Questo momento storico è particolarmente delicato e argomenti come il lavoro o il denaro sono sicuramente tra i più a rischio. Affrontarli, specie se alla base non c’è un rapporto sereno, può portare a liti anche pesanti che finirebbero con il cancellare ogni obiettivo raggiunto. Meglio, quindi, evitare ogni possibile argomento “delicato”, rimandandolo a quando si avranno maggiori certezze. In questo modo si terranno lontane possibili crisi che stando chiusi in casa sarebbero difficili da gestire.

Tentare una terapia di coppia online. Al di là del punto nel quale ci si trova, parlare con una persona esperta in rapporti di coppia può essere sempre d’aiuto. Prima di tutto perché può indicare dei trucchi per rendere più gestibile la convivenza e, subito dopo, perché è un modo come un altro per avere un parere diverso sulle dinamiche di coppia cosa che, anche se non sembra, a volte può fare la differenza.

Sentire qualcuno davanti al quale confrontarsi è sicuramente un buon modo per gestire meglio il momento e in alcuni casi, specie se non si è già in crisi, potrebbe addirittura risollevare il rapporto dando una nuova chance alla coppia. Un motivo più che altro per fare un ultimo tentativo prima di arrendersi del tutto.

Potrebbe interessarti anche -> Matrimonio in crisi? Ecco come riconoscerlo

crisi di coppia
Immagine di coppia su sfondo con cuore spezzato – Fonte: iStock photo

Vivere a stretto contatto quando le cose non funzionano può rappresentare un problema per molti e ciò incide maggiormente se i rapporti sono particolarmente tesi. È bene ricordare, però, che in momenti particolari, come quello attuale, possono essere necessarie strategie diversa e una tra queste è quella di venirsi incontro in modo da rendere più vivibile il momento. Perché in situazioni d’emergenza anche i conflitti dovrebbero poter andare in pausa per il benessere di entrambi e, se si hanno figli, dell’intera famiglia.