Coronavirus | L’appello degli abitanti del Fantabosco

0
30

L’epidemia del Coronavirus ha stravolto i ritmi di vita di chiunque, sia di chi è direttamente coinvolto nella lotta al virus, sia di chi ne sta subendo solo trasversalmente gli effetti, attraverso la quarantena. Ebbene, a ricordare a tutti di restare a casa, ci hanno pensato anche gli abitanti del Fantabosco

Gli attori della Melevisione lanciano un appello per il Coronavirus
Melevisione – Twitter

Quello che l’Italia sta vivendo in questo periodo non è sicuramente un periodo semplice e questo a causa dell’epidemia di Coronavirus che ha stravolto la quotidianità di chiunque. Se però da un lato può sembrare insopportabile sostenere una quarantena che di fatto ci impedisce di vivere la nostra vita normalmente, dall’altro dobbiamo tenere a mente degli sforzi disumani di chi questa lotta contro il Coronavirus, la sta combattendo in prima linea. Dobbiamo quindi tenere duro nel rispetto dei medici, infermieri, personale sanitario che in questo momento stanno facendo di tutto per mettere al sicuro la nostra salute. Come possiamo essere di aiuto? Restando a casa e a ricordarlo ci pensano anche loro, gli abitanti del mondo più fantastico che c’è: quelli del Fantabosco.

Leggi anche:

Coronavirus | Borrelli: “i contagiati potrebbero essere molti di più”


Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Coronavirus | Milo Cotogno della Melevisione: “Dovete restare a casa”

Milo Cotogno e l'appello per il Coronavirus
Milo Cotogno – clarusonline.it

Lorenzo Branchetti, che nella Melevisione interpretava il folletto Milo Cotogno, ha voluto rendersi protagonista di un videomessaggio rivolto a tutti quei bambini di “Città laggiù”, ora diventati adulti, che stanno vivendo l’esperienza devastante di quest’epidemia di Coronavirus. A fare eco alle parole del folletto, ci hanno pensato anche gli altri abitanti del Fantabosco e chi in rima, chi con l’accento proprio del personaggio che interpretava, hanno consigliato e invogliato tutti a restare a casa. Un’indicazione, questa che bisogna osservare con attenzione, perché solo attenendoci alle direttive impartite dalle autorità competenti, possiamo scongiurare il rischio del contagio, fornendo il nostro contributo per il contenimento del Coronavirus.

Leggi anche:

Coronavirus | Tamponi e discriminazione: lettera d’accusa di un primario

Fondamentali, per la lotta al Covid-19, oltre gli appelli di volti noti della tv che stanno dando l’esempio, rispettando la quarantena, sono anche le iniziative benefiche che ad oggi hanno fornito un contributo essenziale per la lotta al virus. Se infatti la campagna promossa da Chiara Ferragni e Fedez ha fatto sì che l’ospedale San Raffaele di Milano potesse avviare e concludere i lavori per una nuova ala, dedicata alla terapia intensiva e alla cura dei malati da Coronavirus, anche le campagne portate avanti da altri attori come Luca Argentero per il sostegno della Protezione Civile, hanno dato una grossa mano in questo periodo di grande emergenza.

Leggi anche:

Coronavirus | Il “ragazzo dell’Avigan” in Giappone? Erano fake news

coronavirus
pixabay

I dati relativi alla diffusione del Covid-19, nonostante l’angoscia per le terribili perdite, non devono scoraggiare, dal momento che solo attraverso questa quarantena è possibile intervenire in maniera più incisiva per contenere la pandemia.

 

Gina D’Antonio