Effetto Streisand | Quando tentando di occultare ottieni l’effetto opposto

0
109

Un fenomeno mediatico noto come effetto Streisand ci descrive ciò che accade quando ci si arrischia a tentare di censurare un’informazione on line

effetto Streisand
Foto da Pixabay

No, non stiamo parlando di un romantico rimando a Come eravamo o di un cenno all’intramontabile fascino delle grandi icone del cinema internazionale.

Quando parliamo di effetto Streisand però ci riferiamo in effetti alla celeberrima Barbara o, per meglio dire, a un episodio della sua vita che ha dato poi il nome al fenomeno in questione.

Ma di che cosa si tratta nello specifico? Scopriamolo insieme ripercorrendo una vicenda che fece molto discutere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Tatuaggi | Tattoo post-mastectomia censurati da Facebook: è protesta

Effetto Streisand: di che cosa si tratta?

effetto Streisand

Si definisce effetto Streisand secondo il seguitissimo portale Wikipedia: “un fenomeno mediatico per il quale un tentativo di censurare o rimuovere un’informazione ne provoca, contrariamente alle attese, l’ampia pubblicizzazione”.

Ma perché dare a tale fenomeno il nome della famosa attrice? Per capirlo occorre fare un piccolo salto indietro nel tempo, tornando al 2003 anno in cui accadde qualcosa che diede poi origine alla canonizzazione del fenomeno in questione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Quando Facebook censura le fotografie delle mamme che allattano…

Inn dell’anno infatti l’attrice e cantante Barbra Streisand intraprese un’azione legale nei confronti del sito web Pictopia, del fotografo Kenneth Adelman e altri al fine di ottenere un risarcimento di 10 milioni di dollari. M perché la Streisand riteneva di aver diritto a tale indennizzo?

Adelman, effettuando una serie di scatti che miravano a documentare l’erosione costiera della regione, aveva immortalato un tratto di costa su cui si trovava casa dell’attrice che, di conseguenza, era stata inclusa in modo del tutto casuale nell’inquadratura.

I vari scatti comprendevano naturalmente anche altre residenze ma, data la grande fama della proprietaria di questa particolare villa, si richiese la rimozione della foto in questione che potete vedere qua sopra.

Il fatto che lo scatto ancora ad oggi circoli farà già intuire come la vicenda sia poi andata a finire. La notizia della denuncia di Barbra Streisand ebbe l’effetto di moltiplicare l’attenzione sulla fotografia incriminata della sua villa: uno scatto che fino ad allora aveva avuto poche migliaia di visualizzazione passò, nel mese e mezzo successivo, a riscuoterne più di 420 000.

Barbara Streisand

Ecco dunque spiegato l’effetto boomerang che ancora ad oggi finisce sotto il nome di effetto Streisand: un tentativo di censura o, più in generale, di bloccare un contenuto può finire per produrre l’effetto opposto, aumentando esponenzialmente la popolarità del contenuto stesso.