Cosa accade alla tua salute se non lavi i vestiti nuovi prima di indossarli

0
36

Hai l’abitudine di lavare i vestiti nuovi prima di indossarli? La maggior parte delle persone ignora questa regola igienica basilare. Scopri perché è un grave errore.

shopping
Fonte: iStock photo

Pensare ai vestiti nuovi in tempi di quarantena mette una certa nostalgia, ormai confinati in casa, usciamo solo per l’indispensabile e lo shopping è un vago ricordo. Eppure abbiamo sicuramente qualche capo nuovo acquistato prima delle disposizioni restrittive governative in attesa di essere sfoggiato non appena questo incubo passerà. Approfittate del tempo che avete a disposizione per lavarlo.

I capi nuovi sono potenzialmente tossici per la tua salute, ecco alcuni buoni motivi per cui dovresti sempre lavarli prima di indossarli.

Sullo stesso argomento >>>> Bucato |11 errori del lavaggio in lavatrice che tutti commettono

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Vestiti nuovi potenzialmente tossici!

guardaroba armadio vestiti
Photo Adobe Stock

Tornati dallo shopping tendiamo a riporre i vestiti nuovi nell’armadio piuttosto che in lavatrice. Non lavare i vestiti prima di indossarli è un errore gravissimo.

Un capo nuovo non è necessariamente un capo pulito! Se lo indossi senza lavarlo la tua salute ne risentirà.

I vestiti che vedi sui manichini o sulle stampelle sono perfetti e non hanno una piega, i colori sono brillanti e ciò è fondamentale per attirare gli acquirenti. Avrai notato che anche il oro odore è particolare, il motivo è molto semplice.

Molti esperti del settore tessile continuano a mettere in guardia le persone sui pericoli delle sostanze chimiche utilizzate dall’industria tessile per realizzare i vestiti che indossiamo ogni giorno.

Bisognerebbe prestare particolare attenzione soprattutto al paese di origine di fabbricazione poiché molti capi  realizzati  al di fuori dei confini dell’Unione Europea, sottostanno a regolamentazioni diverse dalle nostre che permettono l’utilizzo di sostanze vietate nell’Unione Europea. Gli indumenti potrebbero rivelare tracce di nonilfenoli, azocoloranti, biocidi o formaldeide che sono tutte sostanze potenzialmente pericolose per la nostra salute.

Controllare l’origine del paese di fabbricazione dei capi che acquistiamo  fornisce informazioni anche riguardo le condizioni di lavoro dei dipendenti che li producono, molti paesi come India, Cina, Pakistan … favoriscono ad esempio lo sfruttamento del lavoro minorile.

Ad ogni modo e qualunque sia l’origine dei tuoi vestiti, dovresti lavarli sistematicamente prima di indossarli, soprattutto se hai acquistato vestiti economici.

Hai mai notato che alcuni vestiti, quando li compri, odorano di vernice quando li togli dalla confezione? Un segno molto rivelatore delle sostanze chimiche utilizzate per renderle così attraenti nei negozi! In effetti,

Perché dovresti sempre lavare i tuoi vestiti prima di indossarli?

shopping
Photo AdobeStock

La maggior parte dei materiali chimici utilizzati dall’ industria tessile servono per dare ai capi più lucentezza e facilitare la stiratura. Al di la delle sostanze chimiche tieni presente che quel capo potrebbe essere stato fabbricato in un luogo polveroso e che è passato  per molte mani sia durante il processo di fabbricazione che durante la permanenza in negozio prima di atterrare sul tuo corpo! Senza contare il contatto con agenti atmosferici potenzialmente inquinanti nel caso in cui il vestito sia stato esposto sui banchi del mercato.

Secondo Donald Belsito, professore di dermatologia alla Columbia University, i vestiti andrebbero lavati ben due volte prima di essere indossati, tanti sono i pericoli che rappresentano per la salute.

Tra i principali orribili motivi per cui dovresti lavare un capo prima di indossarlo troviamo:

1/ I pidocchi

I pidocchi sono animali in grado di sopravvivere a lungo nascosti in un capo. Sono quindi responsabili di una malattia infettiva che può essere trasmessa attraverso l’abbigliamento.

2/ I coloranti

Alcune sostanze coloranti possono causare reazione allergica, irritazione in alcuni casi estremi persino ustioni. Secondo la Commissione europea, l’uso del colorante chiamato “disperso blu 1” è vietato nell’Unione europea, dato la sua potenziale cancerogenicità nell’uomo. Inoltre alcuni componenti come gli ftalati sono considerati responsabili di interferire con il buon funzionamento del sistema endocrino come confermato dall’Associazione Veronesi.

3/altre sostanze chimiche

Le sostanze chimiche più comunemente utilizzate dall’azienda tessile sono le resine di formaldeide e altri coloranti facenti parte del sistema produttivo che possono avere effetti pericolosi sulla pelle. Più gli indumenti sono a stretto contatto con la pelle, come una canotta o un paio di pantaloni,  più può peggiorare la reazione cutanea.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Mette l’aspirina nella lavatrice, questa astuzia diventa virale sul web

Bucato perfetto
(Istock photo)

Irritazione cutanea, allergia, eczema, dermatite da contatto ed altre reazioni infiammatorie possono quindi essere all’origine di questa pratica diffusa, si consiglia quindi vivamente di lavare i vestiti prima di indossarli, qualunque sia la loro composizione, per evitare questo tipo di inconveniente.