Scopri perchè non devi far freddare le pietanze prima di metterle in frigo

0
57

Se anche tu sei tra coloro che si assicurano che la pietanza si sia freddata prima di metterla in frigorifero, devi sapere che commetti un grande errore.

alimenti
alimenti (Istock)

Moltissime persone hanno questo riflesso di lasciare che gli avanzi si raffreddino in modo naturale prima di riporli in frigorifero. Per alcuni si tratta di un istinto, per altri di una raccomandazione che viene fatta loro praticamente da sempre tanto da ritenerla indubbiamente valida e per finire c’è chi teme uno shock termico se mettesse i piatti caldi direttamente nel frigorifero … Scopriamo come stanno veramente le cose e cosa è meglio fare.

Sullo stesso argomento>>>> Salute Alimentare | I dieci alimenti da non tenere mai in frigorifero

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Mettere in frigo gli avanzi ancora caldi si può o fa male?

Come posizionare il cibo in frigo
Disporre correttamente i cibi nel frigorifero  (Istockphoto)

Non solo si possono mettere in frigo i cibi ancora caldi, ma si sconsiglia vivamente di fare il contrario!
Lasciare a lungo gli alimenti a temperatura ambiente in attesa che si raffreddino aumenta le probabilità che il cibo si alteri, rispetto a quelli che vengono messi direttamente nel frigorifero, senza alcun indugio.  La quantità di batteri a contatto col cibo raddoppia ogni 20 minuti, il che può compromettere la qualità, la salubrità e la conservazione del cibo.

Le pietanze possono essere riposte in frigo ancora calde, non appena non rilasciano più vapore. Una pietanza lasciata per più di 2 ore a temperatura ambiente dovrebbe essere gettata via e soprattutto non consumata perché potrebbe provocare un’ intossicazione alimentare.

Perché mettere i piatti caldi direttamente in frigo?

riso basmati
(Istock)

La risposta è molto semplice. Il cibo refrigerato non uccide i batteri ma impedisce la loro proliferazione, ecco perché è necessario metterli in frigorifero il prima possibile, impedendo loro di attraversare la cosiddetta area “critica”, ovvero essere lasciati tra 4 ° C e 60 ° C, un intervallo che favorisce la proliferazione microbica e promuove la rapida moltiplicazione dei batteri.

Per evitare l’area “critica”, è importante fare in modo che le pietanze raggiungano il prima possibile una temperatura uguale o inferiore ai 4 ° C, ricordiamo che la temperatura del frigorifero dovrebbe essere compresa tra 0 e 4 ° C.

Ovviamente non vi stiamo consigliando di mettere il cibo appena tolto dal fuoco in frigorifero. Farlo in tempi rapidi non significa farlo all’istante. Cercate solo di accelerare il raffreddamento delle pietanze in modo da poterle riporre in frigo il prima possibile, vale a dire non appena non emettono più vapore.

Come raffreddare rapidamente gli alimenti?

  • Il cibo si raffredderà in minor tempo se viene collocato in contenitori poco profondi
  • Puoi accelerare il raffreddamento mettendo il cibo ancora caldo in dei contenitori e adagiarli qualche secondo in acqua fredda.
  • Evitate di chiudere immediatamente il coperchio dei contenitori
  • Evita di lasciare raffreddare le pietanze cotte in una casseruola adagiata su un sottopentola in sughero o su un supporto in legno poiché questi due elementi sono isolanti e aiutano a trattenere il calore
  • Mescolate le pietanze calde per accelerare il processo di raffreddamento

Come conservare correttamente gli avanzi di cibo?

La conservazione ottimale del cibo richiede osservanza di alcune precauzioni, ciò limita la proliferazione di batteri che danneggiano la salute, inoltre allunga la durata di conservazione.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Coronavirus e cibo | rischi e precauzioni da prendere

Ecco alcuni suggerimenti utili  per garantire salubrità ai tuoi cibi:

  • Consuma prima il cibo acquistato per prima
  • Non ricongelare mai e per nessun motivo cibi precedentemente congelati
  • Non lasciare mai il cibo a temperatura ambiente per più di due ore fuori dal frigorifero.
  • Se gli avanzi non vengono consumati in tempi rapidi devono essere congelati
  • Non riscaldare mai un piatto o cibo più di una volta
alimenti conserve
conservare più a lungo i cibi (Istock Photos)
  • Controllare regolarmente la temperatura del frigorifero, che dovrebbe essere sempre compresa tra 0 e 4 ° C
  • Posizionare i prodotti soggetti a deperibilità al centro del frigorifero, ovvero il luogo più fresco.