Coronavirus | La Gran Bretagna decide di non fare nulla

0
34

Nonostante nel Regno Unito l’epidemia da Coronavirus stia cominciando a diffondersi in maniera radicale, la Gran Bretagna ha deciso di non prendere misure cautelari incisive

 

È stata sconvolgente la reazione del premier inglese di fronte alla massiccia diffusione del Coronavirus in Gran Bretagna. Boris Johnson, infatti, di fronte all’aumento del numero dei contagiati in Inghilterra, che tocca quasi i 10 mila, ha deciso di non fare esattamente nulla. La strategia del governo inglese, come recita il sito corriere.it, è quella di continuare la vita esattamente come se niente fosse successo.

Le strutture, gli uffici, le scuole, resteranno aperte e non ci saranno restrizioni per la libera circolazione dei cittadini. L’importante è continuare a lavarsi bene le mani. La cosa che lascia di stucco riguarda l’affermazione del premier a proposito di questa circostanza delicata. Johnson infatti non ha sminuito la gravità del Coronavirus, ma ha semplicemente chiesto ai cittadini di chiudersi in casa per un paio di settimane, qualora fossero positivi al virus. Il premier non ha nemmeno escluso il rischio di morte, ma ha affermato che è necessario debellare il virus in modo che i cittadini sviluppino da sé gli anticorpi per distruggerlo. Se questa è la strategia adottata dalla Gran Bretagna, gli altri paesi hanno espresso un parere ben preciso di ciò che sta succedendo in Italia. 

Leggi anche:

Coronavirus | Si diffondono i sospetti: “Non si può parlare di virus cinese”


Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

coronavirus pandemia
Foto da Pixabay

Sarà controproducente questo atteggiamento? Cosa ne penseranno i cittadini inglesi?

 

Gina D’Antonio