Home Attualità Coronavirus | Dopo lo stop al campionato si valuta l’ipotesi play off

Coronavirus | Dopo lo stop al campionato si valuta l’ipotesi play off

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21
CONDIVIDI

Il Coronavirus ferma anche il campionato di calcio italiano. La Lega Calcio propone diverse soluzioni per assegnare lo scudetto e nel frattempo i giocatori chiedono altre misure di tutela.

La Lega Calcio dovrà fare i conti con una serie di difficoltà logistiche nella gestione della seconda parte del campionato di Serie A, a causa dell’entrata in vigore del Decreto del 9 Marzo del Presidente del Consiglio che supera anche quello emanato una manciata d’ore prima e che consentiva ancora lo svolgimento delle partite a porte chiuse.

Oggi, la preoccupazione principale è di scegliere la modalità di assegnazione dello scudetto. 

Tra le ipotesi “meno dolorose” ci sarebbe il semplice slittamento del campionato: se il divieto di organizzare manifestazioni sportive dovesse rimanere attivo solo fino al 3 Aprile e non essere rinnovato per i mesi successivi, si potrebbe pensare di recuperare le partite non giocate superando la data del 24 Maggio, data prevista per la fine del campionato.

L’alternativa sarebbe l’organizzazione dei play off per assegnare il titolo di Campione d’Italia dopo una serie di eliminazioni dirette.

Ancora, è al vaglio anche l’ipotesi di assegnare lo scudetto alla squadra attualmente in testa alla classifica.

Quale che sia la decisione della Lega, si spera che la UEFA decida di annullare gli Europei nel rispetto delle decisioni e delle necessità della Lega Calcio Italiana.

Le richieste dei giocatori

Coronavirus campionato
Francesco Caputo (Foto: Instagram)

Mentre alcune società hanno interrotto anche gli allenamenti, i calciatori chiedono che questa misura di emergenza sia estesa a tutte le società di calcio italiane, al fine di salvaguardare nella maniera più efficace possibile la salute dei giocatori, delle loro famiglie e di tutto lo staff tecnico delle squadre. La richiesta è stata avanzata ufficialmente dall’Associazione Italiana Calciatori.

Attualmente il decreto consente l’allenamento (rigorosamente a porte chiuse) soltanto di quegli atleti il cui impegno sportivo ha rilevanza internazionale: è un riferimento diretto agli atleti che si stanno preparando per le competizioni olimpiche.

Si sta anche lavorando ad allargare anche agli sportivi professionisti e dilettanti il piano di sostegno economico che è già stato messo a punto per altre categorie di lavoratori pesantemente colpite dalle restrizioni imposte dalla lotta all’epidemia.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.