I trucchi per non mangiare tra i pasti

0
36

Scopri alcuni semplici trucchi per non mangiucchiare di continuo.

abbuffata
Donna che mangia due donuts – Fonte: iStock photo

Spesso, uno dei più grandi problemi di chi è a dieta o di chi, più semplicemente, mira a mantenersi in forma, è quello dei pasti extra che si fanno durante il giorno. Il più delle volte si tratta di piccoli assaggi che, ripetuti più volte nell’arco delle 24 ore, possono però far innalzare in modo importante il quantitativo di calorie assunte, portando così all’aumento del peso.

Purtroppo, riuscire a resistere agli attacchi di fame è sempre difficile e poco importa se spesso si tratta di fame nervosa o di semplice noia. Il problema resta e se non affrontato nel modo corretto rischia di diventare importante.
Per fortuna ci sono delle piccole strategie che possono essere messe in atto e che se ben gestite possono dare una mano ad affrontare il problema.

Come evitare di mangiare tra i pasti

Donna con panino
Donna con panino – Fonte: iStock photo

Quando ci si trova a mangiare più volte tra i pasti, i motivi possono essere diversi. A volte lo si fa perché il senso di fame non è ancora svanito o tende a tornare troppo presto, altre perché la gola prende il sopravvento e non si riesce a resiste ad un dolcetto fuori pasto, altre ancora perché si mangia per sconfiggere la noia o per placare ansia e nervosismo.
Per ogni situazione, per fortuna, esiste almeno una strategia da mettere in atto al fine di risolvere il problema. Ecco le più importanti e semplici da applicare.

Fare una colazione nutriente e bilanciata. Come si sente dire sempre più spesso, la prima colazione è il pasto più importante della giornata. Serve a darci la carica e a nutrire l’organismo dopo una notte di lavoro. Inoltre da la spinta al metabolismo per farlo ripartire e aiuta a supportare le prime ore del nuovo giorno. Per evitare i classici languorini del mattino è importante però alimentarsi nel modo corretto e ciò significa mangiare in modo sano e bilanciato. Una buona colazione dovrebbe comprendere sempre carboidrati, proteine magre e grassi buoni. In questo modo si raggiunge più facilmente il senso di sazietà e lo si mantiene più a lungo rispetto a come si farebbe con una colazione a base di latte e cereali o con la classica brioche del bar. E come dice un famoso proverbio, chi ben comincia è a metà dell’opera.

Fare degli spuntini tra i pasti. Un’ottima strategia per evitare di trovarsi ad addentare una fetta di dolce prima di pranzo, è quella di fare degli spuntini. Il nostro organismo ha bisogno di essere mantenuto costantemente attivo e fare cinque pasti al giorno è anche un buon modo per mantenere allenato il metabolismo. Inserire due spuntini nel corso della giornata è quindi una buona idea. Ciò che conta è farlo prima del momento in cui di solito si inizia a sentire fame. In questo modo si eviterà di cedere alle tentazioni. Un frutto con un pezzetto di formaggio, un piccolo panino integrale con dell’affettato o uno yogurt magro con una manciata di noci sono solo alcune delle tante possibilità che ci si può concedere a metà mattina e a merenda e che aiutano molto ad evitare di buttarsi su cibi decisamente meno sani.

bere acqua
9 consigli per sentirti subito in forma iStock

Bere tra i pasti. Mantenersi costantemente idratati è un ottimo modo per vivere meglio e per evitare attacchi di fame. Non tutti lo sanno ma a volte si rischia di confondere il bisogno di idratazione con la fame, così ci si tuffa su alimenti freschi per placare la sete quando in realtà basterebbe bere. Inoltre bere aiuta lo stomaco a riempirsi un po’ e placa la fame non vera, quella cioè di tipo nervoso o dettata dalla semplice noia. Sono ovviamente da evitare le bevande zuccherate. L’ideale è bere acqua naturale o aromatizzata o, in alternativa, tè o tisane senza zucchero.

Mantenersi occupati. A volte, come già anticipato, la voglia di mangiare nasce come metodo per evitare la noia. In tal caso è bene evitare di annoiarsi e per farlo basta impegnarsi in qualcosa di interessante. Disegnare, darsi ad un hobby o andare a correre sono solo alcune delle tante cose che si possono fare. Il trucco è avere sempre una strategia da mettere in pratica in pochi secondi e possibilmente prima che la voglia di mangiare qualcosa di buono prenda il sopravvento. Si può chiamare un’amica, fare un work out casalingo, guardare vecchie foto, uscire a far shopping, etc… Ciò che conta è tenersi impegnate e distrarre la mente dal pensiero del cibo.

Tenere spuntini sani a portata di mano. Se il momento in cui arriva la fame è difficile da prevedere e se, specie i primi tempi, non si sa proprio come contrastarlo, si può giocare d’anticipo. Un buon modo è quello di tenere con se solo spuntini sani. Quando la fame arriverà, in assenza di dolciumi o snack golosi si potrà mangiare solo quelli e ciò aiuterà, sia a contenere l’attacco di fame che a ridurre i danni. Fare uno spuntino con un paio di noci o con uno yogurt sarà infatti molto più sano rispetto ad uno a base di cioccolato o patatine fritte.

Quello che conta è riuscire a monitorizzarsi e a conoscersi meglio in modo da trovare sempre una soluzione al problema. Se gli attacchi di fame sono qualcosa di più grande ed incontrollabile di quanto appena descritto, però, i problemi alla base potrebbero essere altri. In tal caso, il consiglio è quello di rivolersi ad un terapeuta per capire l’origine del problema e ad un nutrizionista per imparare a nutrirsi meglio e con maggior consapevolezza. Ciò che conta, come sempre, è prendersi cura di se nel miglior modo possibile.