Allattamento al seno | ecco cosa potrebbe servire

0
37

L’allattamento al seno è un momento fondamentale e bellissimo del rapporto madre figlio. Ecco cosa potrebbe servire per iniziare e allattare in piena serenità il proprio bambino.

Allattamento al seno | ecco quello che potrebbe servire
Fonte foto: Pixabay

L’allattamento al seno è una cosa meravigliosa e naturale, è la natura che grida alla vita e ogni madre, tranne problematiche specifiche e di salute, può allattare e dovrebbe essere aiutata a farlo. Il bambino appena nato, per istinto cerca il seno materno e sono moltissimi i bambini che appena posati su di esso si attaccano per succhiare il primo colostro e dare il via alla montata lattea.

Ma tutto questo in molti casi non è cosa scontata! Sono tanti i bimbi e le mamme che non approcciano all’allattamento al seno in modo naturale, e in questo caso andrebbero aiutati con amore e pazienza. Ma scopriamo tutto ciò che può servire ad una mamma per allattare serenamente e quali aiuti si possono chiedere se non si riesce a far attaccare il bambino o la montata lattea non arriva.

->>>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Igiene e cura del neonato | cosa serve davvero

Allattamento al seno | tutto quello che potrebbe servire e gli aiuti da chiedere

Allattamento al seno Cosa potrebbe servire e gli aiuti da chiedere
Fonte foto: Pixabay

Allattare al seno è una cosa naturale! Questo è quello che ogni madre in dolce attesa si sente ripetere per i nove mesi di gravidanza da mamme, zie, amiche e dottori, ma se il concetto di naturalità è sacrosanto, non è però così scontato e facile. Una madre, appena dopo il parto, potrebbe ritrovarsi ad aver bisogno di aiuto per iniziare ad allattare e aver bisogno di un sostegno professionale oltre che a diversi oggetti che potrebbero rivelarsi utili ma che nessuno chiede di inserire nella borsa per il parto!

Iniziamo ad elencare tutto ciò di cui una mamma potrebbe aver bisogno per allattare, già dai primi giorni in ospedale. L’approccio con il seno, è naturale e confortante per il bambino, ma potrebbe essere anche molto doloroso per la mamma, soprattutto se il capezzolo non viene afferrato in modo perfetto dal bimbo.

Portare nella borsa per il parto, un prodotto specifico per prevenire e proteggere il capezzolo dalla comparsa di ragadi è molto importante. Consultarsi con il proprio ginecologo a riguardo, permetterà alle mamme di trovare la crema giusta, che dovrà essere innocua per il bambino.

Portare in ospedale una confezione di coppette assorbi latte sarà senza dubbio utile, come anche un tira latte di quelli manuali, che se la suzione del bimbo dovesse rivelarsi un poco debole, potrebbe aiutare nella produzione della montata lattea e del latte nei giorni successivi al parto. La mammella infatti, produce latte nella misura in cui viene stimolata dalla suzione naturale del bimbo.

Un cuscino per allattamento aiuterà la mamma a sostenere il piccolo, sia in ospedale che poi in casa. Il reggiseno per allattamento, permetterà alla mamma di saziare il piccolo in modo pratico.

Nel caso in cui il bimbo non si attacchi spontaneamente, non riesca a succhiare o si rivelassero altre problematiche riguardo l’allattamento, la scelta migliore sarà chiedere un aiuto professionale senza nutrire nessun dubbio a riguardo. A volte infatti potrebbe servire soltanto cambiare posizione al bambino a aiutarlo a prendere il capezzolo in modo giusto.

Se si è ancora in ospedale, basterà chiedere l’aiuto di un’infermiera di reparto, mentre se si è tornati a casa, ci si potrà rivolgere ad una delle tante associazioni, la maggior parte gratuite, di consulenti per l’allattamento. 

Igiene e cura del neonato cosa serve davvero
Fonte foto: Pixabay

La ‘consulente del latte‘ verrà a casa a assisterà la puerpera ed il bambino nell’allattamento, agevolando il gesto più naturale e bello che esista al mondo. Basterà consultare i vari siti web delle associazioni presenti su tutto il territorio nazionale senza alcun timore. La ‘Leche League’ è una delle più famose al mondo.

->>>POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Bebè in arrivo | cosa serve davvero per il trasporto e il riposo