Coronavirus | Bagno di folla per Elettra Lamborghini: è polemica

Il Coronavirus non ha fermato Elettra Lamborghini, che ha deciso di svolgere regolarmente il suo evento firmacopie in un centro commerciale abruzzese. Le polemiche ora infuriano sugli organizzatori.

Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini (Foto: Instagram)

Tutta Italia sta tentando di rispettare nel migliore dei modi le misure di sicurezza imposte dal governo italiano. Tra le regole di base per limitare il contagio da Coronavirus c’è la cancellazione di eventi pubblici che concentrino in un ambiente ristretto una grossa quantità di persone.

Nonostante tutti i possibili inviti alla prudenza e nonostante l’entrata in vigore dei recentissimi provvedimenti governativi, il Centro Commerciale Porto Allegro 2.0 Montesilvano in provincia di Pescara ha deciso di non cancellare o rimandare l’evento ma, probabilmente la scelta peggiore è stata quella degli abruzzesi.

Per Elettra Lamborghini l’Abruzzo ignora il Coronavirus

Elettra Lamborghini si esibisce a Sanremo
Lamborghini (Instagram)

In difesa degli organizzatori dell’evento c’è da dire che nelle ore appena precedenti al firmacopie era stato diramato un comunicato in cui si invitavano i fan di Elettra a limitare i contatti fisici e a non accalcarsi all’interno del centro commerciale nel tentativo di mantenere una parvenza di sicurezza sanitaria.

Purtroppo gli inviti alla prudenza non sono bastati, e gli abruzzesi hanno letteralmente invaso il Centro Commerciale Porto Allegro 2.0 di Montesilvano nella speranza di stare il più vicino possibile alla bella Elettra.

La Lamborghini dal canto suo ha dispensato baci e saluti a tutti i suoi fan, ignorando anche lei tutte le regole della prudenza, le indicazioni del governo e i consigli degli esperti.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piper Spettacolo Italiano (@spettacoloitaliano) in data:

In un’Italia apparentemente spaventata dall’epidemia, quindi, il caso Montesilvano fornisce uno spaccato di vita vera, cioè della vera percezione dell’allarme da parte della popolazione italiana che vive lontana dalle cosiddette zone rosse: nessuno sembra credere che il pericolo Coronavirus sia un pericolo reale.

Il commento via social di Selvaggia Lucarelli (che con Elettra Lamborghini si è sempre trovata in contrasto) è stato assolutamente caustico: “Sti cavoli del Coronavirus. Amici Abruzzesi, a meno che gli arrosticini non siano anche degli antivirali con proprietà sconosciute, questa è vera incoscienza. […] Musica e il buonsenso scompare.”

Elettra contro la psicosi da Coronavirus

Problemi di salute per Elettra Lamborghini
Fonte foto: Facebook Elettra Miura Lamborghini

La Lamborghini non troppi giorni fa si era espressa contro la psicosi che si sta generando soprattutto sui social a seguito della preoccupazione per il Coronavirus.

Per la cantante e ricca ereditiera, infatti, molti di coloro che avevano deciso di andare in giro con la mascherina e avevano cominciato a fare scorte di disinfettanti per le mani, adottavano invece comportamenti molto imprudenti in ambito sessuale (naturalmente le parole di Elettra per definire la questione sono state estremamente colorite, in maniera molto coerente con il suo stile).

La polemica politica

A finire nel mirino è anche il sindaco di Montesilvano il quale, secondo il segretario provinciale di Rifondazione Comunista Corrado Di Sante, avrebbe dovuto impedire l’evento per garantire la sicurezza dei propri concittadini.

Il sindaco ha però sottolineato che l’evento aveva i permessi per svolgersi, dal momento che era stato organizzato ben prima che scattassero le misure precauzionali per l’epidemia di Coronavirus. Per questo motivo, e per il fatto che si trattava di un evento privato organizzato all’interno di un centro commerciale privato, le autorità non avevano i mezzi legali per impedire che l’evento si svolgesse.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ottavio De Martinis (@ottaviodemartinis) in data:

Inoltre, il sindaco De Martinis ha voluto sottilmente polemizzare contro quelle che, secondo lui, sono misure di sicurezza eccessive che stanno creando molti problemi e ne continueranno a creare in futuro: “Ci saranno danni collaterali a seguito del coprifuoco che si sta generando dopo il decreto del Presidente del Consiglio”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.