Trekking yoga | Cos’è e come si pratica

0
15

Tutto quel che c’è da sapere sul Trekking Yoga.

trekking yoga
Donna che fa trekking – Fonte: Pixabay by Simon Steinberger

Quando si parla di attività fisica, l’interesse cambia in merito agli obiettivi che ci si pone davanti. C’è chi desidera perdere peso e per questo motivo predilige attività fisiche come la corsa o l’aerobica e chi, invece, vuole mettere su massa, prediligendo la sala pesi in palestra.

Con l’avvicinarsi della bella stagione e dopo il carico di stress dell’inverno, anche un’attività che sappia mettere insieme movimento e possibilità di rilassarsi può essere un’ottima scelta. E, in questo contesto, si pone il trekking yoga. Un’attività fisica da fare all’aperto, unendo il piacere di una scalata ad alcune tecniche dello yoga.

Trekking yoga, origini e come metterlo in pratica

Donna che fa yoga – Fonte: iStock photo

Il trekking yoga è una disciplina che mette insieme i già noti trekking e yoga. Si tratta quindi di un’attività fisica dinamica che unisce alle lunghe passeggiate la possibilità di unire un approccio meditativo e improntato alla ricerca della giusta calma interiore.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

I benefici dati dall’unione di queste due discipline sono diversi e si possono riassumere in:

  • Concezione dello sport a 365 gradi
  • Possibilità di allentare la tensione emotiva
  • Maggior resistenza fisica
  • Miglior postura e conseguente forza in più
  • I benefici classici della camminata
  • Rafforzamento dei muscoli dell’addome
  • Respirazione migliore
  • Maggior concentrazione
  • Miglior controllo del corpo
  • Mente più rilassata
  • Rilassamento più profondo
  • Articolazioni più sane
  • Rafforzamento dei rapporti sociali

Per svolgere quest’attività serve prima di tutto un abbigliamento comodo, scarpe adatte al cammino su terreni ripidi e di diverse densità e uno zaino nel quale inserire tutto l’occorrente per il tipo di percorso prescelto.

Una sessione tipica di trekking yoga è solitamente composta da una parte di camminata in mezzo alla natura e nella quale si mette alla prova il fisico e da una più meditativa che aiuta a sentirsi in armonia con l’ambiente circostante. Il tutto passa attraverso il passaggio dal movimento per sentieri più o meno ripidi e la respirazione che sarà accurata e che grazie ai movimenti tipici dello yoga, consentirà di recuperare le forze aggiungendo al tutto la possibilità di rilassarsi.

In genere il trekking yoga fa praticato in gruppo, cosa che giova allo spirito di gruppo creando coesione e miglior capacità di relazionarsi.
Se non si ha esperienza in merito è bene fare almeno una settimana di preparazione al fine di abituare il fisico alle lunghe camminate.

Potrebbe interessarti anche -> Come riprendere l’attività fisica dopo la pausa invernale

Attenzione: Il trekking è a tutti gli effetti uno sport e in quanto tale, prima di cimentarvisi è bene chiedere un parere del proprio medico curante, specialmente in presenza di patologie di qualsiasi tipo. È inoltre opportuno ricordare che una sessione di trekking sottopone ad un forte sforzo le articolazioni, motivo per cui, è sempre bene prendersene cura.