Riso in bianco nella dieta, sfatiamo un falso mito

0
19

Non è vero che il riso in bianco, da solo, fa dimagrire. Ha una buona dose di calorie e alza il picco glimemico. Quindi ecco come fare

Riso bianco

Riso in bianco: perfetto quando abbiamo problemi di stomaco, per quando siamo influenzate e non abbiamo molta voglia di mangiare, perfetto anche per le diete. Ecco, le prime due considerazioni sono valide, la terza un po’ meno. Certo, sappiamo di andare a sfatare un mito che molti considerano intoccabile, ma in realtà il riso al naturale ha una certa dose di calorie e soprattutto alza alla grande anche il picco glicemico.

Andiamo con ordine e cerchiamo di capire qualcosa in più. Il riso in bianco fa certamente bene ma non è poco calorico. Ogni 100 grammi di prodotto sono 130 calorie, molto più ad esempio di un piatto di verdure grigliate. Inoltre l’indice glicemico può arrivare, in base alla cottura, fino ad un picco di 130-135.

E che dire poi di chi ama il sushi? Ormai è diventato un must per molte italiane, almeno una volta alla settimana. Buonissimo, certo. Sano un po’ meno. Facendo due conti, ogni quattro pezzetti di sushi, a seconda di come è composto, vanno dalle 160 alle 190 calorie. E ovviamente non possono essere sufficienti per diventare un pasto vero. Quindi aggiungiamoci qualche piatto con la tempura (quella di gamberi supera nettamente le 500 calorie), almeno un altro paio di porzioni a base di riso e il tassametro delle calorie sale. Inoltre molti non lo sanno, ma il riso nei ristoranti di sushi una volta bollito viene insaporito con aceto di riso, sale e zucchero e questo rappresenta un’ulteriore impennata.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Riso in bianco, i segreti per cucinarlo bene

Riso integrale

E allora come possiamo rimediare? Il segreto non è eliminare il riso in bianco della nostra dieta settimanale ma piuttosto limitare i danni. Gli esperti hanno ribadito più volte che invece del riso classico è meglio puntare sul riso integrale, come il riso Venere o il riso rosso che sono perfetti anche per la dieta.

potrebbe interessarti: Fame nervosa, tutti gli errori da evitare

Dopo la cottura, è sempre meglio dare una sciacquata sotto l’acqua corrente calda (come si usa fare quando prepariamo le insalate di riso). Servirà a privare il riso del suo amido e quindi a contrastare il picco glicemico. In segreto in cottura? Mettete il riso in una pentola con acqua fredda, che deve coprire i chicchi almeno per il doppio. Poi coprite la pentola e fate cuocere a fuoco medio fino a quando tutta l’acqua non sarà assorbita.

Riso bianco glicemia

E se proprio non volete solo riso in bianco, accompagnatelo con una generosa porzione di verdure oppure proteine. Le fibre contenute in questi alimenti infatti servono per tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue.