Home Curiosita Coronavirus tra un anno| la terribile profezia di un epidemiologo di Harvard

Coronavirus tra un anno| la terribile profezia di un epidemiologo di Harvard

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:44
CONDIVIDI

Il professore ed epidemiologo di Harvard Marc Lipsitch ha espresso la sua opinione in merito alla paura di una possibile pandemia mondiale. Le sue previsioni non sono rassicuranti.

Coronavirus | salgono a 11 le vittime italiane
Fonte foto: Istock

Da quando lo scorso Dicembre il Coronavirus è apparso nella città cinese di Wuhan, i casi di contaminazione si sono moltiplicati e stanno destando una crescente preoccupazione. L’epidemia in poco tempo ha raggiunto il suo picco in Cina e ha iniziato a diffondersi a livello mondiale. Il bilancio attuale del Covid-19 è di oltre 2.800 contaminazioni e quasi cinquanta morti internazionali.

Sono molti i paesi che lo temono e che hanno applicato misure restrittive per tutelarsi. Quali sono le previsioni per il futuro? Le osservazioni fatte da uno scienziato di Harvard non sono molto rassicuranti.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Coronavirus | Le Iene ed il servizio che ribalta la situazione Italiana

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Coronavirus: quali sono le previsioni da qui ad un anno?

coronavirus
coronavirus allarme dell’oms sulle morti (Istock)

Il portale britannico The Atlantic ha pubblicato le osservazioni sconcertanti sulla diffusione del coronavirus di uno scenziato di Harward, Marc Lipsitch. Il professore ed epidemiologo stima che ” fino al 70% della popolazione mondiale sarà infettata” dal Covid-19 entro un anno.

Queste previsioni non sembrano molto lontane dalla verità se si pensa che in Europa si contano già diversi focolai attivi,  tra cui i maggiori in Italia, dove sale a 650 il numero di contagiati da Covid-19.

Lo scienziato anticipa la drammatica espansione di Covid-19

Sebbene l’Organizzazione mondiale della sanità non abbia mai parlato di “pandemia” il coronavirus ha colpito quasi quaranta paesi in tutto il mondo con un bilancio ufficiale terrificante stimato in oltre 81.000 contaminazioni e 2.761 morti.

Cosa ne pensa a tal proposito un’epidemiologo specializzato nella modellizzazione di malattie infettive? Loscienziato Marc Lipsitch na dubbi sul fatto che “il coronavirus non può essere controllato”. Egli afferma che entro un anno, “dal 40% al 70% delle persone nel mondo sarà infetto, ma aggiunge che “ciò non significa che tutti avranno gravi ripercussioni”.

Il professore ha scientificamente avvalorato questa ipotesi fornendo una chiara descrizione dei fatti.

Il motivo della diffusione esponenziale sta nel fatto che il virus agisce in maniera asintomatica quindi una persona infetta potrebbe apparire in perfetta salute. Da qui la difficoltà di identificare persone contagiate dal virus prima che inizino loro stessi a contaminare. In definitiva se il virus rischia evadere il nostro controllo è principalmente perché i casi infetti non vengono sempre rilevati.

Coronavirus controlli con termoscanner a fiumicino
Coronavirus il bilancio chock dei morti Fonte foto: Istock

L’epidemiologo ad ogni modo ricorda che si tratta di una malattia che mette in pericolo la vita delle persone con patologie croniche o anziane, e che per la maggiorparte della popolazione è priva di cure mediche.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Coronavirus | Tutti i consigli per viaggiare in sicurezza